Mobilità

Fca si affida a Transatel della giapponese Ntt per la connessione dei veicoli

di

aiuti di stato

Tutti i dettagli sull’accordo di collaborazione tra Fca e Transatel per connettere le auto (e adeguarle alla normativa europea)

 

Fca Italy si lancia nel futuro. E mentre annuncia un investimento da quasi un miliardo di euro nella riorganizzazione dello stabilimento produttivo di Pomigliano d’Arco, sceglie l’architettura e la piattaforma di gestione di Transatel per fornire la connettività 4G in tutti i 28 paesi Ue + Efta. Andiamo per gradi.

VEICOLI CONNESSI

Partiamo dall’accordo. Grazie a questa collaborazione, le auto Fca saranno dotate, durante il primo assemblaggio, di una Sim che consentirà la connessione del veicolo e dunque l’utilizzo di una serie di servizi che vanno da funzionalità telematiche incentrate sull’auto ad aggiornamenti di software Ota (Over-The-Air) oltre ad applicazioni pensate per i passeggeri, che possono richiedere un elevato traffico dati, come l’infotainment e la Wi-fi di bordo.

INTERVENTO IN CASO DI EMERGENZA

La connessione targata Transatel sarà utile anche in caso di emergenza, conformando le vetture ai regolamenti europei. Basterà schiacciare un pulsante per avviare la chiamata Sos (la chiamata partirà autonomamente in caso di scoppio degli air-bags.

TUTTI I SERVIZI FCA

E ancora. La piattaforma offrirà agli utenti la gamma di servizi per la mobilità di Fca, fra cui le opzioni di tariffe al chilometraggio, polizze assicurative basate sull’utilizzo effettivo del veicolo, noleggio auto a breve, medio e lungo periodo e soluzioni di car sharing peer-to-peer.

TUTTO IN COLLABORAZIONE CON SAMSUNG E GOOGLE

”La collaborazione con Transatel garantirà ai clienti Fca di poter guidare i propri i veicoli in tutti i 28 Paesi Ue e nelle regioni Efta, mantenendosi sempre connessi e con la massima continuità; essi potranno sfruttare, tra le altre cose, i servizi di infotainment e road assistance forniti dall’ecosistema connesso che stiamo sviluppando su scala globale, in collaborazione con Samsung/Harman e Google”, ha dichiarato Gilberto Ceresa, Head of the Global Connectivity Team di Fca e Head of Information and Communication Technology (Ict) della regione Emea di Fca.

UNA VECCHIA CONOSCENZA PER FCA

Transatel ha iniziato a lavorare per il gruppo Fca più di un anno fa, come fornitore della rete cellulare per la soluzione telematica Mopar Connect.

CHI E’ TRANSATEL

Fondata nel 2000, Transatel fornisce servizi di telefonia mobile mobile come abilitatore di rete virtuale mobile. La società opera a livello globale con un’infrastruttura tecnica basata su cloud in Francia, nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

I SOCI

Fondata da Jacques Bonifay e Bertrand Salomon, nel 2000, la maggioranza della società è stata acquisita nel 2019 dal gigante giapponese NTT, che ne diventerà unico proprietario nell’arco dei prossimi 3 anni.

IL COMMENTO DEL CEO DI TRANSATEL

“Transatel connette una moltitudine di ‘oggetti’ diversi: da aerei, moto, camion e gru, fino ad arrivare a laptop, tablet e telecamere di sicurezza. Siamo entusiasti che Fiat Chrysler Automobiles abbia scelto Transatel per collegare i suoi veicoli, sempre alla moda e dal design elegante e raffinato, e per introdurre il servizio Transatel Ubigi WiFi a bordo”, ha affermato Jacques Bonifay, Ceo di Transatel.

IL MAXI INVESTIMENTO IN ITALIA DI FCA

FCA, si legge nel comunicato FIM, UILM, FISMIC, UGLM e AQCF, in una riunione con i sindacati ha promesso che a inizio 2020 partirà il cantiere per l’allestimento della linea di monitoraggio della nuova vettura del segmento CUV, nota come Tonale, e che proseguiranno gli investimenti necessari alla produzione della Panda anche nella nuova versione ibrida.

“Il lancio del Tonale è previsto per metà 2021, mentre già ad inizio del prossimo anno sarà messa sul mercato la Panda Mild Hybrid. L’investimento complessivo ammonterà a una cifra che si avvicinerà a un miliardo di euro, anche se l’ammontare esatto potrà essere determinato solo a posteriori”, specificano i sindacati.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati