Mobilità

Ecco come i commissari Alitalia tamponano i vertici delle Ferrovie

di

Che cosa hanno detto oggi i commissari di Alitalia, nel corso dell’audizione parlamentare su presente e futuro della compagnia aerea

Tensioni latenti fra commissari Alitalia e vertici delle Ferrovie sul futuro della compagnia aerea.

LE PAROLE DEL COMMISSARIO ALITALIA SU FS

“E’ fondamentale che Fs prenda una decisione finale sul futuro di Alitalia, o si danno da fare e ci portano una richiesta di proroga supportata da documenti inoppugnabili o rinuncino”. Così il commissario Daniele Discepolo, nel corso dell’audizione sulla situazione della compagnia nelle commissioni Attività produttive e Trasporti della Camera, insieme agli altri due commissari. E anticipa che se verrà chiesta una proroga, sarà “brevissima, massimo 3-4 settimane”.

LE ATTESE DEI COMMISSARI ALITALIA

Dopo aver fatto rilevare che grazie al lavoro della gestione commissariale l’azienda è ora “assolutamente appetibile per una cessione che auspichiamo”, Discepolo ha riferito che “nonostante” le note di agenzia, i commissari “oggettivamente” non hanno avuto da Fs indicazioni “precise e concrete sullo sviluppo” delle strategie portate avanti. Anche se, ha detto, “sappiamo che ci sono delle interlocuzioni da parte di Fs con soggetti imprenditoriali che sono interessati ad Alitalia”. Discepolo ha quindi osservato che “il termine del 31 marzo” posto per la presentazione del piano industriale da parte di Fs “deve essere messo in relazione al termine del 30 giugno per il rimborso del prestito-ponte”.

IL FUTURO DELLA GESTIONE COMMISSARIALE ALITALIA

Per il commissario, comunque, “la gestione commissariale non può andare avanti all’infinito, ci sono decisioni strategiche da prendere” con i nuovi proprietari. E la legge, ha ricordato, impone ai “commissari che non riescono a cedere la compagnia di metterla in liquidazione”.

IPOTESI PARTNER DELTA E RUOLO DEL TESORO

“Vedo l’interesse di Delta Airlines come l’interesse del vettore più importante al mondo”, ha detto il commissario straordinario Alitalia, Enrico Laghi, precisando peraltro di non voler interferire nei colloqui in atto da parte di Fs. Quanto alla presenza del ministero dell’Economia, o di sue società controllate, nella compagnia “la vedo come un elemento di garanzia dell’allineamento di interessi all’interno di un sistema di alleanze”. I commissari Alitalia sono stati ascoltati dalle commissioni Attività produttive e Trasporti della Camera per un’audizione sulle prospettive dell’azienda.

I NUMERI AGGIORNATI DI ALITALIA

Alitalia a fine febbraio aveva in cassa 486 milioni di euro, in leggera ripresa su gennaio (al 31 dicembre il dato indicava 506 milioni). Risorse che si sommano a 193 milioni di depositi. Lo ha riferito il commissario straordinario Alitalia, Stefano Paleari, nell’audizione sulla situazione dell’azienda davanti alle commissioni Attività produttive e Trasporti della Camera. Quanto all’andamento dei passeggeri, nel 2019 la compagnia prevede “quasi 3 milioni di passeggeri sul lungo raggio” e registra “dopo anni di decrescita, una leggera crescita sull’aeroporto di Linate”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati