Mobilità

Covid Fincantieri, cosa succede nelle ditte d’appalto?

di

Fincantieri

“Covid, aumentano i contagi. Chiediamo in ogni cantiere interventi più incisivi”. L’intervento di Massimiliano Nobis, segretario nazionale Fim Cisl, e Mauro Masci, coordinatore nazionale gruppo Fincantieri, sui cantieri di Sestri, Monfalcone, Marghera e Ancona.

 

Il grande lavoro di prevenzione, controllo e monitoraggio fatto in entrata all’ingresso delle sedi e dei cantieri ha permesso il contenimento del fenomeno ed il riscontro dei casi di positività che hanno riguardato quasi esclusivamente le ditte d’appalto, mentre la situazione dei lavoratori diretti Fincantieri è sostanzialmente stabile.

Le situazioni che destano più preoccupazione sono i cantieri Sestri, Monfalcone, Marghera e Ancona.

L’azienda in accordo con le Asl sta mettendo in campo tutti gli interventi previsti dai protocolli condivisi.

Insieme agli RLS e le RSU si sta facendo un grandissimo lavoro a tutela di tutti i lavoratori, serve però, uno sforzo ulteriore da parte delle Unità Sanitarie Locali, affinché si possa arrivare ad un controllo più efficace dei casi di positività individuando le modalità più efficaci (ad esempio test sierologici) per garantire le necessarie condizioni di isolamento richieste.

Continueremo, in questa fase, a tenere alta l’attenzione, in particolare in vista della stagione invernale sarà necessario che tutto continui a funzionare al meglio, nel rispetto massimo della sicurezza e della prevenzione al contagio di Covid-19, e nell’interesse generale aziendale e di tutte le maestranze e i loro familiari.

Massimiliano Nobis, segretario nazionale Fim Cisl, e Mauro Masci, coordinatore nazionale gruppo Fincantieri

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati