skip to Main Content

Tesla

Così Musk pasticcia coi prezzi delle Tesla

Dopo i maxi tagli di alcuni modelli, i prezzi delle Tesla tornano a salire. Che sta succedendo?

Nei giorni scorsi vi abbiamo già detto che Tesla sembra voler iniziare una vera e propria guerra dei prezzi per continuare a dominare il mercato dell’auto elettrica. Del resto Elon Musk, patron dell’ex startup, sa bene che questo sarà l’anno dell’arrivo in Occidente dei marchi asiatici, cinesi in primis e che proprio in Cina la decisione di Pechino di chiudere il rubinetto degli incentivi sta spingendo le varie Case a tagliare i listini per evitare la stagnazione di un intero mercato. Tuttavia, c’è stato un nuovo intervento sui prezzi di Tesla che ha sorpreso un po’ tutti. Ma andiamo con ordine.

PREZZI TESLA SEMPRE PIU’ FOLLI?

Qualche giorno fa Tesla ha tagliato anche in Italia i prezzi dei propri modelli, sulla scia di quanto fatto in Cina e negli Stati Uniti. Senza modifiche a dotazioni e caratteristiche, la Model 3 ora può essere acquistata a partire da 44.990 euro, mentre la Model Y è offerta a 46.990 euro: con un price-cut monstre di 12.500 euro per la Model 3 e di 3.000 euro sulla Model Y.

Subito dopo il maxi taglio, la Model Y Long Range americana è stata riproposta sul mercato a stelle e strisce con un ritocco all’insù di 500 dollari, seguito da un ulteriore aggiustamento che ha portato a un aumento di altri 1.500 dollari. Dopo il price-cut monstre di 13.000 dollari che ha fatto infuriare gli utenti che avevano comprato il modello  a prezzo pieno, c’è stato dunque un rincaro di 2.000 dollari in totale. Il taglio salvo nuovi interventi è dunque di 11mila dollari: mai come in questo caso è stato fortunato chi è corsa ad acquistarla. E non è nemmeno il solo intervento: la Model Y Performance invece è stata rincarata di 1.000 dollari.

Discorso opposto per la Tesla Model 3 RWD il cui prezzo di listino è sceso di 500 dollari. Non è un mistero che con questi ritocchi la Casa texana stia provando a dirottare le vendite della versione a trazione posteriore con gli ordini della Long Range attualmente bloccati per le troppe richieste. Certo è che questo ottovolante dei prezzi Tesla, degno delle giornate più caotiche sui mercati finanziari, potrebbe allontanare parecchi interessati o spingerli comunque ad attendere ulteriori, improvvisi, ribassi. E domani a quanto sarà venuta una Tesla? Solo Musk può dirlo…

Back To Top