Mobilità, Mobilità elettrica

Come Enel si elettrizzerà in Cina

di

enel x pagamenti october

Enel X sbarca in Cina per sfruttare l’ascesa asiatica dell’e-mobility. Offrirà infrastrutture e servizi vehicle-grid 


Enel X sfreccia in Cina. L’azienda energetica italiana ha inaugurato a Shanghai un ufficio dedicato alla e-Mobility per portare, in un mercato dal grandissimo potenziale, infrastrutture e sistemi per veicoli full electric.

Andiamo per gradi.

COSA FARA’ ENEL X IN CINA

Enel X, controllata del gruppo Enel che si occupa dei servizi energetici avanzati, ha aperto in Cina un ufficio dedicato alla e-Mobility.

La società, che ha scelto come sede principale Shanghai, si propone di distribuire infrastrutture di ricarica, sistemi e piattaforme per i veicoli full electric e ibridi, sfruttando il rapido sviluppo del trasporto sostenibile nel Paese. L’ufficio cinese offrirà anche servizi vehicle-grid a supporto di reti intelligenti e prodotti del mercato dell’elettricità.

I PRIMI PASSI DI ENEL X

Enel X China ha già mosso i primi passi in terra cinese e stretto rapporti con diversi produttori di automobili cinesi e globali, flotte aziendali, nonché con operatori che gestiscono immobili commerciali per introdurre soluzioni di ricarica che utilizzano la tecnologia JuiceBox.

OBIETTIVO: CONQUISTARE UN MERCATO DAL GRANDE POTENZIALE

Obiettivo? Conquistare un mercato in rapida ascesa e dal grande potenziale.

“La Cina è il mercato più ampio in termini di veicoli elettrici, con un percorso di sviluppo ambizioso e straordinario. Crediamo che Enel X possa dare un contributo significativo per raggiungere gli obiettivi sostenibili del Paese, fornendo le più recenti tecnologie disponibili nel settore e collaborando con gli operatori di mercato per stimolare la tendenza inarrestabile all’adozione della mobilità elettrica, soddisfacendo le esigenze immediate e contribuendo al contempo a offrire una maggiore stabilità nel futuro”, ha commentato Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X.

LE MOSSE DI ENEL X IN ITALIA

Enel X è sempre più attiva anche in Italia. L’azienda, solo poche settimane fa ha lanciato sul mercato la JuiceBox, l’infrastruttura di ricarica privata per veicoli elettrici da installare nei garage e posti auto.

ENEL X ED I PAGAMENTI

In Italia, la società guidata da Francesco Venturini è decisa anche a conquistare il mercato dei pagamenti digitali.

Enel X tramite la controllata Enel X Financial Services, un Istituto di Moneta Elettronica (EMI) autorizzato dalla Banca d’Italia nel dicembre 2018, che fornisce soluzioni di pagamento a consumatori e imprese, ha lanciato l’app Enel X Pay, attraverso cui pagare la bolletta.

Non solo. L’utente, previa registrazione, potrà anche usufruire di un conto corrente digitale, con un proprio Iban, e di una eventuale carta di debito prepagata.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati