Mobilità

Che cosa succede in Autostrade per l’Italia e a Castellucci. Fatti, numeri, commenti e scenari

di

Il punto aggiornato su Autostrade per l’Italia (con tweet puntuti del prof. Ugo Arrigo)

 

Altro ko in Borsa per Atlantia dopo l’arresto di tre dirigenti delle controllate Aspi e Spea (e altre misure cautelari a carico di sei persone) per i rapporti sullo stato di manutenzione di alcuni viadotti della linee autostradali gestite dalle società della holding.

GLI ARRESTI IN AUTOSTRADE E SPEA

Le misure rientrano nell’ambito di un nuovo procedimento penale aperto dalla Procura di Genova nei confronti di dirigenti e tecnici di Aspi e Spea per presunta attività di falso nei rapporti riguardanti le condizioni e le criticità di alcuni viadotti autostradali.

I TONFI IN BORSA PER ATLANTIA

Dopo il -8% di venerdì scorso, le azioni oggi hanno registrato un tonfo del 7,8%, minimi da febbraio scorso.

LA REVOCA EVOCATA DA DI MAIO

A pesare, anche le reiterate dichiarazioni del capo politico del M5S, Luigi Di Maio, che è tornato a parlare di revoca dopo gli sviluppi dell’inchiesta sui report falsificati relativi ad alcuni viadotti.

I CDA IN PROGRAMMA

Oggi sono in programma due consigli di amministrazione, quello della controllata Autostrade per l’Italia e quello dell’azionista di riferimento Edizione: secondo le ricostruzioni di stampa e’ possibile che le riunioni odierne possano riguardare (nel caso di Edizione) anche un ricambio ai vertici della holding quotata con la figura del ceo, Giovanni Castellucci, in bilico.

CASTELLUCCI IN BILICO?

La stessa Edizione della famiglia Benetton ha annunciato iniziative a salvaguardia delle controllate. L’uscita del manager però, osservano diversi organi di informazione, sarebbe delicata sia per il ruolo chiave di Castellucci nell’integrazione con Abertis sia per il dossier Alitalia.

I RUMORS DEL SOLE 24 ORE SU CASTELLUCCI

Giovanni Castellucci ha chiesto al presidente Atlantia, Fabio Cerchiai, la convocazione di un cda straordinario della holding. Lo anticipa il sito de Il Sole 24 Ore. “Secondo fonti finanziarie – ricostruisce il sito – il numero uno ha deciso di assecondare la richiesta e per questo il board è stato inserito in agenda per domani pomeriggio”. Sul tavolo, le delicate questioni di governance a valle dei recenti sviluppi legali che hanno coinvolto la controllata Autostrade per l’Italia. Vicende che a questo punto sembrano imporre una svolta strutturale al vertice della compagnia. Il mercato guarda in particolare con attenzione alle possibili dimissioni del ceo Castellucci, rispetto al quale non si hanno al momento conferme.

IL REPORT DI EQUITA

“La situazione è più complessa di quanto appariva. Attendiamo di verificare le decisioni che saranno assunte dai CdA di Aspi (Autostrade per l’Italia) ed Edizione Holding per avere un quadro più completo e valutare come agire” sottolinea Equita Sim che mantiene al momento la raccomandazione “buy” sul titolo.

IL GIUDIZIO DI UBS

Posizione di attesa anche per gli analisti di Ubs (anch’essi “buy” sul titolo) che non nascondono tuttavia come gli ulteriori sviluppi possano influenzare negativamente i negoziati con il ministero delle Infrastrutture sulla revisione delle concessioni che il Governo intende perseguire. Nel week end intanto Edizione aveva smentito le ipotesi di una possibile cessione allo studio di Autostrade per l’Italia.

L’IDEA DEL PROF. UGO ARRIGO

(articolo aggiornato alle ore 17,30)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati