Mobilità

Che cosa non va nei conti di Lufthansa

di

Lufthansa

Lufthansa ha registrato una perdita netta di 3,6 miliardi nel primo semestre. La compagnia aerea controllata dallo Stato tedesco dovrà tagliare il personale. Ecco fatti, numeri e scenari alla luce della relazione semestrale

Turbolenze economiche per Lufthansa: la compagnia tedesca che vede nell’azionariato anche lo Stato sarà costretta anche a licenziare per ristabilire l’equilibrio economico. Ecco fatti, numeri e scenari alla luce della relazione semestrale della compagnia aerea.

Lufthansa ha registrato una perdita netta di 3,6 miliardi nel primo semestre, di cui 1,5 miliardi nel secondo trimestre, quando la pandemia di Covid-19 aveva causato il blocco del trasporto aereo globale.

LA RELAZIONE SEMESTRALE

La compagnia aerea, che ha registrato un calo del numero di passeggeri del 96% su anno nel periodo da aprile a giugno, prevede anche un risultato operativo “fortemente” negativo nella seconda metà dell’anno, nonostante l’aumento dell’offerta, a quasi il 50% del livello pre-crisi nel quarto trimestre, rispetto al 20% di luglio.

TAGLI AL PERSONALE LUFTHANSA

Lufthansa ritiene oramai “irrealistico” evitare licenziamenti nel piano che prevede 22 mila posti in meno: “Vista l’evoluzione del trasporto aereo e le negoziazioni con le parti sociali, l’obiettivo di evitare licenziamenti grazie a prepensionamenti, uscite volontarie, aumento dei part-time o riduzione di salari, e’ diventato irrealistico”, spiega la società, riferendo che 8.000 dipendenti hanno già lasciato il gruppo.

COME VA LA DIVISIONE MANUTENZIONE

Con 1,5 miliardi, la divisione manutenzione aeronautica e il ramo cargo da sole hanno contribuito maggiormente alla tenuta dei ricavi, che sono scesi dell’80% a 1,9 miliardi in totale. In sei mesi sono scesi del 52%.

IL RUOLO DELLO STATO TEDESCO

La società, di cui lo stato tedesco è diventato il principale azionista nell’ambito di un piano di salvataggio da 9 miliardi, prevede di tagliare 22.000 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno attraverso un vasto programma di risparmio volto ad aumentare la produttività del 15%.

LO STATO DELLA FLOTTA

La flotta, attualmente composta da 760 aerei, sarà ridotta di oltre un centinaio di aeromobili, il consiglio di amministrazione sarà ridotto e il 20% delle posizioni di gestione sarà eliminato.

LE PAROLE DEL CAPO AZIENDA DI LUFTHANSA

“Stiamo vivendo uno strappo nel trasporto aereo globale”, ha commentato il numero uno Carsten Spohr, che non prevede “fino al 2024” che il traffico tornera’ al livello precedente alla pandemia. Da fine di giugno, meta’ degli aerei sono tornati in aria.

NUMERI E PROSPETTIVE

Tra la fine di marzo e la fine di giugno Lufthansa ha visto evaporare 1,4 miliardi di contanti, principalmente a causa di rimborsi ai clienti, che hanno raggiunto il livello senza precedenti di 2 miliardi. Gli azionisti di Lufthansa avevano approvato il 25 giugno il piano di salvataggio negoziato con lo Stato tedesco e la Commissione europea, ricorda Radiocor.

TAPPE E NUMERI

Dall’inizio di luglio, il gruppo ha così ottenuto 2,3 miliardi di liquidità: 300 milioni dall’aumento di capitale dello Stato, un miliardo di prestiti garantiti e un miliardo di fondi pubblici senza diritto di voto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati