skip to Main Content
ads

Atlantia, cosa prevede il piano all green

Atlantia

Atlantia: come si compone il nuovo vertice e quali sono i punti salienti del piano sulla decarbonizzazione

 

Nuovo vertice e piano all green. Ecco alcune delle principali novità emerse dall’assemblea e dal cda di Atlantia.

Ecco tutti i dettagli.

GLI OBIETTIVI DEL PIANO DI AZIONE PER IL CLIMA DI ATLANTIA

L’assemblea dei soci di Atlantia, la società di infrastrutture autostradali e aeroportuali, ha approvato il “Piano di azione per il clima” col 98,22% dei voti. Lo rende noto il gruppo, sottolineando che è “la prima volta che in Italia viene portato al voto dell’assemblea dei soci il Piano di decarbonizzazione”.

Il Piano d’Azione per il Clima illustra “l’impegno” di Atlantia nel contrasto al cambiamento climatico attraverso “obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra” di breve, medio e lungo termine e le azioni pianificate per raggiungerli, “abilitando la transizione verso una mobilità a basse emissioni” . Il “CAP” rispetto agli impegni di “azzerare” le emissioni dirette di CO2 delle infrastrutture di Attribuzione “entro il 2 impegni agli impegni agli accordi dell’Accordo di Parigi sul Clima”, spiega il gruppo.

I DETTAGLI

Il Climate Action Plan di Atlantia – approvato dall’assemblea – contiene la strategia e gli investimenti per realizzare gli obbiettivi di sostenibilità dell’intero Gruppo, con l’impegno di portare le attività in portafoglio a zero emissioni dirette entro il 2040, anticipando dunque di 10 anni gli impegni dell’Accordo di Parigi sul Clima.

Il Climate Action Plan prevede una trasformazione dei processi industriali e delle attività operative attraverso alcune direttrici principali che il Gruppo sta attuando nei vari Paesi del mondo in cui opera:

• progressiva elettrificazione – ad esempio si sta attuando un programma pluriennale di sostituzione di oltre 3.000 mezzi leggeri e pesanti.
• crescente utilizzo di energia da fonti rinnovabili – ad esempio a Fiumicino l’energia sarà autoprodotta grazie all’investimento nella solar farm più grande in Europa in un aeroporto; inoltre, l’energia sarà immagazzinata utilizzando batterie di seconda mano, per garantire un accumulo utile agli orari notturni.
• minori consumi, puntando all’efficienza energetica di sistemi di illuminazione e edifici – è previsto un piano di sostituzione di oltre 50.000 sistemi di illuminazione tradizionale con tecnologia LED.
• coinvolgimento della catena di fornitura per la ricerca di materiali a minore impatto ambientale da usare per l’ammodernamento e la manutenzione delle infrastrutture.
• promozione della circolarità dei materiali usati, del loro riutilizzo e riciclo – già oggi viene riciclato il 90% dei rifiuti prodotti negli aeroporti del Gruppo e il 65% nel settore autostradale.

MASSOLO NUOVO PRESIDENTE DI ATLANTIA

Si è riunito oggi per la prima volta, sotto la presidenza dell’ambasciatore Giampiero Massolo, il consiglio di amministrazione di Atlantia, nominato dall’assemblea degli azionisti svoltasi in dati odierna. Il consiglio ha nominato Carlo Bertazzo quale amministratore delegato e direttore generale della società, nonché conferito alcune deleghe esecutive al presidente del consiglio di amministrazione in materia di comunicazione, relazioni istituzionali e sicurezza aziendale. Giampiero Massolo presidente di Atlantia SpA.

Massolo è presidente dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) dal gennaio 2017. Dal maggio 2016 è stato presidente di Fincantieri SpA. Tra il maggio 2012 e il maggio 2016, è stato direttore generale del dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza (DIS) presso la presidenza del Consiglio dei ministri. Nel settembre 2007 ha assunto l’incarico di segretario generale del ministero degli Esteri. Dall’aprile 2008 al dicembre 2009 ha svolto altresì la funzione di rappresentante personale (Sherpa) del presidente del Consiglio per il G8 e per il G20. Al ministero degli Esteri, ha ricoperto inoltre – tra il 1996 e il 2007 – gli incarichi di capo del servizio stampa, direttore generale per gli Affari politici, direttore generale per il Personale, capo di gabinetto. È stato nominato ambasciatore nel gennaio 2006. Dal giugno 1994 al maggio 1996 è stato capo della segreteria del presidente del Consiglio.

CARLO BERTAZZO AMMINISTRATORE DELEGATO

Carlo Bertazzo, confermato oggi alla guida di Atlantia SpA, è diventato amministratore delegato e direttore generale della società a gennaio 2020. A giugno 2021 ha presentato al mercato le linee guida della nuova strategia di Atlantia, finalizzate a trasformare la società in un operatore di mobilità integrata e sostenibile.

Bertazzo si è laureato in Economia aziendale all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha iniziato la sua carriera nel 1990 presso la Banca commerciale italiana (ora Intesa Sanpaolo) e, nel 1991, è passato alla direzione investimenti di IFI (ora EXOR, la holding della famiglia Agnelli) dove è rimasto fino al 1994. Ha lavorato in Edizione dal 1994 al 2019 – prima come DG e, nell’ultimo anno, come CEO – dove ha svolto un ruolo chiave nel processo di diversificazione degli investimenti, gestendo le acquisizioni di Autogrill e di Supermercati Generali (1995) e Atlantia (2000), oltre che le partecipazioni in Telecom Italia (2001), Gemina (2005, poi diventata Aeroporti di Roma e confluita in Atlantia nel 2013) e Cellnex (2018).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore