Mobilità

Apple e Hyundai sgommeranno sulle auto elettriche a guida autonoma?

di

Apple Hyundai

Potrebbe essere Hyundai il partner automobilistico per affiancare Apple nel progetto della sua auto elettrica ad alta tecnologia. Fatti, numeri, indiscrezioni e curiosità

 

Il produttore di iPhone potrebbe aver già trovato una casa automobilistica come partner per la sua auto elettrica.

La Hyundai Motor ha confermato venerdì che è in trattativa con Apple, dopo che i media locali hanno riferito che le aziende stavano discutendo di un legame tra auto elettrica e batteria.

La notizia arriva settimane dopo che Reuters ha riferito che Apple stava andando avanti con la tecnologia delle auto a guida autonoma e mirava a produrre un veicolo passeggeri che potesse includere la propria tecnologia delle batterie rivoluzionaria già nel 2024.

Poco dopo il gruppo automobilistico sudcoreano ha minimizzato i rapporti secondo cui è in trattative con Apple per la produzione di un veicolo elettrico autonomo. La società ha dichiarato che le discussioni sono ancora nella “fase iniziale” e ancora indecise.

Ma la notizia di un potenziale legame (per quanto provvisorio) con Apple, nota per aver tenuto sotto stretto controllo gli accordi prima che fossero annunciati, è stata sufficiente per far salire venerdì le azioni di Hyundai Motor Company su oltre il 20% alla Borsa Coreana.

Tutti i dettagli.

I RUMORS SULLA TRATTATIVA

Apple e Hyundai starebbero discutendo per sviluppare veicoli elettrici a guida autonoma entro il 2027 e sviluppare batterie presso le fabbriche statunitensi gestite da Hyundai o dalla sua affiliata Kia Motors Corp.

A diffondere inizialmente la notizia ci ha pensato il quotidiano economico sudcoreano Korea Economic Daily, che aveva ripreso i “rumors” su una collaborazione produttiva.

IL BALZO IN BORSA

Le azioni del gruppo Hyundai sono aumentate alla borsa di Seoul. Hyundai Motor è volata del 20,63%, Hyundai Wia ha fatto + 24,72%, Hyundai Mobis + 22,17% e Hyundai Glovis +2,76%.

I titoli dell’affiliata Kia Motors, secondo produttore di auto in Corea del Sud, sono balzate dell’11,90%. Il titolo Apple, che aveva già beneficiato settimane fa di indiscrezioni sulla produzione di una Apple Car, è salito nell’afterhours dello 0,58%, dopo il balzo del 3,41% della sessione della vigilia.

CHE HA TIRATO SU HYUNDAI

L’impennata del prezzo delle azioni della casa automobilistica sudcoreana di venerdì ha aggiunto quasi 8 miliardi di dollari al valore di mercato di Hyundai.

LA DICHIARAZIONE DI HYUNDAI…

La conferma è arrivata dopo che il quotidiano economico sudcoreano Korea Economic Daily ha riportato indiscrezioni secondo cui Apple avrebbe suggerito l’alleanza portando Hyundai Motor a considerare i termini di un eventuale accordo.

La novità nella vicenda è che dopo l’articolo è stata la stessa Hyundai a dare una conferma ufficiale. Nella prima stesura, recitava: ”Siamo a conoscenza che Apple è in discussione con diverse Case automobilistiche globali, tra cui Hyundai Motor. Poiché la trattativa è nella fase iniziale, nulla è stato deciso”.

RIVISTA POI DALLA CASA AUTOMOBILISTICA SUDCOREANA

Questa affermazione, abbastanza sorprendente, contrastava però — secondo Autoevolution — con il codice di riservatezza di Apple. Così Hyundai ha rivisto il comunicato che è diventato (facendo sparire il nome Apple) ”Abbiamo ricevuto richieste di potenziale collaborazione da varie aziende per quanto riguarda lo sviluppo di veicoli elettrici autonomi. Non sono state prese decisioni poiché le discussioni sono nella fase iniziale”.

“Sappiamo che Apple ha avviato discussioni con diversi produttori globali di auto, inclusa Hyundai Motor. Visto che le trattative si trovano allo stadio iniziale, niente è stato ancora deciso”, ha precisato alla Cnbc Chery Kang, portavoce di Hyundai.

IL PROJECT TITAN DEL COLOSSO DI CUPERTINO

Il mese scorso, Reuters ha riferito che l’iniziativa automobilistica di Apple, chiamata Project Titan, è ancora in corso, con l’intenzione di sviluppare un veicolo passeggeri elettrico autonomo. Ma il lancio dell’auto non è previsto fino al 2024.

 Secondo l’analista Ming-chi Kuo, noto esperto della società di Cupertino, il lancio commerciale dell’auto elettrica targata Apple potrebbe anche slittare al 2028 e oltre.

L’ELETTRICO SECONDO HYUNDAI

Come ricorda TechCrunch, Hyundai ha lanciato il proprio marchio di veicoli elettrici, Ioniq, nell’agosto 2020. L’obiettivo è di portare sul mercato tre veicoli completamente elettrici nei prossimi quattro anni. Ciò si inserisce nella strategia di vendere un milione di veicoli elettrici a batteria e prendere una quota del 10% di il mercato dei veicoli elettrici entro il 2025.

SCENARI DELLA PARTNERSHIP TRA HYUNDAI E APPLE SULL’AUTO ELETTRICA

Non va dimenticato che Hyundai e Apple lavorano già insieme su CarPlay, il software Apple per collegare gli iPhone ai veicoli di una varietà di case automobilistiche.

Il Gruppo Hyundai, anche attraverso la sua divisione Mobis — specializzata in componentistica high tech — potrebbe aiutare Apple nel realizzare un’auto elettrica, parzialmente o completamente autonoma, con maggiore facilità rispetto ad altri partners.

COSA PENSANO GLI ANALISTI

Non sono sicuro che sia una buona strategia per le case automobilistiche diventare come il Foxconn di Apple”, ha commentato a Reuters Jeong Yun-woo, ex designer di Hyundai e professore all’UNIST in Corea del Sud. Secondo l’ex designer di Hyundai “le case automobilistiche corrono il rischio di perdere il controllo a favore delle aziende tecnologiche”.

Secondo gli analisti Apple potrebbe essere interessata a utilizzare la piattaforma per auto elettriche di Hyundai per ridurre i costi per sviluppare e realizzare veicoli.

LA SFIDA A TESLA

Un’auto elettrica a marchio Apple potrebbe rappresentare una grande sfida per Tesla. Non è ancora chiaro chi assemblerebbe un’auto del genere, ma gli analisti sono convinti che Apple si affidi a un partner, rinunciando alla produzione in-house.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati