skip to Main Content

Cosa significa il sorpasso di Amazon su FedEx

Amazon Fedex

Amazon supera FedEx e diventa la terza società di spedizione pacchi più grande negli Stati Uniti. Nei piani ci sarebbe la creazione di una società che offre servizi di consegna ad aziende terze. Tutti i dettagli

 

Amazon ha superato FedEx, diventando la terza società di spedizione pacchi negli Stati Uniti. È un fatto rilevantissimo perché, come fa notare Quartz, Amazon è entrata nel mercato americano delle consegne solo nel 2014.

IERI E OGGI

Al tempo la quota di Amazon era appena dello 0,2 per cento. Oggi invece la società controlla un quinto del mercato delle consegne pacchi del paese, ed è peraltro sulla buona strada per superare un’altra storica azienda americana del settore, UPS, e perfino lo USPS, cioè il servizio postale degli Stati Uniti.

I DATI

Stando agli ultimi dati diffusi dall’azienda di servizi per la logistica Pitney Bowes, Amazon – azienda generalmente associata all’omonima piattaforma di commercio elettronico – ha superato FedEx in quanto a volumi di consegne pacchi gestiti. Attualmente, l’unico operatore privato più grande sul mercato statunitense è UPS.

amazon fedex
Il grafico mostra i volumi di pacchi gestiti da FedEx, Amazon, UPS e USPS. Via Quartz.

CAMBIO DI STRATEGIA

Fino a non molti anni fa, Amazon si affidava moltissimo ai servizi di FedEx e di UPS per il trasporto dei pacchi ai clienti del suo e-commerce. A innescare il cambio di strategia fu il disastro logistico del 2013, quando i due spedizionieri non riuscirono a gestire il volume degli ordini effettuati sulla piattaforma di Amazon durante il periodo di shopping intensivo che precede il Natale, causando ritardi diffusi nella consegna a domicilio delle merci.

Dal 2014, dunque, Amazon accelerò con la costruzione dei suoi centri di distribuzione e con la creazione di una flotta di veicoli (aerei cargo, camion, furgoni). Da allora la società ha progressivamente ridotto la sua dipendenza da FedEx e UPS per affidare le operazioni di consegna alla propria divisione di logistica.

E IL FUTURO?

Per il momento, Amazon si occupa di trasportare i propri pacchi, cioè i prodotti acquistati sull’e-commerce. Ma la crescita esplosiva del mercato americano delle consegne potrebbe spingere la società a diventare un’azienda di spedizioni a tutto tondo, che gestisca anche i carichi di altri.

Come scrive Quartz, nei prossimi mesi Amazon potrebbe lanciare negli Stati Uniti una sussidiaria che offrirà i suoi suoi servizi di corriere espresso ad altre società, concorrendo direttamente con UPS e FedEx. In sostanza, il gruppo punta a replicare quanto già fatto – con successo – con Amazon Web Services, la divisione che si occupa di fornire servizi di cloud computing a terze parti.

I NUMERI DI AMAZON LOGISTICS

Amazon Logistics, la divisione di Amazon focalizzata sulle consegne, è già grande abbastanza da soddisfare gran parte del fabbisogno interno della società: gestisce i due terzi delle consegne di pacchi totali. Ma Amazon la sta potenziando ancora, attraverso investimenti massicci nell’infrastruttura di logistica: sta acquistando decine di aerei da carico, gestendo impianti di movimentazione delle merci, assumendo 125mila nuovi guidatori e magazzinieri negli Stati Uniti.

I PROFITTI DI AMAZON LOGISTICS

Benché sia più grande di FedEx in quanto a volumi gestiti, Amazon Logistics non raccoglie le stesse entrate. FedEx, ad esempio, ricava 17,9 dollari per ogni consegna effettuata, contro i 12,1 di UPS; Amazon Logistics si ferma a 4,2 dollari. Ma il divario potrebbe benissimo spiegarsi – come in effetti suggerisce Quartz – con il fatto che Amazon Logistics offre tariffe molto più basse di quelle di mercato ad Amazon, la società madre nonché sua cliente principale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore