.Smart City / Mobilità, Mobilità

Ryanair abbassa le tariffe, grazie al calo del petrolio

di

Ryanair

Ryanair annuncia tagli alle tariffe nei prossimi due anni del 10-15% per via del calo dei prezzi del petrolio. L’annuncio è stato dato in un’intervista dal leader della compagnia Michael O’Leary, la tariffa media di un volo Ryanair sarà intorno ai 40 euro nel 2016.

Il prezzo del petrolio scende? Ryanair sembra essere l’unica ad accorgersene. In un’intervista rilasciata al settimanale francese ‘Le Journal du Dimanche’ il Chief Executive della celebre compagnia low cost, Michael O’Leary ha promesso tagli sul prezzo dei biglietti da qui al 2016. Alla domanda se le tariffe della compagnia possano scendere ulteriormente il manager irlandese ha risposto: «Assolutamente, di almeno il 10-15 per cento nel corso dei prossimi due anni. Nel 2016 la nostra tariffa media dell’aria potrebbe essere a 40 euro. Questo è il risultato del calo del prezzo del petrolio che noi andremo a recuperare».

Michael O’Leary persegue «Continuiamo inoltre ad aumentare il numero di passeggeri che portiamo e ridurre i costi. I nostri nuovi aeromobili sono dotati di motori che consumano in media il 18% in meno di carburante. Essi hanno anche una maggior numero di posti e quindi più capacità. E dal punto di vista degli aeroporti, possiamo continuare ad ottenere tariffe interessanti tassi da parte di coloro che si vogliono sviluppare», «attualmente la tariffa media è di 46 euro – prosegue O’Leary – contro i 170 euro delle altre compagnie».

 Alla domanda di dove voglia andare a tagliare i costi per mantenere i prezzi più bassi in manager risponde: «Come può un supermercato che vende carta igienica a un prezzo, e altri tre isolati di distanza, la metà del prezzo? E ‘tutta una questione di volume. L’anno scorso abbiamo realizzato 800 milioni di profitto. Far pagare i biglietti ad un prezzo elevato non è mai stato una garanzia di maggiore sicurezza».

Voli low cost per gli States. Le smentite.

Qualche tempo fa alcune voci volevano la compagnia interessata all’apertura di rotte low cost verso gli Stati Uniti. Accolta con entusiasmo nei social è stata prontamente smentita dal O’Leary in un’ intervista al Financial Times e tacciata come «miscommunication». Per chi ancora stesse aspettando voli Ryanair per gli States si disilluda.

Ryanair

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati