Sanità

Regeneron, tutti i segreti dell’azienda che ha fornito gli anticorpi a Trump

di

Regeneron

Numeri, attività e curiosità su Regeneron, l’azienda Usa che produce il mix di anticorpi somministrati a Trump per la cura anti Covid.

 

Donald Trump, malato Covid-19, ha assunto una dose elevata di un cocktail di anticorpi sperimentali prodotto dall’americana Regeneron, azienda di biotecnologia il cui fondatore e Ceo, Leonard Schleifer, è amico del presidente americano. Trump era anche azionista di Regeneron.

UNA TERAPIA SPERIMENTALE PER TRUMP

Partiamo dai fatti. Donald Trump è stato curato con una terapia sperimentale a base di anticorpi policlonali prodotto dalla società di biotecnologie Regeneron. L’azienda ha fornito il farmaco su richiesta di “uso compassionevole” da parte dei medici del presidente.

Il mix terapeutico, REGN-COV2, si basa su due anticorpi che neutralizzano una versione del nuovo coronavirus in laboratorio.

FARMACO NON ANCORA APPROVATO

Il mix di anticorpi è in corso di sperimentazione di fase 3 e non è stato ancora approvato dalla Food and Drug Administration. I primi dati (non sottoposti a review) dimostrano che anticorpi policlonali sono sicuri, riducono la carica virale e migliorano i sintomi, si legge nel comunicato stampa.

SCELTA ETICA E SICURA?

É una terapia sicura, secondo Rino Rappuoli, coordinatore del Monoclonal Antibody Discovery Lab della Fondazione senese Toscana Life Sciences, che a Repubblica oggi ha detto: “Contro il cancro o le malattie autoimmuni gli anticorpi monoclonali vengono usati da almeno dieci anni. Sono sicuri, in fondo imitano gli anticorpi naturali”.

Ed oltre che sicuro è etico? “Diverse centinaia di volontari nei test hanno ricevuto il farmaco. A Trump è stato concesso per uso compassionevole. Da un punto di vista scientifico non è strano. Io se fossi infettato, lo prenderei”, ha detto Rappuoli.

VOLA IL TITOLO DI REGENERON

Etico o meno, il titolo di Regeneron, dopo che Donald Trump ha ricevuto il farmaco REGN-COV2, vola. Le azioni della società sono aumentate del 7% lunedì, portando il guadagno del titolo, da inizio anno, a oltre il 60%.

IL LEGAME TRUMP-REGENERON

Ma come Trump è arrivato a conoscere questa cura sperimentale? A rivelarlo è la Cnn. Il co-fondatore, presidente e ceo dell’azienda di biotecnologie, Leonard Schleifer, e il presidente Trump si conoscono. Il Ceo è membro del circolo di golf di Trump a Westchester, New York, e la sua società ha anche ricevuto 450 milioni di dollari di finanziamento dal governo Usa nel mese di luglio, per sviluppare rapidamente un vaccino e altri trattamenti per Covid-19.

TRUMP AZIONISTA DI REGENERON

Non solo. Donald Trump è stato anche azionista di Regeneron, (come di Gilead Sciences, produttore del farmaco antivirale Remdesivir che il presidente sta assumendo sempre per combattere il Covid).

Il possesso delle azioni compariva nella lista depositata da Donald Trump nel 2017, ma non sono più presenti nella dichiarazione del 2020.

REGENERON

Facciamo un passo indietro. La Regeneron è stata fondata, nel 1988, da Leonard S. Schleifer, giovane neurologo e assistente professore presso la Cornell University Medical College, e da George D.Yancopoulos, immunologo molecolare molto apprezzato alla Columbia University, lancia Regeneron.

L’azienda si occupa di biotecnologie, sviluppa farmaci e vaccini.

AZIONISTI

A soli 3 anni dalla fondazione, Regeneron ha debutta al Nasdaq. Tra gli azionisti compaiono Mediolanum international Funds, The Vanguard Group, Wellington Management, BlackRock e Polen Capital Management.

I NUMERI

I ricavi del secondo trimestre 2020 sono aumentati del 24%, a 1,95 miliardi di dollari, rispetto al secondo trimestre 2019. L’utile netto ha fatto un balzo del 365% a 897 milioni di dollari, contro i 193 milioni del 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati