skip to Main Content

Julius e Patapoutian, chi sono e cosa hanno scoperto i premi Nobel per la medicina

Premi Nobel Medicina

David Julius e Ardem Patapoutian hanno vinto il premio Nobel 2021 per la medicina grazie alle loro scoperte sui recettori della temperatura. Tutti i dettagli

Il premio Nobel 2021 per la Medicina è stato assegnato oggi agli scienziati americani David Julius e Ardem Patapoutian per le loro scoperte sui recettori della temperatura e del tatto.

LE SCOPERTE DI JULIUS E PATAPOUTIAN

Patrik Ernfors del comitato Nobel ha spiegato che David Julius ha utilizzato la capsicina, un componente attivo presente nei peperoncini, per identificare i sensori nervosi che fanno sì che la pelle risponda al calore. Julius è professore all’Università della California; si è laureato all’Istituto di tecnologia del Massachusetts (MIT), ha ottenuto un dottorato all’Università della California e un postdoc alla Columbia.

Ardem Patapoutian, invece, si è concentrato su alcuni sensori nelle cellule sensibili alla pressione che rispondono alla stimolazione meccanica. Nato a Beirut, in Libano, Patapoutian lavora all’istituto Scripps Research in California; si è laureato all’Università della California, ha ottenuto un dottorato all’Istituto di tecnologia della California e un postdoc all’Università della California.

IL COMMENTO DEL COMITATO NOBEL

Thomas Perlmann, segretario generale del comitato Nobel, ha detto che le scoperte dei due scienziati hanno svelato “uno dei segreti della natura” e parlato di “una scoperta molto importante e profonda” che riguarda “qualcosa di cruciale per la nostra sopravvivenza”, dato che la capacità di identificare una superficie e la sua temperatura è fondamentale per la specie umana.

Il tatto e la temperatura sono informazioni che “fluiscono continuamente dalla pelle e dagli altri tessuti profondi e ci connettono con il mondo esterno e interno”, oltre ad essere “essenziali per le azioni che compiamo senza sforzo e senza pensarci troppo”.

COSA HANNO VINTO

Julius e Patapoutian hanno vinto una medaglia d’oro e 10 milioni di corone svedesi (circa 1 milione di euro).

I due hanno peraltro condiviso un altro prestigioso premio l’anno scorso, paragonabile al Nobel: il premio Kavli per la neuroscienza.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore