Salute e ricerca

Ecco i farmaci più usati in piena pandemia (e quelli meno usati)

di

farmaci variante africana virus Sars-Cov 2 anticorpi moniclonali

Come la pandemia da Covid-19 ha cambiato le abitudini degli italiani sull’utilizzo dei farmaci. Che cosa emerge dal monitoraggio dell’Aifa

 

Più eparine e più glucocortisonici, più ansiolitici, ma meno farmaci oncologici.

Il Covid-19 cambia acquisti e somministrazione di farmaci: sia a domicilio, e quindi quelli acquistati in farmacia, sia in ospedale. A rivelarlo è il “Monitoraggio dell’acquisto dei farmaci durante la pandemia Covid-19”, redatto dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).

Tutti i dettagli.

EPARINA

L’andamento dei consumi dei medicinali nel 2020, analizzato da Aifa, mostra un consumo di eparina, farmaco utilizzato anche nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19, è aumentato nel 2020 rispetto al 2019, sia tra gli acquisti ospedalieri sia tra quelli presso le farmacie territoriali. In netta crescita l’uso negli ultimi mesi dell’anno.

GLUTOCORTISONICI

Anche i glucocortisonici, medicinali di prima linea per la terapia anti Covid-19, vedono un incremento d’uso nel 2020 rispetto al 2019, soprattutto a partire dal mese di agosto, mese che coincide anche con l’utilizzo minimo.

AZITROMICINA

E ancora. Seppur non approvato, da Aifa, come medicinale per il trattamento da Covid-19, è cresciuto, nel 2020, l’acquisto di azitromicina, un antibiotico del gruppo dei macrolidi il cui utilizzo, sempre secondo dati Aifa, ha fatto segnare il +77% rispetto al 2019.

farmaci Covid

ANSIOLITICI

E’ aumentato, in piena pandemia, il consumo di ansiolitici. “Tra i farmaci acquistati nelle farmacie territoriali, è aumentato rispetto al 2019 il consumo di ansiolitici, mentre si è ridotto quello dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei, ndr)”, spiega Aifa, facendo intuire che il lockdown sia stato motivo di forte stress per alcuni italiani.

ANESTETICI

Strettamente all’ambito ospedaliero, rispetto al 2019, Aifa ha registrato un aumento di anestetici generali e stimolanti cardiaci iniettivi, “entrambi utilizzati nelle terapie intensive e subintensive”, spiega l’Agenzia.

farmaci

FARMACI ONCOLOGICI

E sempre restando nell’ambito degli acquisti ospedalieri, diminuiscono gli ordini di farmaci oncologici endovena nel 2020. La riduzione è in parte compensata dalla crescita dei farmaci sottocutanei e orali.

FARMACI ANTIVIRALI ANTI-COVID

Super utilizzati nella prima fase della pandemia, gli antivirali sperimentati contro il Covid-19 Lopinavir/ritonavir, Darunavir/cobicistat, colchicina e idrosicolorochina, il cui utilizzo non è più raccomandato da Aifa, hanno visto ridurre il loro consumo a partire da aprile 2020.

 

CONTRACCETTIVI

Fanno segnare segno meno, i farmaci per la disfunzione erettile e i contraccettivi di emergenza, che spiega Aifa, “hanno mostrato una riduzione significativa d’uso tra marzo e maggio 2020”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati