skip to Main Content

Covid, ecco quanto e perché l’America scommette sugli antivirali

Antivirali

Gli Stati Uniti investiranno più di 3 miliardi di dollari nello sviluppo degli antivirali Covid-19


L’amministrazione Biden investirà più di 3 miliardi di dollari nello sviluppo e nella produzione di pillole antivirali per trattare il coronavirus, ha detto giovedì il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani.

“Nuovi antivirali che prevengano gravi malattie e la morte, specialmente farmaci orali che potrebbero essere presi a casa all’inizio della malattia, sarebbero strumenti potenti per combattere la pandemia e salvare vite,” ha detto il Dr. Anthony Fauci, capo consigliere medico del presidente Biden e massimo esperto di malattie infettive della nazione – riporta il WSJ.

L’investimento di 3,2 miliardi di dollari sarà assegnato dal pacchetto di aiuti per il coronavirus di 1,9 trilioni di dollari che Biden ha firmato in legge a marzo. In un briefing giovedì, il dottor Fauci ha detto che il finanziamento potrebbe accelerare i test clinici “già in corso” per alcune pillole antivirali e potenzialmente rendere alcuni di loro disponibili entro la fine dell’anno. I farmaci antivirali orali sarebbero progettati per essere presi a casa e per trattare i sintomi all’inizio del corso dell’infezione.

Il dottor Fauci ha detto che i vaccini coronavirus “rimangono il fulcro del nostro arsenale” nella lotta contro la pandemia, ma ha sottolineato che i farmaci antivirali servirebbero come un importante complemento nella prevenzione di gravi malattie e ricoveri.

I ricercatori stanno testando antivirali in forma di pillola che potrebbero diventare una sorta di Tamiflu per Covid-19. Merck & Co. e il suo partner, Ridgeback Biotherapeutics LP, in aprile hanno detto che stavano testando il farmaco antivirale orale, noto come molnupiravir, nel trattamento di pazienti all’inizio del corso della malattia e che sono ad alto rischio di complicazioni Covid-19.

Le aziende avevano fermato una prova separata testando il farmaco in pazienti ospedalizzati dopo che non è risultato essere utile. Ma Merck ha detto che se uno studio si rivelasse di successo per i pazienti extraospedalieri, l’azienda potrebbe presentare un’autorizzazione per l’uso di emergenza nella seconda metà di quest’anno.

L’amministratore delegato di Pfizer Albert Bourla ha anche detto che un trattamento orale di Covid-19 che l’azienda sta sviluppando potrebbe essere disponibile per l’uso entro la fine dell’anno. L’azienda ha iniziato un trial in marzo per testare il farmaco Covid-19 orale nelle persone.

L’unico antivirale autorizzato dalla Food and Drug Administration è il Remdesivir della Gilead Sciences Inc. e ha dimostrato di fornire solo un modesto beneficio nei pazienti ospedalizzati, riducendo la loro permanenza di alcuni giorni.

La Fda ha anche autorizzato tre farmaci a base di anticorpi monoclonali prodotti da Eli Lilly & Co. e Regeneron Pharmaceuticals Inc. per persone con Covid-19 da lieve a moderata. Ma il loro uso è stato limitato, in parte perché sono dati per infusione endovenosa, che può essere laborioso per gli ospedali da gestire.

Come parte del piano annunciato giovedì, il National Institutes of Health “valuterà, darà priorità e avanzerà” i candidati antivirali a studi clinici di fase 2, secondo una dichiarazione di HHS.

Il finanziamento include più di 300 milioni di dollari per la ricerca e il supporto di laboratorio, quasi 1 miliardo di dollari per la valutazione preclinica e clinica, e quasi 700 milioni di dollari per lo sviluppo e la produzione attraverso l’Istituto Nazionale di Allergia e Malattie Infettive e l’Autorità di Ricerca e Sviluppo Biomedico Avanzato.

 

(Estratto dalla rassegna stampa estera a cura di Epr Comunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore