skip to Main Content

Amazon farà concorrenza anche alle Big Pharma con i vaccini contro i tumori?

Amazon Vaccini Tumori

Amazon sta collaborando con il Fred Hutchinson Cancer Center di Seattle per la realizzazione di vaccini personalizzati conto i tumori al seno e alla pelle. Il suo ingresso nel settore sanitario potrebbe diventare un “importante fattore di disturbo” come dicono dall’interno?

 

Amazon, in collaborazione con il Fred Hutchinson Cancer Center di Seattle, starebbe sviluppando vaccini per i tumori al seno e alla pelle (melanoma cutaneo). Il preparato, più economico dei trattamenti attuali, verrà sperimentato attraverso uno studio clinico approvato dalla Food and Drug Administration (Fda).

LA PARTNERSHIP

La notizia della partnership, rivelata per la prima volta in ottobre su Clinicaltrials.gov, un database online di studi clinici gestito dalla National Library of Medicine statunitense, è stata ora resa nota da Business Insider, che scrive: “mentre Fred Hutchinson è indicato come sponsor della sperimentazione, Amazon è indicato come ‘collaboratore’ dello studio”.

Sia il Fred Hutchinson che Amazon hanno confermato che stanno lavorando insieme alla sperimentazione e l’azienda ha aggiunto che sta collaborando anche con altre aziende sanitarie.

IL PROGETTO

Il colosso di Jeff Bezos, insieme al Fred Hutchinson Cancer Center di Seattle, vuole dunque realizzare vaccini contro i tumori della pelle e al seno. L’azienda, si legge nell’articolo, ha già avviato il reclutamento di pazienti che si sottoporranno a un trial che ha ricevuto l’approvazione della Fda.

Alla prima fase della sperimentazione clinica parteciperanno 20 pazienti per testare appunto un “prodotto farmaceutico regolamentato dalla Fda statunitense”.

L’ambizione è offrire trattamenti non solo più economici rispetto a quelli attuali ma anche più mirati e precisi poiché si tratterebbe di vaccini personalizzati basati sul DNA del paziente. Se i risultati fossero positivi, potrebbe addirittura essere una buona alternativa alla chemioterapia, che è più generalizzata.

La fase I sarà completata entro novembre 2023, ma è probabile che per l’arrivo sul mercato siano necessari diversi anni a causa dei rigorosi test della Fda.

IL RUOLO DI AMAZON NEL PROGETTO

Un portavoce di Amazon ha riferito a Business Insider che l’azienda “sta contribuendo con competenze scientifiche e di apprendimento automatico a una partnership con Fred Hutch per esplorare lo sviluppo di un trattamento personalizzato per alcune forme di cancro. È molto presto, ma Fred Hutch ha recentemente ricevuto l’autorizzazione dalla Food and Drug Administration statunitense a procedere con una sperimentazione clinica di fase I e non è chiaro se avrà successo”.

“Si tratterà di un processo lungo e pluriennale; se dovesse progredire, – ha aggiunto – saremmo aperti a collaborare con altre organizzazioni del settore sanitario e delle scienze della vita che potrebbero essere interessate a sforzi simili”.

Questa è la prima volta che Amazon lavora a un proprio farmaco, anche se di recente l’azienda ha mostrato un maggiore interesse per l’assistenza sanitaria.

IL LABORATORIO SEGRETO DI AMAZON

Il progetto dei vaccini contro i tumori, riferisce Business Insider, è nato dal laboratorio segreto di Amazon denominato Grand Challenge o – come viene chiamato internamente secondo The Verge che ne aveva parlato nel 2018 – 1492 e Amazon X.

Il team di ricerca sul cancro di Amazon è composto da un piccolo gruppo di medici e ingegneri del settore sanitario. Lo studio è iniziato solo il mese scorso, il 9 giugno, e il suo completamento è previsto per l’inizio di novembre 2023.

LE ALTRE INIZIATIVE DI AMAZON IN AMBITO SANITARIO

Di recente, Amazon ha anche lanciato un servizio di farmacia online, un’attività di assistenza primaria, un laboratorio diagnostico interno e un dispositivo di fitness-tracking chiamato Halo.

L’amministratore delegato di Amazon, Andy Jassy, ha dichiarato a Business Insider che l’ingresso dell’azienda nel settore dell’assistenza medica è una priorità assoluta e che potrebbe diventare un “importante fattore di disturbo”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore