skip to Main Content
ads

Zingaretti dopo Raggi, Bruti Liberati stanga Storari e Davigo, Colao atarassico su Tim-Open Fiber, le piroette di Figliuolo, girotondo sui brevetti

Arnese

Non solo brevetti, Zingaretti, Figliuolo, Colao su Tim-Open Fiber. Fatti, nomi, numeri, curiosità e polemiche. Pillole di rassegna stampa nei tweet di Michele Arnese, direttore di Start

 

ZINGARETTI DOPO RAGGI A ROMA?

 

COLAO ATARASSICO SU TIM-OPEN FIBER

Il governo snobba la rete unica Tim-Open Fiber? Ecco gli effetti in Borsa

Tim folgora Repubblica e Bloomberg su Pnrr e AccessCo

BRUTI LIBERATI STRONCA STORARI E DAVIGO

 

PURE ROBLEDO STANGA DAVIGO

 

I MOTIVI DELLE MOSSE DI DAVIGO SECONDO IL CORSERA

 

IL FATTO E IL TEATRINO

 

I RUMOROSI SILENZI DI MATTARELLA E CARTABIA

 

SALVINI SI PANNELLIZZA

 

I CONTI DELLE BIG PHARMA

 

LE PIROETTE VACCINALI DI FIGLIUOLO

 

AVANTI CON I CINQUANTENNI

 

LO STATO DEI CINQUANTENNI

 

GIROTONDO SUI BREVETTI DEI VACCINI

 

CARO BARATTOLI

+++

ESTRATTO DI UN ARTICOLO DEL SOLE 24 ORE SU VACCINI, RICAVI E CONTRIBUTI PUBBLICI:

I vaccini non sono un tradizionale motore di profitti per il Pharma. Le formule anti-Covid promettono decine di miliardi di dollari di vendite e miliardi di utili, almeno nell’immediato: Moderna ha riportato ieri il suo primo utile trimestrale, 1,22 miliardi, su vendite da 1,94 miliardi (1,73 dal vaccino) contro 8 milioni l’anno scorso. Si aspetta un fatturato annuale di 19,2 miliardi.

Pfizer, che con la tedesca BioNTech a sua volta guadagna sul vaccino, ha riportato una forte crescita trimestrale e alzato da 15 a 26 miliardi le previsioni di entrate 2021 solo da vaccino. BioNTech pronostica 10 miliardi per l’anno, J&J almeno 10. La scommessa è poi su una domanda solida in futuro, tra richiami e preparativi per ripetute pandemie. Le aziende che ora rinunciano a fare utili sul vaccino anti Covid (ma non sul resto), quali J&J e AstraZeneca, potrebbero però guadagnare nel post-emergenza.

La polemica sull’atteggiamento del Pharma è aggravata dal supporto pubblico ricevuto. Cifre difficili da calcolare ma ingenti. Nel 2020 Airfinity aveva stimato “iniezioni” governative occidentali avvenute per oltre 9 miliardi solo in ricerca e sviluppo ma, interpellata su aggiornamenti, risponde che stime sono «difficili». A conti fatti potrebbero essere molto più alte. L’americana Operation Warp Speed, ora riassorbita, ha stanziato 18 miliardi compresi pre-ordini, oltre sei miliardi in R&D. Berlino a settembre ha stanziato 891 milioni di finanziamenti per BioNTech, CureVac e IDT Biologika. Londra, con un piano vaccinale da 16 miliardi, ha versato oltre 53 milioni per la ricerca di AstraZeneca, quasi tutta finanziata da pubblico e donazioni. E 118 milioni a istituzioni quali Oxford e Imperial College. Senza contare la ricerca pubblica già esistente: i vaccini con Rna messaggero fanno leva su brevetti degli Istituti Nazionali di Sanità Usa.

++++

ESTRATTO DELL’INTERVISTA DEL CORRIERE DELLA SERA A BRUTI LIBERATI:

Ha fatto parte del Csm, è stato presidente dell’Anm, Edmondo Bruti Liberati ha guidato la Procura di Milano dal 2010 al 2015, quando è andato in pensione lasciando il posto a Francesco Greco.

Cosa ne pensa della vicenda del pm Storari che dà verbali al consigliere del Csm Davigo, sostenendo che a Milano frenano l’inchiesta?

«Per me è una vicenda incomprensibile. Su quali debbano essere i rapporti tra il Csm e le indagini e i processi c’è una circolare del 1994».

Davigo ha detto di essersi attenuto alle regole.

«La circolare va letta interamente. Il principio generale è netto: al Csm è precluso ogni intervento sul merito di indagini e processi, ma può e deve acquisire notizie su procedimenti penali in corso, anche se coperti dal segreto investigativo, quando riguardano profili disciplinari, trasferimento di magistrati per incompatibilità ambientale e criteri di organizzazione degli uffici. Dice che spetta all’ufficio del pm valutare le ragioni che possono rendere inopportuna, in una determinata fase, la comunicazione di notizie che possano compromettere lo sviluppo delle indagini. È accaduto che, anche senza richiesta, i procuratori abbiano comunicato immediatamente le notizie o abbiano ritardato. In altri casi, a richiesta del Csm, hanno subito adempiuto o si sono riservati di farlo appena cessate le esigenze investigative. Le notizie che il Consiglio acquisisce sono coperte dal segreto al quale è vincolato di conseguenza ogni componente. La circolare, ovviamente, non prevede un’eventuale irrituale acquisizione diretta di notizie da parte di un singolo consigliere».

«Indagini a tutto campo sull’universo mondo, iscrizioni precipitose e intercettazioni a strascico che poi si sgonfiano nel nulla. Non dimentichiamo che Milano significa Borsa, significa sede delle più grandi imprese, ma non dimentichiamo anche che qui sono state fatte una lunga serie di indagini importanti che hanno avuto significativi riscontri giudiziari, e anche qualcuna che non è andata a buon fine, come è nella normale dialettica processuale».

Cosa prova per ciò che sta accadendo nell’ufficio che ha diretto per 5 anni?

«Sono molto dispiaciuto per Storari. È un magistrato perbene e di grande professionalità, ma l’individualismo è una brutta bestia».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore