Advertisement skip to Main Content

Russia Kharkiv

Tutto sull’offensiva della Russia a Kharkiv

Come sta procedendo la guerra della Russia per il controllo dell'Ucraina orientale.

Era il 10 maggio quando la Russia ha lanciato una nuova offensiva nell’oblast settentrionale di Kharkiv.

Secondo quanto riferito, le forze di Mosca erano riuscite ad avanzare fino a 10 chilometri (6 miglia) nella regione, ma erano state fermate dalla prima linea di difesa.

Recenti rapporti indicano una significativa escalation dell’attività militare russa nella regione di Kharkiv, in particolare attorno a Kupiansk. Le Forze Armate ucraine hanno segnalato un aumento degli scontri e dei tentativi da parte delle truppe russe di sfondare le difese ucraine.

Tutti i dettagli.

IL RAPPORTO DELLO STATO MAGGIORE DELLE FORZE ARMATE UCRAINE

Il 26 maggio lo Stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che c’è stato un forte aumento dell’attività delle truppe russe in direzione di Kupiansk, nell’oblast di Kharkiv. “Il numero degli scontri dall’inizio della giornata è salito a 83. Gli occupanti russi stanno facendo il massimo sforzo per sfondare la nostra difesa”, si legge nel rapporto.

Gli attacchi russi sono in corso nelle zone di Novoiehorivka, Petropavlivka, Berestove e Hrekivka in direzione di Kupiansk, ha riferito lo stato maggiore.

Anche l’assalto russo in direzione di Pokrovsk, nella regione di Donetsk, “non diminuisce”. “Le forze ucraine stanno adottando misure per mantenere le posizioni e distruggere il potenziale offensivo del nemico”, ha affermato lo Stato Maggiore. Secondo il rapporto, il 26 maggio le truppe russe hanno preso di mira anche la parte settentrionale dell’oblast di Kharkiv con 22 bombe areali guidate.

LE PAROLE DI ZELENSKY

Sempre il 26 maggio, il presidente Volodymyr Zelensky ha detto che la Russia sta formando un altro gruppo di truppe vicino al confine settentrionale dell’Ucraina nel contesto dell’offensiva in corso nell’oblast di Kharkiv.

“In questo momento, in questi giorni, ci stiamo difendendo a 60 chilometri a nord-est di questo luogo da un altro tentativo di assalto russo”, ha detto Zelensky nel discorso registrato presso la tipografia di Kharkiv distrutta da un attacco russo del 23 maggio che ha ucciso sette persone.”La Russia si sta preparando per un’offensiva anche a 90 chilometri a nord-ovest da qui – stanno radunando un altro gruppo di truppe vicino al nostro confine… Chi fa tutto questo non vuole la pace.”

LA STRATEGIA DELLA RUSSIA NELL’OFFENSIVA A KHARKIV

Questa offensiva fa parte di un’operazione più ampia iniziata il 10 maggio, che mira a colpire aree chiave nel nord dell’oblast di Kharkiv.

Dal punto di vista strategico, il focus russo su Kupiansk sembra mirare a interrompere le linee difensive ucraine e potenzialmente isolare le unità ucraine colpendo infrastrutture e rotte di comunicazione critiche. Gli attacchi a Novoiehorivka, Petropavlivka, Berestove e Hrekivka sono probabilmente destinati a indebolire le posizioni ucraine e creare opportunità per ulteriori avanzate.

Questa offensiva è ulteriormente aggravata dagli sforzi russi di fare pressione su altre aree, come Pokrovsk nella regione di Donetsk, indicando una strategia multifrontale per estendere le difese ucraine su più fronti. La segnalata formazione di ulteriori gruppi di truppe russe vicino al confine settentrionale dell’Ucraina suggerisce una preparazione per scontri prolungati o ulteriori offensive nelle prossime settimane.

CORSA CONTRO IL TEMPO PER LA RESISTENZA UCRAINA

Da un punto di vista strategico-militare, queste manovre riflettono un tentativo russo di capitalizzare le condizioni attuali prima che l’assistenza militare occidentale rafforzi le capacità ucraine. Lanciando assalti coordinati e colpendo sia infrastrutture militari che civili, la Russia mira a destabilizzare gli sforzi difensivi ucraini e a ottenere vantaggi territoriali.

In sintesi, la situazione evidenzia l’alta posta in gioco nella battaglia per il controllo dell’Ucraina orientale, con entrambe le parti che tentano di superarsi reciprocamente in mezzo a linee del fronte fluttuanti e intensi scontri militari.

Back To Top