skip to Main Content
ads

Tutte le novità su super green pass, quarantene, tamponi e non solo

Pnrr

Che cosa prevede il decreto approvato dal governo il 29 dicembre

 

Il 29 dicembre il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge con nuove regole sul Super green pass e sulle quarantene, riducendo la capienza degli impianti sportivi al 50% all’aperto e al 35% al chiuso.

Con il decreto il Governo ha esteso il super green pass – che si ottiene con il vaccino o la guarigione – a tutte le attività, tranne che per i lavoratori e gli studenti universitari che potranno ancora ricorrere al tampone.

Dal 10 gennaio per prendere un treno o anche bus o metro, partecipare a fiere e convegni, mangiare all’aperto, andare in hotel o sciare non basterà più il tampone ma servirà il vaccino o la guarigione. Le capienze degli stadi scendono poi al 50%.

Non c’è invece l’atteso obbligo sempre del super pass per il mondo del lavoro, pubblico e privato del quale se ne riparlerà ai primi di gennaio dopo un incontro con le parti sociali. Eccole le principali novità con cui il Governo prova a gestire la nuova fase della pandemia, quella segnata dalla variante Omicron.

+++

SCHEDA DEL SOLE 24 ORE SUI CONTENUTI DEL DECRETO:

Le grandi novità di ieri come detto sono l’estensione dei super pass anche al trasporto locale e la rimodulazione delle quarantene in caso di contatto con i positivi. Soprattutto la fine dell’isolamento per chi ha già la terza dose o ha fatto l’ultima o è guarito da meno di 4 mesi. Era questa la principale richiesta delle Regioni, alle prese da giorni con l’incremento vertiginoso dei tamponi (siamo ormai oltre 1 milione al giorno) e preoccupate di quanto potrebbe avvenire quando, finite le vacanze natalizie, si tornerà a scuola e a lavoro. Per i non vaccinati invece non cambierà nulla, restano 10 giorni di isolamento; per chi è in possesso del Super Green Pass da oltre 120 giorni (vaccinato o guarito) la quarantena si ridurrà da 7 a 5 giorni, trascorsi i quali si potrà uscire dall’isolamento grazie a un tampone con esito negativo. Quanto all’esclusione dalla quarantena, oltre ai requisiti (vaccinati con terza dose o meno di 4 mesi da ultima vaccinazione o guarigione), la condizione è che si indossi la mascherina Ffp2 per 10 giorni e si faccia un tampone dopo 5 giorni in caso di comparsa di sintomi. In pratica per circa 20 milioni di italiani (18 milioni quelli con il booster) non ci sarà più bisogno dell’isolamento a casa. La misura va anche oltre le valutazioni degli esperti del Cts che ieri nella loro riunione erano stati più cauti: il suggerimento degli scienziati era una mini quarantena di 5 giorni per tutti i vaccinati e l’esclusione solo per i lavoratori dei servizi essenziali.

+++

ECCO IL COMUNICATO INTEGRALE DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO:

COVID-19, MISURE DI CONTENIMENTO DELL’EPIDEMIA

Misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria.

Il testo prevede nuove misure in merito all’estensione del Green Pass rafforzato (che si può ottenere con il completamento del ciclo vaccinale e la guarigione) e le quarantene per i vaccinati.

Green Pass rafforzato

Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza, si amplia l’uso del Green Pass rafforzato alle seguenti attività:

  • alberghi e strutture ricettive;
  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
  • sagre e fiere;
  • centri congressi;
  • servizi di ristorazione all’aperto;
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici;
  • piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto;
  • centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.Inoltre il Green Pass rafforzato è necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale
  • .Quarantene
  • Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo.Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, ai suddetti soggetti è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare – solo qualora sintomatici – un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.Infine, si prevede che la cessazione della quarantena o dell’auto-sorveglianza sopradescritta consegua all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.Capienze

    Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore