skip to Main Content

Tutte le manovre del Cremlino in Francia

Putin

Chi c’era e cosa si è detto all’inaugurazione del nuovo centro della potente Società Geografica Russa a Parigi. L’articolo di Giuseppe Gagliano

Il nuovo centro parigino della potente Società Geografica Russa (RGO) è stato ufficialmente inaugurato il 6 settembre con una cerimonia che è passata inosservata presso la Casa Russa della Scienza e della Cultura nel 16° arrondissement di Parigi.

L’evento si è aperto con un messaggio di Yevgeny Primakov Jr capo dell’agenzia di cooperazione internazionale russa Rossotrudnichestvo – l’organismo russo di soft power che è particolarmente attivo nell’applicazione della politica russa sui “connazionali” all’estero e fa affidamento pesantemente sui servizi di ex ufficiali dell’intelligence.

Pronunciato dal direttore della Casa della Scienza e della Cultura Konstantin Volkov, il messaggio di apertura di Primakov, nipote dell’ex primo ministro russo ed ex direttore della SVR Yevgeny Primakov Sr, ha parlato della lunga relazione tra la RGO e la sua organizzazione. Nulla di più naturale , dato che il nuovo centro parigino della RGO si avvale dei servizi di figure di primo piano nelle relazioni franco-russe ma anche di professionisti già coinvolti nell’applicazione della politica dei compatrioti russi.

Il nuovo capo del centro di Parigi della RGO è un esperto nella promozione dell’influenza russa tra i giovani e nell’istruzione superiore. Darya Loyola, che ha lavorato prima come promotrice di scambi accademici tra Russia e Francia, insegna nelle università di Parigi dal 2013 e, nel 2018, ha presentato la sua tesi sull’evoluzione della politica universitaria russa tra il 1917 e il 2017 a una giuria composta da francesi La specialista russa Hélène Carrère d’Encausse e Vladimir Filippov, rettore della People’s Friendship University of Russia. Dietro le quinte, è anche presidente della Commissione Giovani del Consiglio di coordinamento dei compatrioti russi in Francia, guidata dal professore dell’Università Paris 8 Georgi Chepelev.

Oltre a Konstantin Volkov, il consiglio di amministrazione del nuovo centro RGO comprende il rappresentante commerciale russo in Francia, Mikhaïl Makarov ,Pierre Malinowski, capo della Fondazione per lo sviluppo delle iniziative storiche russo-francesi e il fotografo-ricercatore Cyril Semenoff-Tian-Chansky. Nel consiglio ci sono anche i consoli onorari russi a Biarritz e Lione, rispettivamente Alexandre Miller de la Cerda e François Turcas, entrambi nelle città dove la RGO prevede di organizzare mostre temporanee nei prossimi mesi.

Durante la cerimonia di inaugurazione, Loyola ha ricevuto una lettera di ringraziamento per il suo lavoro nel promuovere le relazioni franco-russe dall’ambasciatore russo in Francia Alexeï Mechkov che agisce per conto della Commissione governativa per gli affari dei compatrioti all’estero. All’evento erano presenti anche Vladimir Kolossov, vicepresidente della RGO e vicedirettore dell’istituto geografico dell’Accademia delle scienze russa, il segretario generale della Società geografica francese Jacques Gonzales, Irina Dubois dell’Associazione per il dialogo franco-russo e Michel Muszynski, presidente dell’Associazione Associazione francese dei russi. Sono stati visti anche il rappresentante di Gazprom in Francia Yuri Virobian e il rappresentante delle ferrovie russe in Francia Maxime Lariitchouk.

In ordine di protocollo, la RGO è guidata dal 2009 dall’attuale ministro della difesa russo Sergey Shoygu, e Vladimir Putin è presidente del suo consiglio. Il resto del consiglio è un mosaico di alcuni degli uomini d’affari più influenti in Russia, tra cui l’oligarca Oleg Deripaska e il suo rivale Vladimir Potanin, Petr Aven capo di Alfa-Bank e co-fondatore di Alfa Group e LetterOne Holdings, il magnate uzbeko dell’acciaio e delle telecomunicazioni Alisher Usmanov, il consigliere speciale di Putin Sergey Ivanov e i presidenti di Lukoil, BP, VTB Bank, Sistema, Gazprom, Sberbank, Novatek, Rosneft, Yandex e Rostec. Altri membri dell’attuale consiglio sono Alberto II di Monaco e Jack Ma, fondatore del sito di e-commerce cinese Alibaba.

La RGO afferma di avere 22.000 membri, tra cui il membro della Duma Konstantin Zatulin, che ha anche fondato l’Istituto della Comunità degli Stati Indipendenti, che da decenni si occupa della causa dei compatrioti russi all’estero e ha recentemente proposto una nuova legge sulla reinstallazione volontaria .

È probabile che gli uffici parigini della RGS seguano da vicino le celebrazioni del bicentenario della Societe Francaise de Geographie che si svolgeranno il 15 dicembre nel grande anfiteatro dell’Università della Sorbona. Putin e Shoygu sono stati invitati in qualità di capi della RGO.

In ultima analisi, più che una società geografica sembrerebbe trattarsi di una loggia massonica sovranazionale… ma queste sono solo illazioni.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore