Advertisement
skip to Main Content

Cosa si muove intorno a Putin

Putin

Il punto di Giuseppe Gagliano

 

Dmitry Mironov, ex ufficiale del Servizio di protezione federale, è stato promosso il 12 ottobre alla carica di assistente del presidente dallo stesso Vladimir Putin. Questo posto chiave rappresenta un vero trampolino di lancio per qualsiasi ex ufficiale dei servizi segreti desideroso di avanzare nell’apparato di sicurezza russo.

La nomina di Mironov, che è stato tolto dal suo incarico di governatore di Yaroslavl Oblast, è stato un vero schiaffo in faccia, tuttavia, per altri aspiranti siloviki tratti dai ranghi dell’FSB.

Il percorso di carriera seguito da Mironov, un ex agente del KGB che ha lavorato anche al ministero degli Interni, in particolare come assistente del capo della polizia Viktor Kolokoltsev, ricorda quello di un altro ex agente dell’UST, Alexey Dyumin. Ha lavorato per un periodo nel servizio di sicurezza presidenziale, l’SBP, che è un ramo dell’UST, prima di essere nominato capo di stato maggiore delle forze di terra, presumibilmente dopo un breve periodo nel GU (servizio di intelligence militare, meglio conosciuto sotto il suo precedente nome GRU). Dyumin, che è abbastanza vicino a Putin, è dal 2016 governatore della ricca Tula Oblast, produttrice di carbone.

Un’altra importante figura dell’UST, il defunto Yevgeni Zinichev, ha avuto una carriera simile. È passato dal KGB all’FSB ma si è distinto all’FSO tra il 2006 e il 2015 a tal punto da diventare un membro molto fedele della cerchia ristretta di Putin. Fu nominato capo della residenza dell’FSB a Kaliningrad Oblast e poi governatore. Ha anche servito per un periodo come vice capo dell’FSB prima di essere nominato ministro per le situazioni di emergenza. È morto in carica l’8 settembre in un incidente accolto con commozione dal presidente russo.

Mironov ha sostituito l’astro nascente nell’entourage del presidente, Anatoly Seryshev, che è stato nominato rappresentante plenipotenziario, ruolo che conferisce pieni poteri per attuare le decisioni del governo, al Distretto Federale Siberiano. Dopo aver prestato servizio nel KGB e nell’FSB, Seryshev ha guidato l’FSB nella repubblica settentrionale della Carelia dal 2011 al 2016, incarico caro a Nikolai Patrushev, che lo ricoprì lui stesso negli anni ’90. Dopo un breve periodo come vice capo del servizio doganale federale, l’FTS, Seryshev è diventato un assistente di Putin e ha guidato la commissione sulle questioni di nazionalità, che ha il compito di controllare i precedenti dei richiedenti la nazionalità russa e richiedenti asilo. Ha inoltre presieduto il gruppo di lavoro che raccomandava il trasferimento, la promozione e la dimissione presso la Procura della Repubblica e nei servizi di sicurezza.

Mironov si unisce a un gruppo di una decina di assistenti del presidente, che comprende l’ex ufficiale dell’FSB Dmitry Shalkov, l’ex ingegnere ferroviario militare Igor Levitin, il portavoce della politica culturale Vladimir Medinsky ed ex capo del centro di ricerca strategica e rappresentante speciale per il commercio e la cooperazione economica con il Giappone Maxim Oreskin.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore