Mondo

Perchè la Bce è criptodiffidente su Libra di Facebook

di

Libra

Cosa ha detto Benoit Coeuré, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, su Libra di Facebook

Libra? No grazie, troppo pericoloso. Nei giorni scorsi, Facebook annunciato che dal 2020 lancerà Libra, una nuova moneta digitale che sarà immessa sul mercato nel 2020.

La cosa, però, allarma la Bce. Benoit Coeuré, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, sostiene che i regolatori di settore devono farsi trovare pronti all’entrata dei giganti tecnologici statunitensi come Facebook nel sistema finanziario. Un ingresso organizzato, come quello a cui sta lavorando Facebook, sarebbe troppo pericoloso.

LIBRA

Partiamo dall’inizio. Libra Facebook è una criptovaluta che rifiuta i principi dei puristi del settore: sarà agganciata ad altre monete nazionali, come dollaro ed euro, per evitare fluttuazioni importanti del valore (qui i dettagli) e potrà essere utilizzata per scambiare denaro in modo simultaneo in tutto il mondo.

BIG TECNOLOGICI E FINANZA: CONNUBIO PERICOLOSO

Il debutto della moneta virtuale di Facebook, però, potrebbe rappresentare l’inizio della fine, secondo Coeuré della Bce.

“È fuori discussione permettere loro di svilupparsi in un vuoto normativo con le loro attività di servizio finanziario, perché è semplicemente troppo pericoloso”, ha detto Coeuré ad Aix-en-Provence nel sud della Francia, secondo quanto riporta Bloomberg. “Dobbiamo muoverci più velocemente di quanto siamo stati in grado di fare fino ad ora.”

IL FALLIMENTO DEL SISTEMA BANCARIO TRADIZIONALE

La sempre maggiore diffusione delle criptomonete, secondo Coeuré, non solo sta evidenziando le carenze nella regolamentazione esistente, ma anche (e soprattutto) il fallimento del sistema bancario. Serve adottare nuove tecnologie e bisogna farlo in fretta.

“Tutti questi progetti sono un utile campanello d’allarme per i legislatori e le autorità pubbliche, poiché ci incoraggiano a sollevare una serie di domande e potrebbero farci migliorare il nostro modo di fare le cose”, ha detto Coeuré.

LIBRA PREOCCUPA ANCHE LA BANCA D’INGHILTERRA

Tra coloro che sono preoccupati per il progetto Libra c’è anche il governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney, che avrebbe affermato che Libra sarà approvata “con una mente aperta ma non con una porta aperta”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati