Mondo

Perché gli amministratori delegati Usa abbandonano Trump

di

Usa

L’economia Usa vuole una transizione senza scossoni: parlano i numeri uno della Camera di Commercio statunitense, della National Association of Manufacturers, di Jp Morgan e del Business Roundtable

 

La barca affonda? Meglio abbandonare la nave. Sembra essere questo il pensiero che anima i numeri uno di associazioni e aziende americane dopo le elezioni presidenziali che hanno visto la vittoria di Joe Biden ma anche la riluttanza nell’accettare il verdetto delle urne da parte di Donald Trump.

I CONSENSI PER TRUMP SCRICCHIOLANO

Tom Donohue, Ceo della Camera di Commercio degli Stati Uniti, e confidente di lunga data dei presidenti repubblicani, ha detto ad Axios AM che Joe Biden è il presidente eletto, e come tale il presidente Trump “non dovrebbe ritardare la transizione un momento di più”. Un’affermazione importante da parte di un componente della parte politica del tycoon a stelle e strisce. “Il Presidente eletto Biden e il team che lo circonda hanno una grande esperienza di governo che dovrebbe permettere loro di mettersi in moto – ha proseguito Donohue -. Malgrado l’amministrazione Trump possa continuare a contestare i risultati delle elezioni, per il bene della sicurezza e del benessere degli americani, non dovrebbe ritardare la transizione”.

LA GSA USA DOVREBBE FIRMARE LA LETTERA PER LE RISORSE DI TRANSIZIONE A BIDEN

Donohue non è il solo ad aver espresso il pensiero in questa direzione. Molti leader aziendali hanno cominciato a parlare con una sola voce.

Il presidente e CEO della National Association of Manufacturers (Nam), Jay Timmons, e altri leader del NAM, hanno detto che la GSA – la General Services Administration, un’agenzia indipendente del governo degli Stati Uniti fondata nel 1949 per aiutare a gestire e supportare il funzionamento di base delle agenzie federali – dovrebbe firmare la lettera che apre le risorse per la transizione a Biden: “Inoltre, chiediamo all’amministrazione Trump di lavorare in collaborazione con il presidente eletto Biden e il suo team”.

JP MORGAN SULLA STESSA LINEA

Anche il presidente e CEO di JPMorgan Chase, Jamie Dimon, ha detto ad Andrew Ross Sorkin alla conferenza DealBook del N.Y. Times la stessa cosa: “Abbiamo bisogno di una transizione pacifica. Abbiamo avuto un’elezione. Abbiamo un nuovo presidente”.

E ANCHE IL BUSINESS ROUNDTABLE

E non solo. La Business Roundtable, che rappresenta i principali CEO del paese il 7 novembre si è congratulata con “il presidente eletto Biden e il vice presidente eletto Harris”, come si legge in una nota.
Insomma, l’economia Usa vuole una transizione pacifica. E questo, commenta Axios “è un altro caso di CEO che riempiono il vuoto di leadership di Washington”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati