skip to Main Content

Perché Biden non russa sull’oleodotto Colonial

Oleodotto Colonial

Per Biden gli hacker dietro un attacco informatico che ha chiuso l’oleodotto Colonial sono basati in Russia. L’articolo del Financial Times

Joe Biden ha detto che il governo degli Stati Uniti ha “forti motivi” per credere che gli hacker dietro un attacco informatico che ha chiuso l’oleodotto Colonial siano basati in Russia, mentre ha esortato gli americani a non farsi prendere dal panico per la carenza temporanea di carburante.

“Non crediamo che il governo russo sia coinvolto in questo attacco. Ma abbiamo una forte ragione per credere che i criminali che hanno fatto l’attacco vivano in Russia. Ecco da dove viene”, ha detto il presidente giovedì – riporta il FT.

“Siamo stati in comunicazione diretta con Mosca sull’imperativo per i paesi responsabili di intraprendere azioni decisive contro queste reti ransomware”, ha aggiunto, notando che sperava di discutere la questione con il presidente russo Vladimir Putin.

Il sistema di condutture di 5.500 miglia ha una capacità di 2,5 milioni di barili al giorno di combustibili liquidi come benzina, diesel e jet fuel, che trasporta dalle raffinerie della Costa del Golfo agli hub nel nord-est. L’FBI ha indicato che l’arresto è stato causato da un attacco ransomware del gruppo di hacker DarkSide.

Gli esperti informatici sostengono che la Russia permette tacitamente alle bande di ransomware di operare e non le perseguirà. In cambio, questi criminali non attaccano le aziende russe e possono essere chiamati a condividere il loro accesso ai sistemi delle vittime, hanno detto gli esperti.

Il mese scorso, il Tesoro degli Stati Uniti ha accusato uno dei servizi segreti della Russia, l’FSB, di “coltivare e cooptare” il famigerato gruppo ransomware Evil Corp, che è stato preso di mira con sanzioni.

L’oleodotto Colonial – responsabile del trasporto di quasi la metà del carburante per motori utilizzato sulla costa orientale degli Stati Uniti – ha iniziato il processo di riapertura completa mercoledì sera, cinque giorni dopo essere stato colpito da un attacco informatico che ha innescato un’ondata di panico-acquisto da parte degli automobilisti negli stati sud-orientali.

Biden ha detto che il governo si aspetta un “ritorno alla normalità regione per regione a partire da questo fine settimana e continuando nella prossima settimana”. Ha esortato gli americani ad evitare di comprare benzina in preda al panico e ha detto di aver invitato i governatori degli stati e le autorità locali a tenere d’occhio qualsiasi prezzo illegale.

“Non fatevi prendere dal panico, numero uno. So che vedere file alle pompe o stazioni di servizio senza benzina può essere estremamente stressante, ma questa è una situazione temporanea”, ha detto Biden. “Non fate più benzina di quella di cui avete bisogno nei prossimi giorni”.

Le carenze nelle stazioni di servizio innescate dal panico-acquisto sono continuate giovedì, con il 70% delle stazioni in North Carolina a secco e circa la metà in Virginia, Georgia e South Carolina, secondo GasBuddy, un fornitore di dati.

Colonial ha detto che aveva fatto “progressi sostanziali” nel riportare le operazioni online e che tutti i suoi mercati avrebbero iniziato a ricevere il carburante entro il pomeriggio.

I prezzi alla pompa hanno continuato a salire. La media nazionale dei prezzi della benzina è salita a 3,03 dollari giovedì, secondo la AAA, un’associazione automobilistica, dopo aver superato la soglia dei 3 dollari al gallone per la prima volta dal 2014.

I futures della benzina si sono ritirati sulla notizia della riapertura di Colonial, poiché i commercianti hanno anticipato il ritorno alla normalità delle forniture. I contratti per la consegna di giugno sono scivolati di 7 centesimi a 2,08 dollari, il loro livello più basso da aprile.

(Estratto dalla rassegna di Epr)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore