Mondo

L’ottimo paretiano e la monnezza romana

di

Il Bloc Notes di Michele Magno

La nozione di “ottimo” elaborata da Vilfredo Pareto (“Cours d’Économie Politique”, 1896), definisce una situazione in cui non è possibile migliorare la condizione di un individuo senza peggiorare quella di un altro.

Per quanto possa sembrare paradossale, è esattamente la situazione della monnezza a Roma. Infatti, mancando i termovalorizzatori non è possibile migliorare la condizione dell’area metropolitana senza peggiorare quella dei Comuni limitrofi.

Ovviamente, questi ultimi potrebbero sempre essere risarciti con provvidenze di vario tipo, ma ciò non ha nulla a che vedere con il criterio paretiano di misurazione dei miglioramenti sociali. Perché tale criterio si disinteressa della distribuzione delle utilità (delle sue disuguaglianze), e tanto meno considera cose diverse dall’utilità stessa (diritti e opportunità di vita).

Come ha osservato con graffiante ironia il filosofo ed economista indiano Amartya Sen, una società nella quale alcune persone vivono nel lusso più sfrenato e altre nella miseria più nera, può essere ancora Pareto-ottimale se l’agonia delle seconde non può essere ridotta senza diminuire l’estasi delle prime.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati