skip to Main Content

Le due facce del mercato del lavoro in America

Retribuzioni

Uno studio della Brookings e un report di Axios approfondiscono numeri e tendenze del mercato del lavoro negli Stati Uniti

 

L’economia degli Stati Uniti sta superando le aspettative di crescita occupazionale, e il tasso di disoccupazione è al minimo da decenni. Ma non è tutto oro ciò che luccica. E l’altro lato della medaglia è fatto da milioni di posti di lavoro non propriamente invidiabili.

QUASI LA METÀ DEI LAVORATORI AMERICANI SONO BLOCCATI IN POSTI DI LAVORO A BASSO SALARIO

Secondo quanto scrive Axios, “quasi la metà dei lavoratori americani è bloccato in posti di lavoro a basso salario spesso non ben remunerati, senza sussidi e all’interno di settori in via di automazione”.

SI TRATTA DI 53 MILIONI DI LAVORATORI USA

I numeri parlano di “53 milioni di lavoratori americani – circa il 44% della forza lavoro totale – che lavorano in posti con uno stipendio orario medio di 10,22 dollari e un salario medio annuo di 18.000 dollari, secondo uno studio della Brookings di novembre che esamina il lavoro a basso salario”, evidenzia Axios. Di questi “circa un quarto dei lavoratori a basso salario sono gli unici a guadagnare nelle loro famiglie”.

GUARDARE ALLA QUALITA’ DEI POSTI DI LAVORI CHE SI CREANO

“La trama dei rapporti di lavoro è il risultato dell’esame di un insieme incompleto di misure – ha detto Martha Ross, co-autore del rapporto Brookings -. Dobbiamo guardare alla qualità dei posti di lavoro che stiamo creando”.

MILIONI DI POSTI DI LAVORO SENZA BENEFIT OD ORARI PRESTABILITI

Sulla stessa linea anche Jed Kolko, capo economista di Indeed, sempre citato da Axios: “Per decenni, il mercato del lavoro ha visto una costante polarizzazione. C’è stata una crescita dei posti di lavoro ad alto salario nella tecnologia e nella finanza nelle grandi città, e c’è stato un aumento simile dei posti di lavoro nella fascia bassa – ma la fascia media si è svuotata, principalmente a causa del crollo del settore manifatturiero”. In sostanza, ha spiegato Kolko, “il mercato del lavoro si sta restringendo, il che dovrebbe spingere i salari verso l’alto, ma non è detto che questo accada. Mentre la retribuzione per i posti di lavoro a basso salario è aumentata negli ultimi due anni, la crescita non sta tenendo il passo con l’inflazione o con l’aumento dei costi delle abitazioni”. Inoltre, milioni di posti di lavoro a basso salario – come nella vendita al dettaglio, nella ristorazione, nell’assistenza sanitaria a domicilio o nell’economia sommersa – non hanno pacchetti di benefit robusti (se ce ne sono) e non hanno orari prevedibili. “Tutto questo fa parte di ciò che rende un lavoro un buon lavoro” – ha ammesso -. La crescita salariale per le industrie a basso salario è incoraggiante, ma c’è molto di cui preoccuparsi”.

LAVORI A BASSO SALARIO CONCENTRATI NELLE COSTE

Il lavoro a basso salario è più pervasivo nelle parti del paese che sono state lasciate indietro come le città sulle coste, ha evidenziato Brookings nella ricerca. Ci sono addirittura un certo numero di città dove le occupazioni a basso salario costituiscono la maggior parte dei posti di lavoro: Las Cruces, New Mexico, e Jacksonville, North Carolina (entrambe al 62%); Visalia, California (58%); Yuma, Arizona (57%); e McAllen, Texas (56%).

LAVORI A BASSO SALARIO CONCENTRATI TRA LE MINORANZE

Le minoranze sono sproporzionatamente influenzate dal lavoro a basso salario. Secondo lo studio Brookings, il 54% dei lavoratori neri e il 66% dei lavoratori ispanici sono a basso salario, rispetto al 37% dei lavoratori bianchi. Non solo. Si prevede che la polarizzazione del mercato del lavoro peggiorerà. Allo stesso tempo, i posti di lavoro a basso salario nel settore del commercio al dettaglio e della ristorazione saranno tra quelli con il più alto potenziale di automazione. Conclude Ross: “La questione di questi lavori a basso salario che scompaiono o cambiano significa che dobbiamo pensare a come sostenere questi lavoratori. Penso che, come paese, siamo pessimi nel farlo”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore