Advertisement
skip to Main Content

Le cose turche di Erdogan in Afghanistan

Funzionari Afghani

Circa 40 ufficiali senior del governo del deposto presidente afghano Ashraf Ghani sono stati introdotti clandestinamente in Turchia negli ultimi giorni. L’articolo di Giuseppe Gagliano

Circa 40 ufficiali senior del governo del deposto presidente afghano Ashraf Ghani sono stati introdotti clandestinamente in Turchia negli ultimi giorni.

Tra questi c’è il capo dell’intelligence afghana, secondo quanto riportato dai media turchi. Questi infatti sostengono che i funzionari afghani siano stati fatti uscire clandestinamente dall’Afghanistan controllato dai talebani dai militari e dai servizi segreti turchi. Quest’ultimo avrebbe nascosto i funzionari tra la folla di cittadini turchi evacuati da Kabul nei giorni scorsi, mentre i talebani stavano entrando nella capitale afgana.

I media turchi hanno affermato che l’ambasciata turca a Kabul aveva sviluppato piani di evacuazione all’inizio di questa estate, mentre i talebani stavano conquistando vaste aree di territorio in tutta la campagna, tra cui un certo numero di capoluoghi di provincia. Questi piani sono stati messi in atto a beneficio degli espatriati turchi che hanno vissuto e lavorato in Afghanistan.

Tuttavia, secondo i rapporti, i funzionari dell’ambasciata turca hanno anche contattato “funzionari afghani, che hanno stretti legami con la Turchia” e li hanno informati dei piani di evacuazione.

Quando le forze talebane hanno iniziato ad entrare a Kabul, i funzionari dell’ambasciata turca hanno messo in atto i piani di evacuazione e hanno invitato i funzionari afghani selezionati a farne uso. In poche ore, un aereo passeggeri della Turkish Airlines è apparso sulla pista dell’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul. In virtù di un accordo precedentemente stipulato tra Ankara e Washington, alcune parti dell’aeroporto erano sorvegliate dalle truppe turche. Secondo quanto riferito, queste truppe hanno aiutato a guidare gli sfollati sull’aereo, tenendo a bada “una grande folla” di persone che cercavano di lasciare Kabul, che “ha iniziato a correre verso l’aereo”.

L’aereo alla fine ha lasciato Kabul con 324 passeggeri a bordo, tra cui circa 40 alti funzionari afghani. Tra questi c’erano il ministro degli affari esteri dell’Afghanistan, Mohammad Hanif Atmar, il secondo vicepresidente del paese, Sarwar Danish, e Ahmad Zia Sraj, che era a capo della direzione nazionale della sicurezza nato nel 2002, fino a quando non è stato sciolto dai talebani all’inizio di questo mese. È stato riferito che la maggior parte della sua forza fatta di 30.000 uomini si è dispersa nei campi profughi in India, Uzbekistan e Tagikistan.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore