Mondo

La Cina rallenta nel galoppo. Gli ultimi dati sulla produzione industriale

di

Produzione industriale e vendite al dettaglio in Cina finiscono sotto pressione a luglio deludendo le attese e lanciando nuovi segnali preoccupanti sulla tenuta dell’economia nel mezzo delle tensioni commerciali con gli Usa.

 

La produzione industriale in Cina, nei dati dell’Ufficio nazionale di statistica, è aumentata del 4,8% annuo, al passo più lento da febbraio 2002 e al di sotto delle stime del 5,8% a causa del braccio di ferro con Washington e la debole domanda interna.

La seconda economia del mondo sta affrontando la guerra commerciale con l’amministrazione Usa e l’ufficio di statistica, nel commentare i dati, parla di uno “scenario esterno serio e complicato”.

A giugno, la produzione industriale cinese era aumentata del 6,3%. In calo anche la crescita delle vendite al dettaglio, principale indicatore dei consumi delle famiglie, scese al +7,6% annuo a luglio dal +9,8% a giugno, registrando l’incremento più basso da aprile (+7,2%).

L’Ufficio di statistica parla anche di “una crescente pressione interna al ribasso”.

I dati sulla produzione industriale come le vendite al dettaglio sono inferiori alle previsioni degli analisti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati