skip to Main Content

La Chiesa, i vaccini e il green pass

Chiesa Green Pass

L’intervento di Marco Mayer, docente al Master Cybersecurity Luiss

Ho letto con un po’ di rammarico la lettera che la Presidenza della Conferenza Episcopale ha inviato ai vescovi e alle comunità cristiane.

Condivido il messaggio generale, i ringraziamenti a quanti sono impegnati nel contrasto alla pandemia e nella cura delle persone malate, le raccomandazioni di agire con prudenza e buon senso.

Nutro, invece, qualche riserva su come la lettera affronta il green pass.

Dal 6 agosto — come è noto — non c’è alcun obbligo di green pass per chi partecipa a messe e processioni, nonché per fedeli e non fedeli che partecipano ai centri educativi estivi (comprese le relative attività di ristorazione).

Ciò che mi ha colpito è che la lettera della Presidenza della CEI si limiti a ricordare in modo assolutamente asettico che i cittadini che partecipano agli eventi che ho appena citato sono esonerati dall’obbligo del green pass e che restano in vigore le disposizioni previste oltre un anno fa ( dal protocollo di intesa siglato nel maggio 2020 dalla CEI con il governo Conte 2).

Da allora la situazione è profondamente mutata: in meglio per i vaccini, in peggio per le molteplici varianti del virus, la Delta in particolare.

Non penso all’obbligo, né ad interferenze della Chiesa nelle competenze dello Stato; tuttavia mi chiedo perché nella loro lettera di ieri la Conferenza dei vescovi italiani non si sia pronunciata con una semplice raccomandazione a favore di vaccini e green pass?

Quando ho letto la lettera mi è subito venuta in mente la “Regola d’Oro” ovvero le parole del rabbino Rabbi Hillel ed il suo richiamo alla Bibbia nonché quelle del Vangelo Matteo (7.12): “non fare agli altri quello che non vuoi venga fatto a te”.

Il vaccino di per sé non impedisce di contagiare, né garantisce al 100% di non essere contagiati. Tuttavia è del tutto evidente che maggiore è il numero delle persone che si vaccinano più diventa difficile far male a sé stessi e agli altri.

Per questo su vaccini e green pass forse nella lettera un invito alla persuasione da parte dei vescovi italiani poteva costituire un contributo prezioso nella lotta contro la pandemia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore