skip to Main Content

Ecco perché Trump e la Cia volevano assassinare Julian Assange

Assange

Il punto di Giuseppe Gagliano

Secondo le rivelazioni di Yahoo News, la Cia avrebbe discusso con Donald Trump di come rapire e assassinare Julian Assange.

Gli incontri si sarebbero tenuti nel 2017 durante la detenzione di Assange nella ambasciata dell’Ecuador a Londra. La ragione che avrebbe spinto i funzionari del servizio di sicurezza a prendere una decisione così radicale sarebbe legata alla pubblicazione da parte di WikiLeaks del Vault 7, un insieme di strumenti di hacking della Cia. L’indagine condotta da Yahoo si basa sulle conversazioni che i giornalisti hanno avuto con 30 ex funzionari statunitensi.

Ciò che alla fine spinse l’agenzia a fare marcia indietro era la prevedibile reazione che un’eventuale eliminazione avrebbe suscitato presso l’opinione pubblica. Nonostante il rischio di una reazione di tale natura che avrebbe certamente determinato la caduta dell’amministrazione Trump, oltre all’ incriminazione sia del presidente che dei funzionari del servizio di sicurezza, l’agenzia contattò diversi membri del Congresso (sia della Camera che delle commissioni di Intelligence del Senato) per avvisarli di ciò che l’amministrazione Trump aveva intenzione di porre in essere.

Scontato e prevedibile il commento dell’avvocato americano di Assange, secondo il quale è assolutamente oltraggioso “che il nostro governo stia contemplando il rapimento o l’assassinio di qualcuno senza alcun processo giudiziario semplicemente perché aveva pubblicato informazioni veritiere. La mia speranza e aspettativa è che i tribunali del Regno Unito considereranno queste informazioni e rafforzeranno ulteriormente la decisione di non estradare Assange negli Stati Uniti”.

La CIA, come numerosi altri servizi di sicurezza dei cosiddetti paesi democratici, non è certo nuova a operazioni di questo genere. Naturalmente rimane la totale e assoluta incompatibilità sia giuridica che politica tra i valori proclamati dalle democrazie e le operazioni poste in essere – o che si vorrebbero porre in essere – da parte dei servizi di sicurezza. Ma siamo persuasi che i numerosi analisti cattedratici e non siano in grado di dipanare questa inusuale – sia detto con ironia – problematica.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore