skip to Main Content

Biden incenerirà la nicotina?

Biden Nicotina

L’amministrazione Biden pensa a una legge per ridurre la nicotina nelle sigarette. L’approfondimento del Wall Street Journal

L’amministrazione Biden sta considerando di richiedere alle compagnie del tabacco di abbassare la nicotina in tutte le sigarette vendute negli Stati Uniti a livelli che non creino più dipendenza, secondo persone che hanno familiarità con la questione – riporta il WSJ.

I funzionari dell’amministrazione stanno considerando la questione mentre si avvicinano alla scadenza per dichiarare le intenzioni dell’amministrazione su un’altra questione del tabacco: se vietare o meno le sigarette al mentolo.

La Food and Drug Administration deve rispondere in tribunale entro il 29 aprile a una petizione di cittadini per vietare il mentolo, rivelando se l’agenzia intende perseguire una tale politica. L’amministrazione Biden sta valutando se andare avanti con un divieto del mentolo o una riduzione della nicotina in tutte le sigarette – o entrambi, hanno detto le persone che hanno familiarità con la questione.

La Casa Bianca e la FDA non hanno commentato immediatamente lunedì.

La politica di riduzione della nicotina in considerazione abbasserebbe la sostanza chimica nelle sigarette a livelli che non creano dipendenza o in misura minima, con l’obiettivo di spingere milioni di fumatori a smettere o a passare ad alternative meno dannose come gomme alla nicotina, pastiglie o sigarette elettroniche. Un divieto del mentolo, nel frattempo, mirerebbe a frenare l’iniziazione al fumo tra i giovani, molti dei quali iniziano con il mentolo. Entrambe le politiche richiederebbero anni per essere implementate e probabilmente dovrebbero affrontare sfide legali.

Scott Gottlieb, commissario della FDA sotto l’amministrazione Trump, ha perseguito sia un divieto di mentolo che una riduzione della nicotina nelle sigarette come parte di una più ampia politica del tabacco che ha proposto nel 2017. Ma dopo aver lasciato l’agenzia nel 2019, entrambi i piani sono stati accantonati.

La Nuova Zelanda la scorsa settimana ha proposto di ridurre drasticamente i livelli di nicotina nelle sigarette e di aumentare l’età legale per fumare come parte di una politica più ampia volta a porre fine al fumo.

La nicotina di per sé non causa il cancro, malattie cardiache o polmonari, secondo la FDA. Ma aggancia le persone alle sigarette, che sono collegate a 480.000 morti negli Stati Uniti ogni anno.

Le azioni del produttore di Marlboro sono cadute più del 6% lunedì pomeriggio alla notizia delle deliberazioni dell’amministrazione Biden.

“Qualsiasi azione che la FDA prende deve essere basata sulla scienza e sulle prove e deve considerare le conseguenze reali di tali azioni, compresa la crescita di un mercato illecito e l’impatto su centinaia di migliaia di posti di lavoro dalla fattoria ai negozi locali in tutto il paese”, ha detto un portavoce di Marlboro.

Una portavoce di Reynolds American Inc. che produce sigarette Camel e Newport, ha detto lunedì che il caso scientifico per la riduzione della nicotina è inconcludente e che “ci sono strumenti migliori per migliorare la salute pubblica”.

La ricerca finanziata dalla FDA e dal National Institutes of Health ha dimostrato che quando la nicotina è stata quasi eliminata dalle sigarette, i fumatori erano più propensi a smettere o a cercare una dose di nicotina da alternative meno dannose come le sigarette elettroniche o le gomme rispetto ai fumatori che hanno continuato a usare sigarette con livelli di nicotina normali.

Abbassare la nicotina nelle sigarette è stato un argomento di discussione all’interno della FDA fin dagli anni ’90. Può essere fatto in diversi modi, come modificare geneticamente le piante di tabacco o togliere la nicotina dalla foglia nel processo di produzione. Nel 2009, il Tobacco Control Act ha autorizzato la FDA a imporre un tale cambiamento, stabilendo che la politica sia basata su prove scientifiche.

Un divieto del mentolo è stato analogamente nel mirino della FDA per anni.

Il Tobacco Control Act ha vietato gli aromi di caramelle, frutta e spezie nelle sigarette a causa del loro potenziale appeal sui bambini, ma ha lasciato in sospeso la questione del mentolo. La legge del 2009 diceva che la FDA poteva proibire il mentolo solo se poteva dimostrare che un divieto era un beneficio netto per la salute pubblica, tenendo conto delle potenziali conseguenze non volute come un mercato illecito. L’agenzia ha lavorato per superare questo ostacolo da allora.

La FDA ha concluso nel 2013 che i mentolati sono più difficili da smettere e probabilmente rappresentano un rischio maggiore per la salute rispetto alle sigarette normali. L’agenzia ha detto che l’uso delle sigarette era probabilmente associato ad un aumento dell’inizio del fumo da parte di giovani e giovani adulti.

Il mentolo, un composto che si trova naturalmente nelle piante di menta, è stato aggiunto alle sigarette dal 1920. Fornisce una sensazione di raffreddamento nella bocca e nella gola. I funzionari della sanità hanno detto che allevia l’irritazione della gola causata dal fumo di sigaretta, rendendo il mentolo più attraente per i giovani e coloro che non hanno mai fumato.

L’industria del tabacco ha respinto le conclusioni della FDA sul mentolo. I mentoli rappresentano circa un terzo dei 226 miliardi di sigarette vendute ogni anno nel paese e sono popolari tra i fumatori adolescenti e afro-americani, secondo i dati federali.

(Estratto dalla rassegna stampa di Epr)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore