Mondo

Come i governatori negli Stati Uniti cercano di gestire la pandemia

di

virus cina

Nove governatori negli Stati Uniti stanno cercando di rispondere alla pandemia si barcamenano fra aumento dei casi con pressioni per mantenere aperte le attività

 

Il presidente Donald Trump non ha gestito il coronavirus e i governatori sono di nuovo chiamati ad occuparsi della risposta della nazione. Stanno reagendo con una politica frammentaria che difficilmente riuscirà a superare il tanto temuto “inverno buio” in America, scrive Politico.

I governatori stanno bilanciando l’aumento del numero di casi e la pressione per tenere aperte almeno in parte le scuole, i ristoranti e i bar. Stanno applicando un “coprifuoco” poco definito su tutti i lavoratori, tranne che su quelli essenziali, moniti per l’organizzazione di cene del Ringraziamento e riduzioni dei limiti di capacità degli spazi interni – e un numero crescente di repubblicani sta imponendo delle maschere.

Cosa non stanno facendo: Ritornare all’approccio “tutto o niente” del primo mese della pandemia, evitando a un pubblico stremato dalla malattia un altro giro di serrate.

“I governatori sono molto, molto attenti. Stanno agendo chirurgicamente su alcune delle loro esigenze”, ha detto il governatore del Wisconsin Tony Evers, un democratico che ha combattuto contro i repubblicani per i suoi sforzi di contenimento, in un’intervista. “I grandi stanno facendo in modo che le persone indossino maschere e rivestimenti facciali. Penso che stiano facendo un buon lavoro”.

Ecco uno sguardo su come nove governatori – provenienti da tutto il Paese e da tutto lo spettro politico – stanno rispondendo a quello che gli esperti temono possa diventare il più letale aumento di coronavirus mai registrato negli Stati Uniti.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN SOUTH DAKOTA?

Il South Dakota ha uno dei più alti tassi di casi pro capite in tutto il paese, secondo i dati del CDC – un fatto che Noem non ha riconosciuto in una conferenza stampa la scorsa settimana. È uno dei pochi stati in cui quasi la metà dei test del coronavirus sono positivi, ed è lo Stato dove un’infermiera questo mese ha condiviso, diventando virale, storie di pazienti morenti che rifiutavano di credere che il coronavirus fosse una cosa reale.

COME IL SOUTH DAKOTA STA COMBATTENDO IL VIRUS

Noem ha preso una pagina dal libro dei piani di Trump, ha ripetutamente sminuito il virus, ma ha anche adottato un approccio più pragmatico nella lotta contro la pandemia rispetto a molti dei governatori della nazione.

Ha rifiutato la chiusura in primavera e ha permesso che il massiccio Rally motociclistico di Sturgis si svolgesse quest’estate – un evento che da allora è collegato a centinaia di casi in tutto il territorio della regione. Quando il virus si è diffuso nello Stato questo autunno, Noem non ha applicato restrizioni e ha rifiutato di esortare i residenti indossare maschere, figuriamoci a promulgare un decreto.

“Ho sempre detto che le persone che vogliono indossare maschere dovrebbero indossare maschere e le persone che non lo fanno non dovrebbero vergognarsi perché scelgono di non farlo”, Noem ha detto in una conferenza stampa la scorsa settimana.

Il suo ufficio ha difeso la sua risposta pandemica in una dichiarazione.

“Guardate il Minnesota, il Wisconsin e l’Illinois che hanno avuto obblighi di maschere per mesi, ma stanno ancora vedendo un rapido aumento dei casi”, ha scritto Ian Fury, un portavoce di Noem, in una e-mail. “Dall’inizio della pandemia, il governatore Noem si è concentrato su soluzioni che fanno bene, non su soluzioni che fanno sentire bene”.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN ILLINOIS?

Dopo mesi di bassi tassi di positività – l’Illinois era un’isola circondata da altri con un numero di casi altissimo – lo Stato ha registrato un aumento “esponenziale” dei casi e dei ricoveri nelle ultime settimane. La settimana scorsa ha superato gli 11.000 decessi, un numero che il dipartimento della salute dello stato pensava non sarebbe stato raggiunto fino alla fine dell’anno.

COME L’ILLINOIS STA COMBATTENDO IL VIRUS

Pritzker è stato uno dei primi a ordinare di indossare le maschere, indossandone una lui stesso quando si accingeva a salire sul podio per i suoi briefing quotidiani sul Covid-19. Il suo provvedimento esecutivo in primavera ha confinato l’intero Stato – il primo nel paese, insieme alla California – suscitando le critiche degli abitanti delle zone rurali, che ritenevano ingiusto associare la loro vasta regione con la città di Chicago.

Così Pritzker ha diviso lo stato in 11 aree e ora misura la necessità di mitigazione in base alla disponibilità di posti letto ospedalieri e ai tassi di positività di ciascuna area. Da allora sono state intentate cause legali, ma sono state respinte dai tribunali.

“Siamo un grande Stato, quindi per certi versi ha senso. Non si potrebbe fare in uno stato che è la metà di noi”, ha detto Pritzker in un’intervista. “Per un po’ ha funzionato davvero. Mettevamo le zone in isolamento e fuori isolamento e poi non dovevi costringere le altre zone ad adottare l’isolamento quando stavano andando bene”.

Nella seconda ondata, bar e ristoranti hanno chiuso per la ristorazione al coperto, i negozi al dettaglio devono rispettare nuovi limiti di capacità – i negozi di alimentari al 50 per cento e quelli di grandi dimensioni al 25 per cento. Anche musei, cinema e casinò sono chiusi.

L’obbligo della maschera rimane, e Pritzker dice che lo Stato è a un passo dall’ordine di restare a casa.

La sua sfida più grande?

“La campagna condotta per indossare la maschera e la politica che Donald Trump ha portato per combattere un virus che non conosce la politica”, ha detto Pritzker. “Il virus sta uccidendo i repubblicani proprio come i democratici. Questo virus sta uccidendo persone che non indossano le maschere in numero maggiore rispetto a alle persone che indossano le maschere, di sicuro. Sto cercando di tenere tutti, repubblicani e democratici, al sicuro”.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN MASSACHUSSETS?

Il Massachusetts è stato un punto caldo all’inizio della pandemia. I casi di coronavirus stanno aumentando di nuovo nel Massachusetts: Lo Stato sta segnalando circa 2.000 nuovi casi al giorno e ha appena superato la triste pietra miliare di 10.000 morti legate al coronavirus. I funzionari dicono che gli ospedali della Bay State sono meglio preparati con i dispositivi di protezione individuale e la capacità dell’ospedale di gestire l’attuale ondata.

COME IL MASSACHUSSETS STA COMBATTENDO IL VIRUS

Massachusetts ha avuto l’obbligo della maschera in vigore dalla primavera, ma Baker ha emesso un ordine più rigoroso nel mese di novembre che richiede ai residenti di indossare maschere per il volto in ogni momento in pubblico.

“Siamo nel bel mezzo di un’ondata di casi”, ha detto Baker durante una recente conferenza stampa. “C’è una trasmissione diffusa in tutto il Commonwealth. E stiamo organizzando almeno un ospedale da campo per curare una massiccia quantità di pazienti ammalati”.

Baker ha recentemente imposto un coprifuoco alle 21:30 per le cene al coperto e gli incontri sociali, e ha chiesto ai residenti di essere nelle loro case entro le 22, anche se alcuni legislatori e sostenitori dello stato chiedono a Baker di interrompere completamente le cene al coperto.

La più grande battaglia che si sta svolgendo in Massachusetts è come gestire le scuole con l’aumento dei casi. L’amministrazione Baker ha sottolineato l’importanza di mantenere aperte le scuole di persona, e indica dati che dimostrano che il virus non si sta diffondendo rapidamente nelle scuole. La spinta scolastica di persona ha messo Baker in conflitto con i funzionari locali e i potenti sindacati degli insegnanti.

I piani di riapertura sono di competenza dei comitati scolastici locali nelle 351 città e paesi dello stato, e molti hanno aperto per l’apprendimento a distanza o un modello ibrido con una frequenza limitata di persone.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN WISCONSIN?

Secondo il CDC, il Wisconsin sta assistendo a una delle peggiori epidemie della nazione. Il numero di casi di coronavirus continua ad aumentare, mentre la disponibilità di letti per le unità di terapia intensiva è scesa a livelli pericolosamente bassi.

COME IL WISCONSIN STA COMBATTENDO IL VIRUS

Evers ha dovuto affrontare una serie di sfide legali per le sue politiche volte a rallentare la diffusione del virus. Non ha avuto particolare successo nel difendere gli sforzi.

La Corte Suprema di Stato si è schierata con i legislatori che hanno detto che avrebbero dovuto avere voce in capitolo sull’opportunità di estendere l’ordine iniziale di Evers. La decisione ha fatto sì che lo Stato si riaprisse e che i casi di coronavirus andassero alle stelle.

“È terribile”, ha detto Evers nell’intervista.

Il governatore ha dichiarato un’emergenza sanitaria pubblica nello stato, richiedendo la copertura del viso in pubblico. Anche questo è stato contestato dai conservatori.

I dipartimenti sanitari locali, compresi quelli di grandi città come Milwaukee e Madison, hanno ridotto le capacità dei ristoranti e di altre imprese. E alcuni distretti scolastici hanno chiuso le scuole superiori di persona. Lo Stato sta anche incoraggiando – non ordinando – i residenti a rimanere a casa.

Ma Evers dice di voler fare di più.

“L’opposizione repubblicana è senza dubbio la sfida più grande”, ha detto. “Hanno portato il mantra di Trump a un livello completamente nuovo. Quando si è contro la mitigazione e contro ogni sforzo per evitare che il virus si diffonda e che lo richieda, questo è un problema. E lo stiamo combattendo da mesi e questa è una delle ragioni per cui ci troviamo in questa situazione difficile”.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN TEXAS?

Il Texas è nel bel mezzo di un’altra grave epidemia a seguito di un picco di casi estivi. Più di un milione di texani sono risultati positivi al test Covid-19 finora e più di 20.000 sono morti. El Paso, nel Texas occidentale, è diventato un epicentro di virus durante l’attuale epidemia, con alcuni dei casi in più rapida crescita nella nazione. Gli ospedali sono stati così pieni che i pazienti sono stati trasportati in aereo verso altre città e un ospedale da campo è stato costruito in un centro congressi cittadino.

COME IL TEXAS STA COMBATTENDO IL VIRUS

In estate, con i casi in rapido aumento nello stato, Abbott ha reimposto una serie di misure Covid-19: Limitò le capacità nei ristoranti, chiuse i bar e per la prima volta impose un mandato per l’intero Stato. A settembre ha allentato le restrizioni per le imprese, indicando il declino dei ricoveri ospedalieri.

Ora, nonostante il rapido aumento dei casi, Abbott ha resistito alle chiamate per stringere i limiti di capacità e chiudere le attività, e ha persino legato le mani ai funzionari locali che stanno cercando di frenare la diffusione del virus attraverso nuove misure. Lo Stato ha citato in giudizio la contea di El Paso per un ordine di chiusura delle aziende. Una corte d’appello si è schierata con il Texas e ha annullato l’ordine.

“E’ importante che tutti nello stato sappiano che in tutto lo stato non ci sarà un’altra chiusura”, ha detto Abbott durante una conferenza stampa la scorsa settimana. “C’è una sopravvalutazione di ciò che una chiusura otterrà esattamente, e c’è un malinteso su ciò che una chiusura non otterrà”.

Abbott ha inviato aiuti a El Paso, compreso l’equipaggiamento, il personale medico e le truppe della Guardia Nazionale. E l’ordine della mascherina rimane in vigore per la maggior parte delle 254 contee dello stato.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA A NEW YORK?

New York ha rallentato con successo la diffusione del virus da quando è diventato l’epicentro globale di Covid-19 a marzo e aprile. Dopo aver toccato il minimo durante l’estate, il numero di nuovi casi di coronavirus ha cominciato a crescere nelle ultime settimane, in mezzo a test potenziati nei codici di avviamento postale dei punti caldi. New York ha segnalato più di 5.000 nuovi casi al giorno negli ultimi giorni.

COME NEW YORK STA COMBATTENDO IL VIRUS

Dopo aver attuato una chiusura in tutto lo Stato in primavera, Cuomo ha riaperto lo Stato attraverso un approccio regionale e graduale. La sua strategia include ora requisiti di copertura del viso, regole di quarantena per i viaggi, coprifuoco nei ristoranti e restrizioni sui raduni.

Cuomo sta anche utilizzando una strategia di “micro-cluster”, un approccio in cui lo stato risponde alle epidemie in quartieri specifici. Ciò ha comportato nuove restrizioni – tra cui alcuni limiti per l’apprendimento di persona e per le imprese ad alto rischio e non essenziali – ulteriori test, la ricerca di contatti e l’applicazione della conformità sulle comunità e sui codici di avviamento postale in cui Covid-19 è in aumento.

Gareth Rhodes, il vice sovrintendente e consigliere speciale del Dipartimento di Stato dei Servizi Finanziari e membro della task force Covid-19 del governatore, ha affermato che la strategia del micro-cluster è stata efficace nel controllare la diffusione virale nelle aree più calde e ha contribuito a prevenire un altro arresto in tutto lo Stato.

“Quando ci sono prove che si sta verificando un’ampia diffusione della comunità e che la tendenza sta andando nella direzione sbagliata, è allora che implementiamo il cluster”, ha detto Rhodes. “Serve come un campanello d’allarme per le comunità che, a meno che non vengano intraprese ulteriori azioni da parte della comunità, ci saranno ulteriori restrizioni in arrivo”.

Lo stato ha intensificato i suoi sforzi di test e di ricerca di contatti per capire meglio come e dove Covid-19 viene trasmesso. Rich Azzopardi, consigliere senior di Cuomo, ha detto che “la grande differenza tra marzo e aprile è che ora sappiamo molto di più” su come il virus si diffonde.

“È come se la nebbia della guerra si fosse alzata e si vede il campo”, ha detto.

Nonostante si sia concentrato su un approccio a micro-cluster, Cuomo non ha ancora preso in considerazione la possibilità di un altro arresto in tutto lo stato.

“Tutto si basa sui numeri”, ha detto Rodi. “Monitoriamo i numeri ogni giorno. Non c’è una metrica che sia determinante – guardiamo una serie di metriche”.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN FLORIDA?

Quasi 18.000 persone in Florida sono morte a causa di Covid-19, e più di 910.000 sono state infettate da quando sono apparsi i primi risultati positivi del test all’inizio di marzo. Più di 500.000 di queste infezioni facevano parte della rinascita estiva, e alcuni esperti medici temono che ne sia iniziata un’altra nello stato.

COME LA FLORIDA STA COMBATTENDO IL VIRUS

DeSantis ha preso spunto dalla Casa Bianca per affrontare la pandemia, e più recentemente ha tenuto la Florida aperta agli affari. Ha spinto per l’apprendimento di persona e dice che sono solo gli anziani, non tanto i giovani, a doversi preoccupare della pandemia.

DeSantis ha bandito i visitatori dalle case di cura e ha fatto chiudere bar, discoteche e sale da pranzo dei ristoranti all’inizio. Tutte le attività non essenziali sono state ordinate chiuse in tutto lo stato entro i primi di aprile.

A maggio, DeSantis ha iniziato a permettere la riapertura delle attività commerciali, in gran parte in sintonia con le raccomandazioni della Casa Bianca, e da allora non si è più guardato indietro. Ha persino avuto dei ripensamenti sul suo ordine di chiusura originario.

“Ora sappiamo che questi tipi di chiusura non hanno fatto nulla”, ha detto DeSantis a settembre. “In realtà, sembra che siano state più dannose che buone”.

DeSantis ha eliminato quasi tutte le restrizioni che aveva imposto, permettendo a tutte le aziende di rimanere aperte e rifiutando di dare mandato di indossare maschere facciali. Lo Stato ha bloccato la riscossione delle multe a decine di governi locali che hanno imposto l’obbligo della maschera.

DeSantis ha spinto in modo aggressivo per mantenere aperte le scuole, rendendo praticamente impossibile per i distretti decidere da soli di chiudere. E il governatore sta ora concentrando i suoi sforzi sugli anziani e sui più vulnerabili dal punto di vista medico, che sono i più probabili a morire a causa di Covid-19. In una tavola rotonda di quest’autunno con gli esperti sanitari universitari – un evento che ha attirato l’incoraggiamento di Trump – DeSantis ha indicato i dati dei test statali che hanno dimostrato che la maggior parte dei giovani si è ripresa dal virus senza cure mediche.

La Florida è ora in attesa dell’arrivo dei vaccini Covid-19, e DeSantis ritiene che alcuni degli ospedali e delle strutture di assistenza a lungo termine dello stato potrebbero iniziare a vedere le dosi nelle prossime tre-sei settimane. Non ha mostrato alcun segno di ritorno verso l’isolamento.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA IN CALIFORNIA?

La California, lo stato più popoloso della nazione con quasi 40 milioni di abitanti, è stato uno dei primi epicentri della pandemia, ma se l’è cavata meglio di gran parte del resto del Paese nel gestirla. Ora, i nuovi casi stanno superando gli 11.000 casi al giorno, e l’aumento del tasso di positività dello stato e il salto di oltre il 77% dei ricoveri ospedalieri nelle ultime due settimane hanno fatto scattare l’allarme del governatore.

COME LA CALIFORNIA STA COMBATTENDO IL VIRUS

Le azioni di Newsom, a metà marzo, per mettere in atto il primo ordine di soggiorno a casa in tutto lo stato, hanno fatto sì che lo stato vincesse le prime lodi per aver piegato la curva, ma l’aumento del carico di lavoro lo ha costretto a luglio a prendere di nuovo provvedimenti per la riapertura dell’attività e a rinnovare il quadro della riapertura della California.

Il picco più recente ha spinto lo stato la scorsa settimana non solo a ritirare drasticamente le riaperture, ma anche ad emanare un coprifuoco in tutto lo stato a partire da sabato, che richiede ai residenti di rimanere nelle loro case dalle 22 alle 5 del mattino, a meno che non svolgano attività essenziali. Il coprifuoco sarà in vigore fino al 21 dicembre.
Newsom ha anche tirato il “freno d’emergenza”, collocando la maggior parte dello stato – il 94% della popolazione dello stato – nel livello più restrittivo della struttura di riapertura dello stato a quattro livelli con codice colore. Ciò ha significato la fine dei pasti al coperto per la maggior parte dello stato, insieme al divieto di operare al coperto per palestre, musei e servizi religiosi.

Il governatore, che ha avuto una settimana difficile dopo la notizia che ha partecipato a un raduno di compleanno senza maschera in un ristorante a tre stelle Michelin nella Napa Valley e i cui bambini sono stati esposti al coronavirus, ha detto che è giunto il momento di agire per frenare la diffusione del virus, e ha invitato tutti i californiani a rispettare le linee guida dello stato.

“Questo è semplicemente il più rapido aumento che la California abbia visto dall’inizio della pandemia”, ha detto Newsom del rapido aumento del numero di casi dello stato in una conferenza stampa la scorsa settimana.

Da allora, la situazione è solo peggiorata.

QUANTO È GRAVE LA PANDEMIA NELLO UTAH?

Il coronavirus ha avuto un’impennata nello Utah quest’autunno, e ha infranto i record di ricoveri ospedalieri la settimana prima del Ringraziamento. I casi sono esplosi, raggiungendo più di 4.000 casi al giorno per la prima volta questo mese. Durante uno di questi picchi, alla fine di ottobre, gli ospedali hanno presentato a Herbert una proposta di piano per il razionamento delle cure dei pazienti. I medici ora dicono di aver iniziato a razionare informalmente le cure, ha riferito questa settimana il Salt Lake Tribune.

COME LO UTAH STA COMBATTENDO IL VIRUS

Herbert ha promulgato un nuovo stato di emergenza con effetto dal 9 novembre ed è diventato uno dei sempre più numerosi governatori repubblicani ad imporre un mandato con una maschera in tutto lo Stato. Ha anche ordinato nuove restrizioni dopo aver discusso del picco nei casi con il direttore del CDC Robert Redfield e Deborah Birx, il coordinatore della task force per il coronavirus. Queste misure, ad eccezione del mandato della maschera, sono scadute lunedì, quando lo Utah ha emanato un nuovo ordine di salute pubblica e ha abolito le restrizioni sulle riunioni sociali.

Il mandato della maschera in tutto lo Stato, che dovrebbe rimanere in vigore nel prossimo futuro, è arrivato più di un mese dopo che la Utah Medical Association lo ha implorato di adottare il requisito. Il governatore aveva prima utilizzato un approccio locale alle maschere, lasciando che fossero le giurisdizioni a stabilire le proprie regole e poi, a metà ottobre, ha introdotto un nuovo sistema di maschere obbligatorio a seconda del livello di infezione in un’area.

Ma nelle ultime settimane, “la pressione sui nostri ospedali è aumentata drammaticamente”, secondo Anna Lehnardt, portavoce di Herbert.

“La decisione del governatore di estendere il mandato della maschera a tutto lo stato è stata strettamente legata alla sua dichiarazione del nuovo stato di emergenza per affrontare il sovraffollamento degli ospedali”, ha detto Lehnardt in una e-mail.

(Estratto dalla rassegna stampa di Eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati