Mondo

Future Investment Initiative, chi c’è nel board (oltre Renzi) della fondazione dell’Arabia Saudita

di

Tutti i membri (oltre Renzi) del consiglio della fondazione Future Investment Initiative che fa capo Mohammad bin Salman dell’Arabia Saudita.

 

Si chiama Future Investment Initiative (Fii), ed è una fondazione saudita senza scopo di lucro. Ribattezzata la “La Davos del deserto” (a Davos, in Svizzera, si tiene il forum economico mondiale), ha tra i membri del suo board anche Matteo Renzi, fondatore e leader di Italia Viva, senatore e membro della commissione Difesa.

Chi sono gli altri membri di Future Investment Initiative?

LA FUTURE INVESTMENT INITIATIVE

La Future Investment Initiative è stata creata con un decreto del re Saudita, Salman bin Abd al-Aziz Al Sau. La fondazione fa capo al figlio del re, Mohammad bin Salman, principe ereditario, e presidente del Fondo per gli investimenti pubblici, presidente del Consiglio degli affari economici e dello sviluppo dell’Arabia Saudita.

La fondazione “cerca di potenziare le idee più brillanti del mondo”, si legge sul sito.

MATTEO RENZI NEL CONSIGLIO DI FONDAZIONE

Tra i membri del consiglio di fondazione c’è anche Matteo Renzi, già presidente del Consiglio dei Ministri, da febbraio 2014 a dicembre 2016, e sindaco di Firenze da giugno 2009 a febbraio 2014. Oggi è capo di un partito, Italia Viva, senatore e membro della commissione Difesa.

RICHARD ATTIAS

Nel Consiglio di fondazione siede anche Richard Attias, consigliere di leader internazionali, aziende e nazioni. È ceo di FII Institute.

È tra gli organizzatori e i promotori del World Economic Forum Annual Meeting at Davos, del Clinton Global Initiative, della Nobel Laureates Conferences, del The New York Forum, del The New York Forum AFRIC, dell’UNESCO NGO Forum, del One Planet Summit, dell’Olympism In Action, del Bloomberg New Economy Forum, del The African Cup, del The African Games.

Prima di fondare RA&A, Attias ha lavorato per Publicis Groupe, dove è stato presidente esecutivo di Publicis Events Worldwide.

YASIR AL-RUMAYYAN

Altro membro del Consiglio di fondazione è Yasir O. Al-Rumayyan, che è Governatore del Fondo per gli investimenti pubblici dell’Arabia Saudita dal 2015, guidando tutte le aree operative del fondo sovrano. E’ anche Consigliere del Segretariato Generale del Consiglio dei Ministri, dal 2016.

Ricopre posizioni chiave nei consigli di amministrazione di alcune delle aziende e organizzazioni più influenti del mondo: è Presidente di Saudi Aramco, la società quotata più preziosa al mondo, è Presidente di Ma’aden da settembre 2019 ed è membro del consiglio di Uber Technologies, di SoftBank Group Corp. e di ARM Limited.

PRINCIPESSA REEMA BINT BANDAR

Nominata ambasciatrice negli Stati Uniti nel febbraio 2019, la principessa Reema Bint Bandar è la prima donna nella storia del Paese a ricoprire questo ruolo. Dal 2007 al 2015 è stata CEO di Alfa International Company Limited – Harvey Nichols Riyadh, una società di vendita al dettaglio di lusso multimarca. Nel 2018 è stata nominata, nel Regno, Vice responsabile dello sviluppo e della pianificazione ed è Presidente della Mass Participation Federation, prima donna di una federazione multisportiva.

È anche membro delle Olimpiadi speciali (dal 2019); membro del consiglio di amministrazione del comitato olimpico dell’Arabia Saudita (dal 2017), membro del consiglio del Panthera’s Conservation Council (2020); Membro dell’Advisory Council for the Women Entrepreneurs Finance Initiative della Banca Mondiale (dal 2017).

MOHAMMED ALABBAR

Nel Consiglio di fondazione anche Mohammed AlAbbar, un imprenditore. Dal 1997, guida le società di sviluppo immobiliare Emaar Properties e Eagle Hills. Ha partecipazioni, in Cina, nella principale piattaforma di trasporto mobile Didi Chuxing e nella famosa catena di caffè, Luckin Coffee.

PETER DIAMANDIS

Recentemente nominato da Fortune come uno dei “50 più grandi leader del mondo”, Peter H. Diamandis è il fondatore e presidente esecutivo della Fondazione XPRIZE. È fondatore esecutivo della Singularity University, un’istituzione universitaria della Silicon Valley ed è cofondatore di BOLD Capital Partners, un fondo di rischio con 250 milioni di dollari.

E’ autore di: Abbondanza – Il futuro è migliore di quanto pensi e Bold – Come diventare grandi, creare ricchezza e avere un impatto nel mondo.

TONY CHAN

Accanto a Matteo Renzi, nel consiglio di fondazione di Future Investment Initiative, siede Tony Chan, terzo presidente di KAUST, da settembre 2018. Nel decennio precedente è stato presidente della Hong Kong University of Science and Technology (HKUST). Precedentemente è stato vicedirettore della direzione delle scienze matematiche e fisiche presso la US National Science Foundation dal 2006 al 2009.

ADAH ALMUTAIRI

Adah Almutairi è una professoressa di chimica farmaceutica presso il dipartimento di Bioingegneria e Nanoingegneria. È direttrice del Center for Excellence in Nanomedicine and Engineering presso l’Institute of Engineering in Medicine dell’Università della California.

La professoressa detiene oltre una dozzina di brevetti statunitensi e internazionali, molti dei quali sono attualmente autorizzati nell’industria. È fondatrice di eLux Medical Inc.

IL COMITATO CONSULTIVO DEL PIF

Non solo Consiglio di fondazione. A guidare la Future Investment Initiative, per volontà del Fondo per gli investimenti pubblici dell’Arabia Saudita, cui la Fii fa di fatto capo, è anche un comitato consultivo composto da 11 membri.

I membri del comitato consultivo includono Masayoshi Son, Ceo del gruppo giapponese SoftBank; Joe Kaeser, presidente e amministratore delegato di Siemens; Stephen Schwarzman, Ceo del private equity Blackstone; Mohamed Ali Alabbar, fondatore e presidente di Emaar Properties, il più grande sviluppatore quotato di Dubai; Ajay Banga, il presidente e amministratore delegato di Mastercard; Victor Chu, che dirige il First Eastern Investment Group; Mellody Hobson, il presidente di Ariel Investments; Arianna Huffington, fondatrice e Ceo di Thrive Global; Peter Thiel, cofondatore e partner del Founders Fund; Tidjane Thiam, amministratore delegato di Credit Suisse e Lubna Olayan, che dirige la Olayan Financing Company.

Articoli correlati