skip to Main Content

Ecco cosa prevede l’accordo Usa bipartisan sulle armi

Armi Stati Uniti

Senatori democratici e repubblicani hanno annunciato un accordo bipartisan per contrastare la violenza da armi da fuoco. Tutti i dettagli nell’articolo del Wall Street Journal

 

Senatori democratici e repubblicani hanno annunciato un accordo su un quadro legislativo volto a ridurre le sparatorie di massa in America tenendo le armi fuori dalle mani di individui potenzialmente pericolosi.

Il gruppo bipartisan di senatori ha dichiarato domenica di essere al lavoro per redigere una legislazione che preveda maggiori finanziamenti per i programmi di salute mentale e per la sicurezza delle scuole, oltre a fornire incentivi agli Stati per l’attuazione e il mantenimento di leggi “red-flag” e per l’inclusione dei fascicoli dei minori nei controlli di background per coloro che acquistano armi con meno di 21 anni di età – scrive il WSJ.

“Il nostro piano salva vite umane e allo stesso tempo protegge i diritti costituzionali degli americani rispettosi della legge. Ci auguriamo di ottenere un ampio sostegno bipartisan e di far approvare la nostra proposta di buon senso come legge”, così in una dichiarazione rilasciata dal gruppo, guidato dal sen. Chris Murphy (D., Conn.) e John Cornyn (R., Texas), oltre che dai Sen. Kyrsten Sinema (D., Ariz.) e Thom Tillis (R., N.C.).

In un segno cruciale di sostegno, 10 repubblicani hanno firmato l’accordo. I negoziatori hanno lavorato per ottenere un sostegno sufficiente a far passare la legislazione in un Senato diviso al 50%, dove qualsiasi legge avrebbe bisogno di un significativo sostegno bipartisan per raggiungere i 60 voti necessari per avanzare. Tutti i democratici probabilmente sosterrebbero la legislazione, il che significa che almeno 10 repubblicani dovrebbero appoggiare la legge finale.

I repubblicani che hanno firmato il quadro di riferimento sono i senatori Cornyn e Tillis. Cornyn e Tillis, a cui si sono aggiunti Roy Blunt del Missouri, Richard Burr della Carolina del Nord, Bill Cassidy della Louisiana, Susan Collins del Maine, Lindsey Graham della Carolina del Sud, Rob Portman dell’Ohio, Mitt Romney dello Utah e Pat Toomey della Pennsylvania.

Rimangono ostacoli al testo legislativo finale, tra cui l’ammontare della spesa per i programmi. Tuttavia, il quadro normativo mette i legislatori in condizione di avanzare la misura bipartisan più espansiva in materia di violenza da armi da fuoco dopo il divieto sulle armi d’assalto del 1994, decaduto un decennio dopo.

Mentre molti democratici hanno cercato di ottenere misure più ampie, tra cui il divieto delle armi d’assalto e limiti alla capacità dei caricatori, il presidente Biden e i leader del partito hanno indicato che sosterrebbero un accordo ristretto di fronte all’ampia opposizione del Partito Repubblicano a misure che limitino il possesso di armi.

I legislatori hanno escluso l’innalzamento dell’età per l’acquisto di armi d’assalto, come gli AR-15, da 18 a 21 anni. I Democratici e alcuni Repubblicani avevano indicato il sostegno a tale misura, ma mancava un appoggio più ampio da parte del GOP. Anche la proposta di vietare del tutto queste armi, auspicata da Biden, è poco gradita al Partito Repubblicano.

Murphy sta cercando da quasi un decennio di far passare in Senato una legge per prevenire la violenza delle armi. Le sparatorie di massa avvenute il mese scorso in una scuola elementare di Uvalde, in Texas, e in un negozio di alimentari di Buffalo, a New York, hanno rinnovato l’interesse bipartisan per una nuova legislazione.

Un collaboratore del Partito Repubblicano coinvolto nei negoziati ha dichiarato che si tratta di un “accordo sui principi, non sul testo legislativo” e che le disposizioni relative alle armi da fuoco saranno attentamente esaminate dai repubblicani.

La legislazione fornirebbe fondi agli Stati per creare e implementare ordini di protezione estrema, spesso chiamate leggi ‘red flag’, che consentono di togliere le armi a una persona ritenuta non sicura. Un assistente del Congresso informato sull’accordo ha detto che i legislatori non hanno stabilito ulteriori dettagli su ciò che gli Stati dovrebbero fare per qualificarsi per le sovvenzioni.

Diciannove Stati e il Distretto di Columbia hanno emanato leggi ‘red flag’, anche se i dettagli variano da Stato a Stato. I sostenitori affermano che queste leggi sono utili per togliere le armi a persone ritenute pericolose, mentre i critici sostengono che possono negare ai possessori di armi un giusto processo.

I senatori hanno anche concordato di chiudere la cosiddetta “scappatoia del fidanzato”, vietando alle persone di ottenere un’arma da fuoco se sono state condannate per violenza domestica nei confronti di un partner che frequenta seriamente o se sono state oggetto di un ordine restrittivo.

L’accordo prevede anche un controllo più approfondito per chi ha meno di 21 anni e vuole acquistare un’arma da fuoco, ha detto l’assistente del Congresso. Secondo l’accordo, se una persona di meno di 21 anni cercasse di acquistare un’arma da fuoco, il controllo potrebbe includere i dati statali e locali relativi alla sua storia giovanile. Al momento, i controlli in background prendono in considerazione solo le persone di età superiore ai 18 anni. Entrambi i tiratori di Uvalde e Buffalo avevano 18 anni.

I legislatori stanno anche cercando di definire ulteriormente la definizione delle persone che hanno bisogno di una licenza per vendere armi da fuoco e che devono effettuare un controllo dei precedenti delle persone a cui vendono. Il disegno di legge mira inoltre a reprimere gli acquisti indiretti, quando un’arma viene acquistata da qualcuno per conto di una persona a cui è vietato l’acquisto di armi da fuoco.

Il disegno di legge concederebbe anche sovvenzioni agli Stati per affrontare i problemi di salute mentale, che molti repubblicani hanno richiesto per prevenire le sparatorie di massa. Secondo l’assistente del Congresso, il disegno di legge si baserebbe su una legge approvata nel 2014 da Blunt e dalla senatrice Debbie Stabenow (D., Mich.) per espandere i servizi di salute mentale e di dipendenza, dando a ogni Stato la possibilità di finanziare la creazione di cliniche comunitarie certificate per la salute comportamentale nelle loro comunità.

Il progetto prevede anche l’erogazione di fondi alle scuole per migliorare la sicurezza. L’assistente del Congresso ha detto che i dettagli sono ancora in fase di elaborazione su cosa comporterebbe e su quanto denaro verrebbe stanziato.

La scorsa settimana la Camera, guidata dai Democratici, ha approvato diverse proposte di legge volte a ridurre la violenza delle armi, tra cui quella di giovedì che motiverebbe gli Stati a emanare ordini di protezione estrema. I senatori non hanno basato le loro conversazioni sull’azione della Camera, e qualsiasi legislazione di compromesso dovrebbe passare la Camera guidata dai Democratici, dove il partito ha una maggioranza risicata.

(Estratto dalla rassegna stampa estera a cura di eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore