skip to Main Content

Di Maio farà vedere le stelle a Conte, ecco il gruppo dei dimaiani

Tutte le prime informazioni e indiscrezioni sulla scissione nel Movimento 5 Stelle: il ministro Di Maio forma un gruppo parlamentare uscendo dal partito presieduto da Conte. Fatti e nomi

 

Il dado è tratto. Luigi Di Maio lascia il Movimento 5 stelle per i dissidi sulla politica estera con i vertici dei grillini, ossia sia il presidente Giuseppe Conte.

Mentre fonti interne al Movimento spifferano di un forte attrito fra Conte e Grillo.

Sarà davvero così? Si vedrà.

Molti, comunque, avevano interpretato il post di oggi sul blog di Beppe Grillo come una critica indiretta al ministro degli Esteri per i rapporti con il Movimento.

Comunque la storia di Luigi Di Maio nel Movimento 5 Stelle è giunta ai titoli di coda.

La scissione si è consumata dopo giorni di tensioni tra Di Maio e il capo politico del M5s, Giuseppe Conte. “Quella di oggi è una scelta sofferta che mai avrei immaginato di dover fare. Dovevamo scegliere da che parte stare della storia – ha detto il ministro in conferenza stampa – È da irresponsabili picconare il governo”. Di Maio ha difeso l’operato del premier Mario Draghi e criticato gli errori del M5s sulla politica estera ma anche su alcuni eccessi del passato. Prima di incontrare i giornalisti Di Maio è salito al Quirinale per un colloquio con il presidente Sergio Mattarella.

A seguire il titolare della Farnesina ci sono anche pezzi importanti del governo, come la viceministra Laura Castelli (Economia). Poi i sottosegretari: Manlio Di Stefano (Esteri), Dalila Nesci (Sud), Anna Macina (Giustizia) e Pierpaolo Sileri (Salute). Qualcuno, come l’ex Guardasigilli Alfonso Bonafede, non se l’è sentita e ha preferito restare tra gli stellati, ma la campagna acquisti è tutt’altro che chiusa. Lo scouting non è finito. Ci sono ex ministri che potrebbero presto riunirsi con i dimaiani. Anche perché sulla truppa M5S c’è sempre lo spettro della tagliola dei due mandati. Non a caso, tra i grillini che hanno seguito l’ex leader ci sono diversi volti storici: da Carla Ruocco (ex esponente del direttorio) all’ex tesoriere Sergio Battelli, dall’ex capogruppo alla Camera Francesco D’Uva, compresi Mattia Fantinati e Gianluca Vacca.

(articolo aggiornato alle ore 22)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore