Mondo

Covid-19, le previsioni Ihme sui picchi in Spagna, Portogallo, Francia, Germania e Svezia

di

Germania Francia

L’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME), organizzazione indipendente che fornisce i dati alla Casa Bianca, ha pubblicato previsioni sull’evoluzione della Covid-19 in Europa. Ecco numeri e previsioni su Spagna, Portogallo, Francia, Germania e Svezia

 

 

L’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME), organizzazione indipendente della School of Medicine dell’Università di Washington, che fornisce i dati alla Casa Bianca, ha pubblicato ieri le previsioni sull’evoluzione della pandemia Covid-19 in Europa.

In sintesi, in Europa, secondo le previsioni dello studio, si conteranno oltre 150mila decessi alla fine della prima ondata della pandemia.

Per quanto riguarda l’Italia, al netto di possibili ricadute dovute al rilassamento delle misure di distanziamento sociale, lo studio stima questo (qui l’approfondimento di Start).

Qui di seguito sono riportate le ultime previsioni dell’IHME specifiche per paese:

ITALIA:

La prima ondata di pandemia ha raggiunto il picco in Italia, e il picco massimo di utilizzo delle risorse in termini di posti letto in terapia intensiva e respiratori si è verificato il 28 marzo. Si prevede un picco dei decessi in Calabria oggi  7 aprile, e in Puglia il 16 aprile.

SPAGNA:

Quasi tutte le regioni della Spagna hanno raggiunto o superato il picco. L’eccesso di domanda di posti letto in terapia intensiva è particolarmente alto in Spagna rispetto a molti altri paesi europei. La previsione prevede 19.209  decessi totali dovuti al COVID-19 in Spagna entro il 4 agosto.

REGNO UNITO:

E’ previsto che i decessi nel Regno Unito raggiungano il picco nella terza settimana di aprile, con un numero di decessi stimato di 2.932 il 17 aprile. Il modello mostra che il Regno Unito non avrà abbastanza posti letto e posti letto in terapia intensiva per soddisfare la domanda, con un picco di insufficienza di 23.745 posti letto in terapia intensiva il 17 aprile, e un numero totale di decessi previsti nel paese pari a 66.314 entro il 4 agosto.

PORTOGALLO:

I decessi in Portogallo hanno raggiunto il picco il 3 aprile, con una stima di 37 morti. Il modello mostra che, se da un lato il Portogallo non ha visto scarsità di posti letto, dall’altro non è stato sufficiente il numero di posti letto in terapia intensiva, con un deficit di 118 posti letto in terapia intensiva il 3 aprile. Il modello prevede un numero totale di decessi pari a 471 entro il 4 agosto.

FRANCIA:

Il modello mostra che la Francia ha appena superato il picco e avrà un totale di 15.058 decessi entro il 4 agosto. Ci si attende che il paese avrà un numero adeguato di posti letto per soddisfare la domanda, ma un’insufficienza di 4.330 posti letto in terapia intensiva. La previsione proietta che in Francia saranno necessari 6.091 posti letto in terapia intensiva.

GERMANIA:

In Germana il picco dei decessi è previsto per la terza settimana di aprile, con una stima di 377 decessi il 19 aprile. Il modello mostra che la Germania avrà un numero sufficiente di posti letto e di posti letto in terapia intensiva, con un numero totale necessario di 12.222 il 14 Aprile, e una previsione di decessi totali di 8.802 entro il 4 agosto.

SVEZIA:

Il picco dei decessi in Svezia è previsto per la terza settimana di aprile, con una stima di 134 decessi il 24 aprile. Il modello mostra che la Svezia non avrà un numero sufficiente di posti letto e posti letto in terapia intensiva per soddisfare la domanda, con un’insufficienza di posti letto in terapia intensiva che raggiungerà il picco di 1.090 il 25 aprile, e una previsione totale di 4.182 decessi nel paese entro il 4 agosto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati