skip to Main Content

Cosa fa la Cia contro la Cina?

Cia Cina

La Cia si concentra sulla Cina con un nuovo centro missione. Ecco perché secondo il Financial Times

L’agenzia di intelligence statunitense ha fatto del contrasto al governo di Pechino “sempre più ostile” una priorità assoluta.

La CIA ha creato un nuovo ufficio focalizzato sulla Cina, in segno dei crescenti sforzi dell’amministrazione Biden per contrastare quello che il capo dell’agenzia di intelligence degli Stati Uniti ha descritto come un governo “sempre più avversario”. Scrive il Financial Times.

Annunciando l’espansione giovedì, il direttore della CIA Bill Burns ha dichiarato che l’agenzia di spionaggio sarebbe stata in “prima linea” per “affrontare la nostra prova geopolitica più difficile in una nuova era di rivalità tra grandi potenze”.

“[Il centro di missione Cina] rafforzerà ulteriormente il nostro lavoro collettivo sulla più importante minaccia geopolitica che affrontiamo nel 21° secolo, un governo cinese sempre più ostile”, ha aggiunto Burns.

La CIA lancerà anche un altro centro missione incentrato su questioni transnazionali e tecnologia, destinato ad affrontare “questioni globali critiche per la competitività degli Stati Uniti” come il cambiamento climatico e la salute globale.

Da quando ha assunto il suo incarico quest’anno, Burns ha supervisionato le revisioni strategiche del lavoro dell’agenzia, identificando la Cina e la tecnologia tra le principali priorità.

La creazione dei nuovi centri di missione è l’ultimo esempio del governo degli Stati Uniti che cerca di riorientare le sue attività estere, di sicurezza e di intelligence per affrontare la Cina, che il presidente Joe Biden ha sottolineato essere la massima priorità degli Stati Uniti.

I cambiamenti portano il numero totale dei centri di missione CIA esistenti a 12. Questi includono gruppi di lavoro con un focus regionale, come quelli dedicati all’Africa o al Medio Oriente, oltre a questioni come l’antiterrorismo e la controproliferazione.

L’amministrazione Biden sta progettando di piegare due centri di missione creati sotto l’amministrazione Trump – dedicati rispettivamente alla Corea del Nord e all’Iran – nei centri di missione regionali esistenti nei prossimi 90 giorni, secondo un funzionario statunitense.

Alcuni esperti di intelligence hanno sostenuto privatamente che la CIA e altre aree delle società di intelligence non hanno ampliato la loro esperienza sulla Cina abbastanza rapidamente per adeguarsi al rapido ritmo di sviluppo del paese.

L’intelligence statunitense, per esempio, ha storicamente sottovalutato la velocità dello sviluppo militare cinese, provocando richieste di maggiori risorse. La CIA e altre sezioni della società di intelligence stanno anche cercando di assumere più esperti di lingua cinese, una mossa che è stata ostacolata dalla crescente difficoltà di ottenere autorizzazioni di sicurezza per gli americani che hanno trascorso un tempo significativo in Cina.

Burns ha affermato nel mese di luglio che voleva reclutare più persone che parlano mandarino ed esperti informatici. “La nostra capacità di competere con la Cina… dipende molto dall’avere ufficiali che lavorano con diplomatici che possono orientarsi in queste società e, sapete, sviluppare ed esercitare influenze meglio dei cinesi”, ha detto alla NPR.

L’attenzione sulla Cina nasce dal fatto che sono necessari meno analisti e operatori dell’intelligence per lavorare sulle questioni del Medio Oriente, in particolare dopo il recente ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan. La Cina è anche diventata una priorità dell’antiterrorismo, a cui la CIA e altre agenzie di sicurezza hanno dedicato una quantità enorme di risorse sulla scia degli attacchi terroristici dell’11 settembre di due decenni fa.

La CIA sta anche cercando di riparare alcuni dei danni fatti negli ultimi anni dopo che Pechino è riuscita a ottenere l’identità di un certo numero di spie che erano state reclutate dall’intelligence statunitense all’interno della Cina continentale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore