skip to Main Content

Perché negli Stati Uniti ci sono euforie e subbugli sui pick-up elettrici

Stati Uniti Petrolio

Biden sta sostenendo una enorme transizione verso la mobilità elettrica che preoccupa i lavoratori dell’industria automobilistica americana. L’approfondimento del New York Times

 

Il presidente Biden ha visitato una fabbrica di veicoli e tenuto un discorso politico, ma non aveva intenzione di lasciare il Michigan senza aver fatto un giro su un nuovo pick-up elettrico.

Ha corso su una pista di prova nella versione elettrica dell’iconico pick-up F-150 di Ford, mostrando tutte le caratteristiche che lui e la sua amministrazione dicono che potrebbero aiutare a convincere gli americani di un futuro di auto elettriche a basse emissioni che si estende dai vialetti dei sobborghi alle strade rurali.

“Questo coso è veloce”, ha detto Biden ai giornalisti attraverso un finestrino aperto del prototipo del furgone, prima di spingere l’acceleratore – scrive il NYT.

Ma la transizione che sta sostenendo, da macchine a benzina a macchine elettriche plug-in, sarà tutt’altro che rapida. Biden e i repubblicani al Congresso sono in disaccordo sull’agenda economica da 4.000 miliardi di dollari del presidente e sul modo migliore per aiutare l’America nella sua corsa con la Cina nei decenni di competizione economica globale a venire.

Nelle osservazioni di martedì al Ford Rouge Electric Vehicle Center, Biden ha chiesto di spendere centinaia di miliardi di dollari per la produzione nazionale, la diffusione dei veicoli elettrici e la ricerca sulle tecnologie emergenti come le batterie avanzate.

È stato affiancato da camion della linea di veicoli più venduti nel paese e applaudito dai produttori di automobili di Detroit e dai lavoratori dell’auto che vogliono che il governo aiuti a spingere l’industria alla testa di quella che vedono come una inevitabile ma difficile competizione globale per eliminare le auto a benzina a favore dei veicoli elettrici. Quella transizione è già ostacolata da intoppi nella catena di approvvigionamento e dalle paure dei lavoratori dell’auto di perdere posti di lavoro, che il presidente sta cercando di alleviare con la sua spinta alle infrastrutture.

A Washington, dove due segretari di gabinetto di Biden hanno incontrato i repubblicani del Senato nel tentativo di mediare un accordo bipartisan sulla spesa per le infrastrutture, i conservatori hanno continuato a pompare i freni sulle aspirazioni di veicoli elettrici del presidente.

I repubblicani del Senato dicono che la loro controfferta alla proposta di infrastrutture di Biden includerebbe alcune spese per i veicoli elettrici, ma non sono disposti a avvicinarsi alle cifre in dollari che Biden vuole.

“L’amministrazione Biden sta spingendo costosi posti di lavoro di fantasia, e sta uccidendo quelli reali in un momento in cui l’America non può permettersi di perdere questi posti di lavoro”, ha detto il senatore John Barrasso del Wyoming, il principale repubblicano del comitato per l’energia e le risorse naturali del Senato, e un co-autore della proposta repubblicana sulle infrastrutture.

L’American Jobs Plan da 2,3 trilioni di dollari, come lo chiama Biden, si concentra molto sulle infrastrutture fisiche e sulla spesa federale destinata a guidare la transizione verso un’economia che si basa meno sui combustibili fossili per combattere il cambiamento climatico. Il piano include incentivi fiscali per l’acquisto di veicoli a basse emissioni, uno sforzo per convertire un quinto della flotta di scuolabus della nazione all’energia elettrica, denaro per costruire 500.000 stazioni di ricarica elettrica in tutto il paese e una vasta gamma di altre spese destinate a incoraggiare la ricerca, la produzione e la distribuzione di veicoli elettrici e le loro parti componenti.

Il piano è centrale per l’impegno di Biden che gli Stati Uniti taglieranno le loro emissioni climalteranti del 50% dai livelli del 2005 entro il 2030 – un obiettivo ambizioso che richiederebbe una trasformazione radicale dell’economia della nazione, compreso un rapido passaggio da parte dei conducenti americani da auto e camion alimentati dai motori a combustione interna del secolo scorso a veicoli elettrici a zero emissioni.

Dopo che l’amministrazione Trump ha eliminato gli standard di risparmio di carburante dell’era Obama destinati a ridurre le emissioni automobilistiche che riscaldano il pianeta, l’amministrazione Biden ha anche intenzione di proporre il ripristino di nuove regole severe sul chilometraggio e l’inquinamento dello scarico entro la metà dell’estate.

L’inquinamento degli scarichi dei veicoli è una parte enorme della più grande fonte di gas serra degli Stati Uniti, il trasporto, che contribuisce al 29% delle emissioni totali della nazione. Una nuova analisi di Rhodium Group, una società di ricerca, ha concluso che se l’amministrazione ripristinasse le regole di risparmio di carburante dell’era Obama, combinate con il passaggio di una nuova legge che spenderebbe circa 300 miliardi di dollari in un decennio per promuovere i veicoli elettrici, potrebbe ridurre l’inquinamento del pianeta dai veicoli di circa l’11%.

Gli esperti hanno detto che gran parte del successo del piano di Biden per tagliare le emissioni dei veicoli potrebbe dipendere dal fatto che i consumatori vogliano comprare la versione elettrica della Ford-150, che è stata per anni l’automobile più venduta in America.

“L’intera dimensione del fatto che i consumatori vorranno autocarri elettrici è sconosciuta”, ha detto David Victor, il direttore del Laboratorio di diritto e regolamentazione internazionale presso l’Università della California, San Diego.

“L’F-150 è generalmente guidato da ragazzi che hanno una certa immagine della guida di un pick up – e questa immagine include il rumore, la benzina, un motore muscolare. Non sappiamo nulla sulla presa sui consumatori di pick up eclettici. Non sappiamo se vorranno guidare questo”.

Uno studio pubblicato quest’anno ha trovato che circa il 20 per cento delle persone che hanno acquistato veicoli passeggeri elettrici sono stati insoddisfatti  – in parte perché preoccupati per la mancanza di stazioni di ricarica per veicoli elettrici – e sono tornati a guidare veicoli tradizionali.

Ma i funzionari della Casa Bianca dicono che il pickup che Mr. Biden ha guidato martedì potrebbe aiutare a ribaltare quel calcolo. L’F-150 “è stato davvero un veicolo di lavoro ad alte prestazioni e un veicolo per il tempo libero, e ora si può ottenere senza la spesa di tutta quella benzina”, Gina McCarthy, il consigliere nazionale per il clima della Casa Bianca, ha detto in un’intervista.

Finora, solo Tesla ha venduto modelli elettrici ad alto volume, ma Ford vende tipicamente circa 900.000 veicoli F-Series all’anno. All’inizio di quest’anno, Ford ha iniziato a vendere la Mustang Mach E, un veicolo sport-utility alimentato a batteria che assomiglia alla famosa auto sportiva dell’azienda.

“Non stiamo solo elettrificando veicoli marginali”, ha detto il presidente della società, William C. Ford Jr. “La Mustang e l’F-150 sono il cuore di ciò che è la Ford, quindi questo è un segnale di quanto siamo seri sull’elettrificazione”.

I lavoratori dell’industria automobilistica hanno espresso preoccupazioni sulla transizione elettrica, che le case automobilistiche americane stanno sempre più abbracciando, perché la produzione di un veicolo elettrico richiede circa un terzo in meno di lavoro umano rispetto a un veicolo alimentato da un motore a combustione interna.

Ma i leader sindacali hanno offerto un cauto sostegno al tifo del presidente per il pick-up elettrico.

“Non è un segreto che l’industria automobilistica degli Stati Uniti è a un bivio, poiché le vendite di veicoli elettrici e ibridi plug-in sono pronti a diventare sempre più comuni sulle nostre strade e autostrade negli anni a venire sia in patria che all’estero”, ha detto Rory L. Gamble, il presidente della United Auto Workers. I dollari dei contribuenti dovrebbero essere spesi per sostenere i veicoli costruiti negli Stati Uniti, non le importazioni”. ”

I precedenti tentativi della Ford di rendere l’F-150 più ecologico hanno avuto successo. Nel 2011, l’azienda ha introdotto una versione “EcoBoost” più efficiente del camion, che funziona con sei cilindri invece di otto e ha generalmente venduto bene. Ford ha recentemente iniziato a vendere una versione ibrida del F-150 che può arrivare a 25 miglia per gallone. Il camion ha guadagnato lodi dai critici e dagli acquirenti di auto, molti dei quali come la sua capacità di fornire elettricità per utensili elettrici e case durante i blackout.

Anche se il modello elettrico, l’F-150 Lightning, rappresenta solo una piccola percentuale delle vendite della F-Series, molto probabilmente diventerà uno dei veicoli elettrici più venduti negli Stati Uniti. L’anno scorso, per esempio, le vendite della Chevrolet Bolt, prodotta da General Motors, hanno superato di poco le 20.000 auto.

Mike Ramsey, un analista della società di ricerca e consulenza Gartner, ha detto che elettrificare il veicolo più venduto nel mercato statunitense potrebbe contribuire ad accelerare l’adozione di veicoli elettrici. “Se questo camion ha successo, significa che si può vendere una versione elettrica di qualsiasi veicolo”, ha detto. “Potrebbe essere il domino che cade sul resto del mercato dei veicoli elettrici”.

(Estratto dalla rassegna di Epr)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore