Advertisement
skip to Main Content

Perché l’Australia fa imbestialire la Cina

Australia

Le ultime novità sulle tensioni fra Cina e Australia

 

L’ambasciata cinese a Canberra ha presentato una denuncia ufficiale al governo australiano in merito a un discorso del senatore liberale australiano James Paterson rivolto al Parlamento europeo in merito alle interferenze straniere.

L’ambasciata ha detto che Paterson, che è anche presidente della commissione parlamentare mista per l’intelligence e la sicurezza, ha mostrato “forte ostilità” contro la Cina, il che potrebbe impedire gli scambi tra Canberra e Pechino.

In un discorso al Parlamento europeo il 10 novembre, Paterson ha sottolineato l’importanza che le nazioni lavorino insieme a governi democratici che la pensano allo stesso modo per contrastare le interferenze straniere di altri paesi.

L’attuale modello strategico australiano per contrastare le interferenze straniere è stato stabilito a causa di una valutazione effettuata nel 2017 dalle agenzie di intelligence e sicurezza della nazione, che ha scoperto che l’interferenza straniera era più alta di quanto non fosse mai stata nella storia, superando persino la guerra fredda. Paterson ha osservato che, sebbene le strategie contro le interferenze straniere in Australia si applichino ugualmente a tutte le nazioni e che ci siano molte fonti di interferenza straniera, la Cina è facilmente la più grande fonte di minaccia.

L’ambasciata australiana cinese ha affermato che il discorso diffonde “false informazioni sulla cosiddetta minaccia per la sicurezza dell’influenza della Cina in Australia”.

Il Parlamento europeo sta valutando di seguire l’esempio dell’Australia nel legiferare misure più severe contro le interferenze straniere e le forme segrete di influenza. Ha nominato il Foreign Influence Transparency Scheme australiano come un possibile modello a cui guardare.

Nel discorso pronunciato virtualmente al Parlamento europeo, Paterson ha affermato che l’interferenza straniera “proviene da molte fonti diverse ed è così importante che come democrazie riconosciamo le minacce e facciamo tutto il possibile per combattere queste minacce”.

Ha elencato il divieto di Huawei e dei fornitori ad alto rischio di fornire una connessione di rete 5G in Australia come un passo che il governo aveva compiuto per mantenere l’integrità delle infrastrutture, nonché il divieto di donazioni politiche ai partiti politici australiani dopo una serie di scandali legati ai donatori nazionali cinesi.

Paterson ha anche menzionato il disegno di legge sulle relazioni estere recentemente approvato in cui Stati, territori, governi locali e università devono notificare al governo federale eventuali accordi scritti con entità straniere, consentendo al dipartimento degli affari interni di porre fine agli accordi che contraddicono gli interessi e la sovranità della nazione.

Ciò mira a contrastare una strategia da parte degli Stati autoritari, in particolare della Cina con il suo accordo Belt and Road, per cercare di dividerci internamente tra diversi livelli di governo”, ha detto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore