Mondo

Ecco la squadra economica di Biden

di

biden economia

Chi sono i futuri ministri economici del presidente americano Joe Biden. L’approfondimento del New York Times

Con la sua vittoria riconosciuta dal Congresso e il suo partito destinato a controllare sia la Camera che il Senato, il Presidente eletto Joseph R. Biden Jr. si è mosso giovedì per completare il suo gabinetto, mentre i suoi aiutanti e alleati hanno elaborato piani per un ambizioso programma legislativo con un’agenda di stimolo di 2.000 dollari per i singoli americani – scrive il NYT.

Appena poche ore dopo che la Camera e il Senato hanno confermato la sua elezione e il Presidente Trump ha detto che avrebbe trasferito pacificamente il potere, Biden ha annunciato il giudice Merrick B. Garland come suo procuratore generale e ha selezionato tre candidati per gestire il Dipartimento del Lavoro, il Dipartimento del Commercio e la Small Business Administration.

La capacità del presidente eletto di far approvare parti chiave del suo ordine del giorno e di ottenere la conferma delle sue selezioni di gabinetto ha ricevuto un significativo aumento questa settimana, dato che i Democratici hanno preso due seggi al Senato in Georgia, con il risultato di una divisione al 50%. Il Vice Presidente eletto Kamala Harris ha il potere di esprimere il voto di spareggio, che darebbe ai Democratici il controllo della Camera.

Come parte di quello che ha promesso sarà un prossimo round di assistenza economica,  Biden dovrebbe muoversi rapidamente per ottenere il passaggio di 2.000 dollari di incentivi – che sono stati un grande focus nelle elezioni in Georgia – insieme a sussidi di disoccupazione ampliati, aiuti ai governi statali e locali e ulteriori aiuti per le piccole imprese.

Ma nonostante il controllo democratico, la portata delle sue ambizioni sarà in qualche modo limitata dai moderati del suo partito, così come una maggioranza molto più sottile di quella del suo predecessore, il presidente Barack Obama.

Alla Camera, i Democratici avranno solo un vantaggio di 12 posti, potenzialmente in grado di smorzare le ambizioni multimiliardarie che Biden ha esposto nella campagna per il 2020 per espandere l’assistenza sanitaria, ridurre le disuguaglianze economiche e combattere il cambiamento climatico, così come la portata delle sue proposte di aumentare le tasse sulle imprese e sui ricchi.

Tuttavia, anche una tenue presa sul potere dà a Biden molta più capacità di portare avanti il suo programma, e di riunire il suo team preferito di segretari di gabinetto e altri consiglieri di alto livello, rispetto all’alternativa che i suoi assistenti avevano pianificato fin dalle elezioni di novembre: almeno una perdita in Georgia e un Senato controllato da repubblicani che sembravano destinati a resistere alla maggior parte delle sue proposte.

“Quando si è in maggioranza, si ha la possibilità di giocare davvero in attacco”, ha detto il senatore Ron Wyden, democratico dell’Oregon, che sarà il presidente del Comitato finanziario dopo l’insediamento di Biden.

Biden ha ripetutamente espresso la speranza di poter formare coalizioni bipartitiche per approvare la legislazione, che potrebbe essere messa a dura prova dalle reazioni dei Repubblicani agli sforzi dei Democratici per incriminare il signor Trump nelle sue ultime settimane in carica per il suo ruolo nell’insurrezione di mercoledì al Campidoglio. Biden ha descritto questa furia come terrorismo interno, ma ha rifiutato di rispondere alle richieste di rimuovere Trump dalla presidenza.

Biden ha proseguito giovedì con la selezione di alti funzionari di gabinetto, tra cui il giudice Garland, che i Repubblicani avevano bloccato per un seggio alla Corte Suprema quando Obama lo aveva nominato nel 2016, dopo che il senatore Mitch McConnell, il leader della maggioranza, si era rifiutato di tenere udienze o di votare sulla nomina.

Biden ha detto che il giudice Garland, insieme ad altri candidati per i posti più importanti del Dipartimento di Giustizia, avrebbe aiutato “a ripristinare l’onore, l’integrità, l’indipendenza del Dipartimento di Giustizia in questa nazione”. E’ stato gravemente danneggiato”.

“Voglio che sia chiaro a coloro che guidano questo dipartimento chi servirà”, ha detto il signor Biden giovedì durante un evento a Wilmington, Del. “Non lavorerai per me. Lei non è né il presidente né l’avvocato del vicepresidente. La sua lealtà non è nei miei confronti. È alla legge, alla Costituzione, al popolo di questa nazione, a garantire la giustizia”.

Biden ha anche detto che nominerà tre alti funzionari dell’economia – Gina M. Raimondo come segretario al commercio, il sindaco Martin J. Walsh di Boston come segretario al lavoro e Isabel Guzman, un veterano dell’amministrazione Obama e direttore dell’ufficio californiano dello Small Business Advocate, per gestire la Small Business Administration.

Queste posizioni, pur non essendo di alto profilo come il procuratore generale, giocheranno un ruolo critico nell’amministrazione Biden, dato il potere che queste agenzie esercitano sulle condizioni del posto di lavoro, promuovendo le imprese americane e fornendo aiuti alle piccole imprese. Walsh ha un significativo sostegno da parte dei sindacati, che riflette il piano di Biden di concentrarsi sui lavoratori, mentre la signora Guzman ha trascorso anni come avvocato delle piccole imprese. La signora Raimondo è una stella nascente del Partito Democratico.

Biden ha promesso di rinvigorire l’Amministrazione federale per la sicurezza e la salute sul lavoro – parte del Dipartimento del lavoro – che è stata criticata per non aver protetto i lavoratori durante la pandemia, anche attraverso uno scarso controllo dei luoghi di lavoro come gli stabilimenti di confezionamento della carne. E si è impegnato a fornire maggiori aiuti economici alle piccole imprese, in particolare a quelle gestite da proprietari neri, ispanici, asiatici e nativi americani.

“Questa squadra ci aiuterà ad uscire dalla crisi economica e occupazionale più iniqua della storia moderna, costruendo un’economia in cui ogni americano è coinvolto nell’affare”, ha detto Biden in una dichiarazione. “Condividono la mia convinzione che la classe media ha costruito questo paese e che i sindacati hanno costruito la classe media”. Sanno come lavorare con gli stati, le città, le piccole città e le comunità tribali, insieme al lavoro, agli imprenditori e alle imprese per fare qualcosa per i lavoratori americani”.

Il Senato controllato dai Democratici probabilmente accelererà l’esame delle nomine politiche del nuovo presidente. I candidati che si aspettavano di incontrare dei blocchi  – come Neera Tanden, una critica feroce dei senatori repubblicani e la scelta di Biden di supervisionare l’Ufficio di gestione e di bilancio – ora sembrano molto più probabili di avere una conferma.

Prima delle elezioni di martedì, alcuni Democratici avevano espresso la preoccupazione che la scelta del giudice Garland avrebbe permesso a un Senato controllato dai Repubblicani di sostituirlo in un importante tribunale. Ora che i Democratici hanno il controllo, non è più una preoccupazione.

Permetterà inoltre a Biden di nominare e confermare anche altri giudici, compresi i giudici della Corte Suprema, se si presenterà un’apertura nei prossimi due anni.

Più in generale, il presidente eletto e il suo team stanno creando maggiori aspettative per un’agenda legislativa, ora che il suo partito controlla il Congresso. Sforzi come l’espansione dell’Affordable Care Act e un’ambiziosa revisione delle leggi sull’immigrazione della nazione sono più probabili di quanto non lo fossero con il Senato sotto il controllo repubblicano. Diversi gruppi di difesa dell’immigrazione hanno rilasciato dichiarazioni che esortano Biden a mettere rapidamente a frutto i guadagni dei Democratici.

Ma gli aiutanti di Biden – e lo stesso presidente eletto – sono cauti nel muoversi in modo troppo aggressivo. Entrambe le camere rimangono strettamente divise, il che significa che la perdita di pochi voti Democratici potrebbe bloccare un disegno di legge che modera la visione come troppo radicale, anche se impiega una manovra parlamentare – come i tagli alle tasse del 2017 di Trump – che gli permette di passare al Senato senza dover affrontare un ostruzionismo.

Il primo grande banco di prova degli sforzi di Biden al Congresso sarà probabilmente un altro progetto di legge per la riduzione del coronavirus, che fornisce maggiori stimoli per l’economia, aiuti aggiuntivi ai singoli e alle imprese, e finanziamenti extra per la distribuzione di vaccini e altre risposte alla pandemia.

Wyden, il cui Comitato Finanziario svolgerà un ruolo cruciale nella legislazione sugli incentivi, ha detto che spingerà per includere una revisione del sistema di indennità di disoccupazione della nazione, che è amministrato dagli stati e che ha lottato per elaborare le richieste e i pagamenti. Il team economico di Biden si sta preparando a lavorare a stretto contatto con Wyden e altri leader del Congresso nella stesura di un disegno di legge.

La prospettiva di ulteriori aiuti da parte del Congresso sotto il controllo democratico ha fatto sì che gli esperti economici abbiano aumentato le loro speranze di crescita nel 2021, fino al 6 per cento, che sarebbe il tasso più veloce dai tempi dell’amministrazione Reagan.

Se i Democratici possono spingere attraverso stimoli aggiuntivi di circa 1 trilione di dollari, aggiungerebbero circa un punto percentuale alla crescita del prodotto interno lordo per tutto il 2021, a seconda dei tempi, ha detto Michelle Meyer, responsabile dell’economia statunitense presso la Bank of America Merrill Lynch.

“Questo ci lascia flirtare con una crescita di quasi il 6 per cento”, ha detto la signora Meyer. “Si tratta di importi in dollari molto consistenti.”

Ma alcuni funzionari della Federal Reserve sono stati più cauti, suggerendo giovedì che la spesa pubblica potrebbe essere smorzata dalla realtà politica.

“Non credo che sia un assegno in bianco per i Democratici, ma saranno in grado di fare più di quanto avrebbero potuto fare altrimenti”, ha detto James Bullard, il presidente della Federal Reserve Bank di St. “Quando i partiti prendono il controllo di tutte e tre le sedi del potere”, ha detto, “iniziano a combattere all’interno del partito in modi che non ci si aspetterebbe”.

Biden quasi certamente lotterà per ottenere l’approvazione per la sua agenda completa sul cambiamento climatico, che include 2.000 miliardi di dollari di spesa per iniziative verdi e l’eliminazione dell’inquinamento da gas serra entro il 2050. Ma ci si aspetta che utilizzi ancora le prime leggi per spingere centinaia di miliardi di dollari di spesa per le energie rinnovabili come parte delle misure di stimolo e delle infrastrutture, compresi potenzialmente gli sforzi per promuovere l’alta velocità ferroviaria e la costruzione di 500.000 stazioni di ricarica per veicoli elettrici e di 1,5 milioni e mezzo di nuove case ad alta efficienza energetica.

Anche la politica sanitaria potrebbe rivelarsi una sfida. Biden ha ripetutamente condotto una campagna per il rafforzamento dell’Affordable Care Act, e anche una sottile maggioranza del Congresso dovrebbe rendere possibili alcune parti di questo obiettivo. C’è un forte sostegno tra i Democratici per l’aumento dei sussidi nel mercato delle assicurazioni sanitarie e l’interesse ad espandere la copertura a un maggior numero di americani a basso reddito negli Stati che non hanno ampliato Medicaid.

Un cambiamento strutturale più ampio, tuttavia, dovrà ancora affrontare ostacoli significativi. Biden è favorevole a consentire a tutti gli americani la scelta di iscriversi a un piano assicurativo gestito dal governo, una polizza nota come opzione pubblica. Questa politica ha diviso il caucus democratico quando è stata discussa nel 2010, e potrebbe non essere fattibile da passare usando il processo di riconciliazione. La sua proposta di abbassare l’età di accesso a Medicare a 60 anni può anche dividere i Democratici politicamente.

Ma alcune questioni sanitarie potrebbero rivelarsi unificanti, ha detto giovedì Wyden, la cui comissione supervisiona la spesa per Medicare e Medicaid. I Democratici probabilmente si muoveranno rapidamente per spendere di più per il dispiegamento dei vaccini, mentre la nazione guarda la pandemia riaccendersi di nuovo.

(Estratto dalla rassegna stampa di Eprcomunicazione)

Articoli correlati