Lifestyle, Mondo

Quando gli hacker sono utili. E vengono ‘assunti’

di

hacker

Anche gli hacker sono utili: il loro lavoro potrebbe aiutare a migliorare i sistemi di cybersicurezza delle aziende. Fiat Chrysler pagherà chi trova falle sui suoi veicoli

Fiat Chrysler assume hacker. La casa automobilistica, come risporta il Wall Street Journal, dopo aver scoperto che gli hacker potevano assumere il controllo di vetture Jeep, ha deciso di affidarsi a tutti coloro che sono in grado di introdursi in reti informatiche e sistemi protetti per scoprire eventuali falle sulle sue vetture.

Fca ha dato vita ad un programma in base al quale pagherà fra i 150 e i 1.500 dollari gli hacker che evidenziano, comunicandolo all’azienda, falle della cybersicurezza dei suoi veicoli. In particolare, per questo lavoro la Fiat Chrysler ha scelto di affidarsi a Bugcrowd, società che gestisce programmi simili anche per Tesla.

Non solo Fca. Anche il Pentagono si affida agli hacker

hackerIl Governo Usa invita i più esperti hacker a testare la cyber-security del dipartimento della Difesa, il Pentagono. Chi riuscirà nell’impresa, come prevede ‘Hack the Pentagon– il primo programma nella storia del governo federale in cui i pirati informatici sono chiamati a violare il sistema del ministero guidato da Ash Carter – si aggiudicherà una somma di denaro (non ancora quantificata).

‘Sfido sempre la nostra gente a pensare al di fuori degli schemi della scatola a cinque lati che è il Pentagono’, ha affermato Ash Carter in una nota, ‘Sono fiducioso che l’iniziativa innovativa rafforzerà le nostre difese digitali e alla fine migliorerà la nostra sicurezza nazionale’.

Non tutti gli hacker potranno partecipare al programma per testare la cyber-security del Pentagono:  chi avanzerà la propria candidatura sarà sottoposto ad un controllo dei precedenti penali. Chi in passato ha utilizzato il suo genio per svaligiare banche non potrà partecipare all’inusuale concorso. Solo i partecipanti qualificati potranno condurre l’analisi per l’identificazione delle vulnerabilità delle pagine web accessibili a tutti dal sito del dipartimento stesso (non partecipano al programma le reti più importanti del Ministero della Difesa).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati