Innovazione

Tutti gli incassi di Tim e Gedi con la vendita di Persidera a F2i e Ei Towers

di

Torri Wind-3 Persidera

Che cosa prevede l’intesa fra Tim e Gedi per cedere Persidera a F2i e Ei Towers

 

TUTTI I DETTAGLI SULL’ACCORDO TIM E GEDI SU PERSIDERA

Tim e Gedi hanno trovato un accordo per cedere Persidera, la joint venture controllata rispettivamente al 70 e al 30%, a F2i e Ei Towers sulla base di un enterprise value di 240 milioni. Lo si legge in una nota in cui si precisa che Persidera sarà divisa in due: al fondo andrà la nuova Persidera titolare delle 5 frequenze del digitale terrestre e a EI Towers la nuova società di infrastruttura di rete.

LE PAROLE DI GEDI E LE CONDIZIONI DELL’INTESA SU PERSIDERA

Nell’accordo per la cessione di Persidera, Gedi ha spuntato una condizione più favorevole vedendo valorizzato il suo 30% a 74,5 milioni di euro (che corrisponderebbe a un enterprise value di oltre 260 milioni). Lo si legge in una nota del gruppo editoriale in cui precisa che l’operazione “determinerà una riduzione di 74,5 milioni dell’indebitamento finanziario netto del gruppo, che al 31 marzo 2019, ante IFRS 16, era pari a 124,7 milioni e una minusvalenza di 16,9 milioni”.

CHE COSA DICE TIM DELLA CESSIONE DI PERSIDERA

Tim d’altra parte calcola che “l’impatto complessivo atteso sulla riduzione della posizione finanziaria netta del Gruppo nel 2019 sia pari a circa 160 milioni, importo che comprende il corrispettivo da incassare al closing per la partecipazione del 70%, i dividendi distribuiti dalla società e l’effetto del deconsolidamento del debito Persidera”.

ECCO COME SARANNO DIVISI GLI ASSET DI PERSIDERA

Circa 25 torri e la gestione di 900 postazioni: sono questi, secondo ricostruito da Radiocor, gli asset che compongono le infrastrutture di rete passate da Persidera a EiTowers nell’ambito dell’accordo riguardante la cessione della controllata di Tim. Dei 900 siti che ospitano i trasmettitori di Persidera, 300 sono già di proprietà di Ei Towers mentre i restanti sono di terzi (a parte appunto 25 torri che appartengono alla stessa Persidera). Andranno invece a F2i, come annunciato, le cinque frequenze televisive in digitale terrestre.

Al 31 dicembre 2018 le frequenze di Persidera ospitavano canali di sette operatori televisivi: Real Time, Dmax, Giallo, k2, Frisbee, Motor Trend e Nove del gruppo Discovery; Cielo, SkyTg24 e Tv8 di Sky Italia; VH1, Paramount Channel, Spike di Viacom; Super! e Alpha di De Agostini Editore; Pop e Cine Sony di Sony; Rtl102.5, Radio Freccia e Radio Zeta di Rtl; Tv2000. Complessivamente nel 2018 le attività di Persidera hanno portato ricavi per 76,1 milioni (72,1 un anno fa): il margine operativo lordo e’ stato di 39,5 milioni di euro e l’utile netto di 14,4 milioni. L’utile 2018 e’ stato interamente distribuito ai due azionisti a fine marzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati