skip to Main Content

Tutte le mosse di Usa, Uk e Australia sui missili ipersonici

Missili Ipersonici Stati Uniti

Stati Uniti, Regno Unito e Australia collaboreranno sulle armi ipersoniche. Le rivali Russia e Cina avanzano rapidamente in questa tecnologia d’avanguardia. Fatti e approfondimenti

 

Stati Uniti, Regno Unito e Australia lavoreranno allo sviluppo congiunto di missili ipersonici e delle capacità di guerra elettronica.

Lo hanno annunciato martedì il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il primo ministro australiano, Scotto Morrison e l’omologo britannico, Boris Johnson. Ovvero i tre leader del patto di sicurezza noto come Aukus.

Infatti lo scorso settembre gli Usa, la Gran Bretagna e l’Australia hanno lanciato il patto Akus, promettendo di fornire all’Australia la tecnologia per costruire una flotta di sottomarini a propulsione nucleare, conferendole maggiore furtività nella regione del Pacifico.

La mossa arriva in mezzo alla crescente preoccupazione degli Stati Uniti e degli alleati per la crescente assertività militare della Cina nel Pacifico. Oltre alle preoccupazioni per il fronte aperto dalla Russia con l’invasione dell’Ucraina.

È anche un ulteriore esempio dell’approfondimento della partnership di sicurezza tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia, commenta Politico. Visto che la creazione di Aukus ha fatto fallire un mega accordo sottomarino per la Francia, inasprendo le relazioni tra Washington e Parigi.

Le armi ipersoniche hanno la capacità di viaggiare fino a dieci volte la velocità del suono. Proprio per questo risultano particolarmente difficile da rilevare.

Tutti i dettagli.

L’IMPEGNO DI USA, UK E AUSTRALIA

“Ci siamo impegnati oggi ad avviare una nuova cooperazione trilaterale” per sviluppare armi “ipersoniche e contro-ipersoniche”, nonché per “capacità di guerra elettronica, e per aumentare la cooperazione sull’innovazione della Difesa”.

L’iniziativa, si legge nella nota, che si unisce agli “sforzi esistenti per approfondire la cooperazione relativa a conoscenze informatiche; intelligenza artificiale; tecnologie quantistiche e nuove capacità sottomarine”.

RIAFFERMATO L’IMPEGNO DI AUKUS NELL’INDO-PACIFICO

Inoltre, le parti — pronte a “coinvolgere” su questa strada “alleati e partner stretti” — riaffermano l’impegno nei confronti dell’alleanza Aukus. Così da mantenere quella dell’Indo-pacifico una regione “libera”.

COSA SONO I MISSILI IPERSONICI

I missili ipersonici possono viaggiare a una velocità cinque volte superiore a quella del suono e manovrare in volo, rendendoli molto più difficili da tracciare e intercettare rispetto ai proiettili tradizionali. Possono trasportare testate convenzionali o nucleari.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

Eppure, Marcus Hellyer, analista della difesa presso l’Australian Strategic Policy Institute, ha affermato che è difficile giudicare “ciò che è effettivamente nuovo” nella dichiarazione.

L’Australia e gli Stati Uniti stavano già lavorando insieme sull’ipersonico, ha sottolineato Hellyer. Tuttavia, il nuovo impegno potrebbe aprire nuove aree di cooperazione con la Gran Bretagna.

RAGGIUNGERE MOSCA E PECHINO

Ma le potenze rivali stanno facendo rapidi progressi.

La Russia è il paese più avanzato nell’ipersonico ma anche la Cina sta anche sviluppando in modo aggressivo la tecnologia.

Il mese scorso, Mosca ha affermato di aver lanciato due volte i suoi nuovi missili ipersonici Kinzhal per colpire obiettivi in ​​Ucraina.

Non solo. La Russia ha anche rivendicato una serie di test di successo tra cui il lancio di un missile ipersonico Zircon da un sottomarino sommerso lo scorso dicembre.

L’anno scorso la Cina ha testato un missile ipersonico con capacità nucleare che ha fatto il giro della Terra. Pechino ha dichiarato che si trattava di “un test di routine per veicoli spaziali”. “La Cina ha condotto diverse centinaia di test sui missili. Questo è molto più dell’esercito americano, che ha effettuato meno di una dozzina di test” commenta il Ft.

Lo scorso ottobre, il generale Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, ha confermato che la Cina aveva condotto un test di un sistema d’arma ipersonico. Infine, anche la Corea del Nord ha affermato di aver effettuato due test missilistici ipersonici a gennaio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore