Innovazione

Tutte le app che ci aiuteranno (forse) nella fase 2 dal 4 maggio

di

App Immuni anti virus cina

Dall’app per monitorare l’affollamento dei mezzi pubblici a quella per prenotare l’accesso in spiaggia o in chiesa: sarà la tecnologia ad aiutarci a convivere con il virus nella fase 2 che inizia il 4 maggio

Dal 4 maggio prende il via la fase 2. Tanti sono gli aspetti da chiarire, ma c’è una certezza: Governo e Regioni si affideranno alla tecnologia. Saranno le app (non solo Immuni) ad aiutare a mantenere la distanza sociale e a suggerire come e quando conviene spostarsi.

Il Governo è lavoro su un’app che monitori lo stato di affollamento dei mezzi pubblici, la Lombardia pensa a tecnologia per monitorare affollamento treni e parchi. A Pescara, invece, un’app potrebbe aiutare i cittadini a prenotare un ombrellone sulla spiaggia. Tutti i dettagli.

UN’APP PER AFFOLLAMENTO MEZZI PUBBLICI

Tra i nodi più difficili da sciogliere ai tempi della convivenza con il virus c’è quello del trasporto pubblico. Non si potrà salire su un autobus con la stessa facilità (se così possiamo dire) con cui si saliva prima della pandemia: ogni autobus (dipenderà dalla grandezza) potrà salire un numero massimo di persone. Così sarà per la metropolitana.

Ed è per questo che il governo è a lavoro ad un’app che monitora lo stato di affollamento dei mezzi pubblici e che avvisa i possibili passeggeri delle fermate successive se l’autobus è al completo. “Abbiamo anche messo allo studio insieme alla Ministra Pisano l’ipotesi di una app che là dove c’è tanta congestione di passeggeri ci sia la possibilità di poter dire prima ai passeggeri che vogliono salire su quel mezzo, guarda che quel mezzo arriverà pieno e quindi dovrai aspettare quello successivo”, ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, parlamentare e vice segretario del Partito Democratico, ad Agorà Rai Tre.

”Non ci sono spazi decisionali, perché quella (del distanziamento fra le persone ndr) è la prescrizione che vale per tutto quello che verrà riaperto, per tutte le attività che ci saranno dal 4 maggio in poi”, ha aggiunto.

APP DI TRENORD

A studiare qualcosa di simile è anche Trenord per la Lombardia. L’applicazione, di cui per ora non si hanno notizie dettagliate, “permette di monitorare in tempo reale il livello di affollamento dei treni” per evitare che in banchina ci siano più persone rispetto a quelle che possono di fatto salire sul treno, ha annunciato l’assessore ai Trasporti Claudia Terzi, intervenendo in commissione infrastrutture.

L’app facilità la vita ai cittadini, ma non sarà certo facile muoversi con i treni. “Trenord deve riorganizzare la sua offerta”, ha spiegato l’assessore chiarendo che le linee con i capoluoghi principali e Milano “devono essere garantite fin da subito con un’offerta che è pari all’80%, se non 100% rispetto al periodo pre-Covid” e “per garantire questa attività su queste direttrici”, anche “con treni rinforzati con più carrozze, si dovrà rivedere l’organizzazione di altre linee”.

UN SITO PER SATURAZIONE PARCHI

Dal 4 maggio riaprono anche i parchi e gli spazi verdi. Anche qui l’accesso non sarà semplice ed evitare gli assembramenti sarà un obbligo. Come? L’idea arriva sempre dalla Regione Lombardia, che sta lavorando ad un sito “per informare i cittadini sulla saturazione dei parchi in tempo reale in modo che, prima di uscire, si sappia se son vuoti o già abbastanza pieni”, ha scritto l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran sulla sua pagina Facebook.

“Ci hanno proposto, se ne è parlato, alcune app di prenotazioni dei parchi per contingentare i numeri. Le abbiamo valutate ma pensiamo che sia un sistema non pienamente inclusivo,- ha aggiunto – difficilmente applicabile agli spazi pubblici e comunque non controllabile in loco quindi al momento abbiamo scartato questi progetti”, ha aggiunto l’assessore.

L’APP PER LA GESTIONE DEGLI SPAZI PUBBLICI IN SARDEGNA

Un’app per la gestione degli spazi pubblici in fase 2 arriva dalla Sardegna. Si chiama Mobilit App e permette al cittadino di prenotare la sua presenza, o della sua famiglia, in uno spazio pubblico (parchi, giardini, strutture sportive, spiagge, musei cittadini, aree archeologiche, mercati civici) per il tempo necessario allo svolgimento delle attività desiderate.

La tecnologia è stata messa a punto dalla Software House sarda Atlas. “Mobilit’App è un’applicazione Mobile disponibile dal 5 maggio negli store Apple e Android fruibile anche da Tablet e PC progettata e realizzata appositamente per facilitare la gestione della fruibilità di luoghi pubblici e spazi aperti all’interno dei Comuni Italia”, afferma Walter Piras, ceo di Atlas.

APP PER ACCEDERE ALLE SPIAGGE

C’è chi pensa all’estate e alle spiagge. Parliamo dell’Abruzzo: a Pescara il titolare del lido “La Prora” ha deciso di affidarsi all’app Time App 24 per far prenotare gli ombrelloni ai clienti.

“Lavoriamo con la Time App 24 che permetterà ai clienti di prenotare da casa ombrellone, ristorante e anche altri servizi. Così facendo agevoliamo le persone che vengono in spiaggia e il titolare, che può fare meglio il check-in, potendo poi per esempio, sapendo le prenotazioni, fare due, tre turni al ristorante dove per forza ci saranno meno coperti”, ha affermato Lorenzo Iulianetti, titolare del lido “La Prora” di Pescara e ideatore dell’app.

“Credo si debba ragionare non più su quanti ombrelloni posso mettere quest’anno, ma su quante persone possono venire in spiaggia. Abbiamo già provveduto a fare la simulazione del numero di ombrelloni da utilizzare, tenendo conto del distanziamento sociale e delle persone che possono sistemarsi sotto l’ombrellone. Così facendo possiamo anche lavorare su ombrelloni part time, ricorrendo a continue sanificazioni più volte al giorno, con tutti i dispositivi di protezione e igienici disponibili. Per far fronte alle problematiche legate all’ingresso al bar, prevediamo il ricorso sistematico al servizio in spiaggia. Tu ordini e noi portiamo sotto l’ombrellone la pizzetta, il gelato e il caffè”, ha aggiunto Iulianetti.

“L’idea mi è venuta in mente due anni fa” ha detto l’ideatore dell’App a Radio Master Puglia. “Ma il primo marzo mi è venuta l’idea di adeguare il sistema che avevamo creato per l’organizzazione del tempo a questa situazione che si è creata”, ha aggiunto.

ANCHE LA MESSA SU PRENOTAZIONE

La stessa applicazione può essere utilizzata per entrare in Chiesa ed ascoltare la Messa. “Con Time App 24 si potrà prenotare il posto in chiesa per la Messa di una parrocchia”, ha detto Iulianetti all’Ansa.

“Quando i posti termineranno – spiega il titolare della “Prora”- si potrà con la App aprire la prenotazione per un’altra messa o trovare posto in un’altra chiesa. Considerando che i fedeli hanno anche un’età non più giovanissima, sulla App sarà possibile anche reperire un numero di telefono dove rivolgersi per prenotare il posto. Se poi le misure restrittive diminuiranno e aumenteranno i posti disponibili in chiesa, la App si aggiornerà in automatico”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati