skip to Main Content

Sim Portabilità

Tim, Vodafone, Wind Tre e Iliad. Chi sale e chi scende nella telefonia mobile. Report Agcom

Ecco dati e confronti sulla telefonia mobile dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio Agcom

 

Nella telefonia mobile Tim che si conferma market leader con il 28,7%, seguita da Vodafone e Wind Tre, quest’ultima operatore principale per il segmento Sim Human. Ma Iliad continua la sua crescita raggiungendo l’8% di quota di mercato delle Sim totali, mentre sfiora l’11% delle Sim Human complessive.

Prosegue inoltre la crescita dell’utilizzo della larga banda mobile: il consumo medio unitario giornaliero di dati per sim “human” nel 2021 è stimabile in circa 0,35 GB, in crescita del 33,0% rispetto al 2020.

Tutti i dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni di Agcom.

LE LINEE COMPLESSIVE

Nel segmento della rete mobile, a fine dicembre 2021 le sim complessive hanno raggiunto i 106,2 milioni (+2,2 milioni su base annua): nello specifico, le sim  Machine to Machine (M2M) — quelle che consentono lo scambio di dati, informazioni e comandi tra dispositivi, da macchina a macchina — sono cresciute per poco più di 1,7 milioni, mentre quelle “Human” (cioè “solo voce”, “voce+dati” e “solo dati” che prevedono interazione umana) sono anch’esse aumentate (per circa 130 mila rispetto al precedente settembre e per quasi 500 mila unità su base annua) superando 78 milioni di sim.

TIM SI CONFERMA MARKET LEADER ANCHE NELLA TELEFONIA MOBILE

Con riferimento alle linee complessive (Human + M2M) Tim risulta market leader con il 28,7% (in calo dello 0,3% su base annua), seguita da Vodafone al 28,4% (in calo dello 0,5% su base annua) e Wind Tre al 24,5% (in calo dell’1,2% su base annua), mentre Iliad raggiunge l’8,0% (in crescita dell’1,1% su base annua). Considerando il solo segmento delle sim “human”, Wind Tre rimane il principale operatore con il 26,5%, seguito da Tim con il 25,5% e Vodafone con il 23,1%, mentre Iliad, con una crescita di 1,6 punti percentuali su base annua, ha raggiunto il 10,9%.

A seguire c’è PosteMobile con una quota del 4,2% delle Sim totali, mentre tutti gli altri operatori rappresentano il 6,2% delle Sim complessive.

LE LINEE “HUMAN”

Le linee “human” per l’87,0% sono rappresentate dall’utenza residenziale; con riferimento alla tipologia di contratto, nell’88,7% dei casi si tratta di contratti attribuibili alla categoria “prepagata”.

Le utenze affari, che ammontano all’11,7% (pari a 9,5 milioni di sim), restano sostanzialmente stabili.

PORTABILITÀ DEL NUMERO

Infine, nel 2021 il numero di operazioni di portabilità delle numerazioni mobili si attesta a 9,9 milioni. Nello specifico, risulta un saldo negativo tra clienti che hanno abbandonato e nuovi clienti per Wind Tre, Vodafone e Tim.

Back To Top