Innovazione

Streaming, Amazon prova a battere Netflix & Co. Ecco come

di

Amazon streaming

Cresce la concorrenza nel video streaming. Oltre la piattaforma su abbonamento Amazon Prime Video, Amazon schiera Imbd Tv, il servizio streaming gratuito con pubblicità. Pronti nuovi contenuti originali esclusivi

L’autunno caldo dello streaming video sta arrivando. Secondo il Wall Street Journal, Amazon investirà in contenuti originali per aumentare la qualità del suo servizio streaming Imdb Tv. Sullo scacchiere dello streaming il colosso tecnologico guidato da Jeff Bezos ha già schierato Amazon Prime Video, la piattaforma su abbonamento per film e serie tv in concorrenza con Netflix, Hulu e le altre. Tuttavia, Amazon punterebbe ora a conquistare gli utenti  interessati a piattaforme streaming alternative ai servizi a pagamento senza pubblicità. Ecco i dettagli.

COME NASCE IMDB TV

All’inizio dell’anno Internet Movie Database (Imdb) — una divisione di Amazon dal 1998 — ha lanciato Imdb Tv, un servizio di streaming gratuito supportato da pubblicità originariamente chiamato Freedive. Il sito web Imbdb contava 250 milioni di utenti al mese. Oggi i consumatori sarebbero più interessati ai servizi da cui possono fruire contenuti premium in streaming gratuitamente, senza abbonamento al “costo” di subirsi un po’ di pubblicità. Come possono già fare sulle piattaforme concorrenti Tubi, Pluto TV (acquistata quest’anno per 340 milioni di dollari da Viacom), Vudu (di proprietà Walmart ndr) o The Roku Channel.

LA STRATEGIA DI AMAZON PER LA PIATTAFORMA TV GRATUITA

A inizio settimana Amazon ha diffuso le app mobili per Imdb Tv e ora è a caccia di programmazioni originali destinate alla piattaforma. Secondo il Wall Street Journal, Amazon ha contattato Vice Media per i diritti sul suo recente show della HBO “Vice News Tonight”. Ha anche iniziato a offrire costi di licenza anticipati in cambio di contenuti esclusivi, invece di condividere solo le entrate pubblicitarie a titolo di risarcimento.

L’OFFERTA

Quest’estate la piattaforma ha ampliato la sua gamma di contenuti con nuovi accordi con Warner Bros., Sony Pictures Entertainment e MGM Studios. Il dato utenti di Imdb Tv non è stato mai diffuso, ma il servizio ha beneficiato delle integrazioni con Fire Tv sempre di Amazon. All’inizio di quest’anno, Marc Whitten, vicepresidente di Fire Tv, ha osservato che l’utilizzo di app gratuite e supportate da pubblicità da parte dei clienti di Fire TV è aumentato di oltre il 300% nell’ultimo anno. Ci si aspetta che Imdb Tv contribuisca alla crescita, con il suo posizionamento nella fascia “Le tue app e canali” su Fire Tv e la sua disponibilità come canale gratuito all’interno dell’app Prime Video.

Infine, Imdb Tv ha anche iniziato a esplorare feed lineari incentrati su generi specifici come criminalità e stile di vita, celebrità, azione e drammi.  Anche le rivali TV Roku Channel e Pluto Tv hanno avviato dei canali “sempre in onda”.

BATTERE LA CONCORRENZA DI NETFLIX, HULU E DISNEY

La spinta per una maggiore presenza sul mercato on demand gratuito arriva mentre dall’altro lato Netflix, Amazon Prime Video e Hulu si preparano ad affrontare una serie di concorrenti: Disney +, Apple TV +, HBO Max di WarnerMedia e AT&T Now. Ognuno di loro è disposto inoltre ad aprire il portafogli per offrire contenuti originali di qualità che possano tenere stretti gli utenti abbonati. La strategia di Netflix, la piattaforma numero uno con 151,5 milioni di abbonati a livello globale, si conferma sempre la stessa: continuare a pompare miliardi di dollari nei propri spettacoli e film. Gli analisti prevedono che Netflix investirà ben 15 miliardi di dollari di contenuti quest’anno. La scorsa settimana Apple ha reso noto che investirà oltre 6 miliardi di dollari per la produzione di show e film originali in vista del lancio del suo nuovo servizio di streaming video, TV+. Non ci resta che guardare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati