Innovazione

Startup, Patent Box e super ammortamento. Tutte le novità dalla Camera sulla legge di Bilancio

di

Startup sud

Ecco gli emendamenti emendamenti alla legge di Bilancio approvati in Commissione Finanze della Camera e firmati dal deputato della Lega, Giulio Centemero.

Innovazione, sostegno alle start-up, agevolazioni per rendere il nostro Paese sempre più attrattivo per gli investitori esteri. Sono gli obiettivi di alcune misure contenute negli emendamenti alla legge di Bilancio approvati oggi in Commissione Finanze della Camera e firmati dal deputato della Lega, Giulio Centemero.

IL FINE DEGLI EMENDAMENTI SECONDO LA LEGA

Una serie di misure migliorative per rendere il nostro un Paese da una parte sempre più moderno, stimolando la nascita e lo sviluppo di imprese all’avanguardia, dall’altra più appetibile per i capitali esteri, si fa presente dal Carroccio.

CHE COSA CAMBIA PER LE STARTUP

Con l’emendamento sulle startup si stabilisce che l’obbligo di iscrizione alla gestione assicurativa di coloro che esercitano attività commerciali è escluso per i soci delle società a responsabilità limitata che partecipano al lavoro aziendale in modo abituale per i primi cinque anni dalla costituzione delle medesime società e che le piccole e medie imprese innovative che investano in startup possano dedurne le perdite.

LA PROROGA DEL SUPERAMMORTAMENTO PER LE PMI

Ma c’è anche altro negli emendamenti. Perché per sostenere gli investimenti delle piccole e medie imprese è stata prevista la proroga del superammortamento che stabilisce per chi effettua investimenti in beni immateriali strumentali nuovi fino a 516 euro fino al 31 dicembre 2019 una “maggiorazione” del costo del 50 per cento ai fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.

LO SNELLIMENTO DELLE PROCEDURE PER IL PATENT BOX

Infine il capitolo “patent box”, la tassazione agevolata sui redditi derivanti dall’utilizzo di taluni beni immateriali: nell’emendamento presentato dal deputato della Lega è previsto lo snellimento delle procedure di richiesta dell’agevolazione.

IL COMMENTO DI CENTEMERO

“Il nostro obiettivo è favorire la proprietà intellettuale quale driver di sviluppo economico come dimostrato da realtà di successo come la Silicon Valley, la Svizzera e Israele – ha sottolineato Centemero – Realtà che per noi devono rappresentare un modello di riferimento. Da qui anche la necessità di favorire la nascita di start-up e, in particolare, di start-up innovative, in grado di sviluppare le filiere in ottica soprattutto di Corporate Venture Capital”.

LA COLLABORAZIONE CON IL PD

Un’aspirazione capace di superare le barriere politiche. In Commissione, infatti, è passato anche un emendamento del Pd con primo firmatario l’onorevole Fregolent che ha ottenuto l’appoggio dei parlamentari della Lega: una misura che mira a favorire il flusso di capitali esteri verso l’Italia, con un occhio di riguardo alle pmi e i “multilateral trading facility” come il mercato AIM e il crowdfunding.

I RISULTATI BIPARTISAN

“Un emendamento che ci è parso concreto e che abbiamo condiviso e appoggiato- ha concluso Centemero – Perché va incontro a quella che per la Lega è una priorità: la tutela delle piccole e medie imprese, la spina dorsale della nostra economia e della nostra società. Innovazione, start-up italiane e capacità di attirare capitali dall’estero: sono questi i principi sui quali ci stiamo battendo”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati