skip to Main Content
ads

Spazio, perché Colao sceglie l’americana Axiom Space

Colao Axiom Space

Il ministro Colao ha firmato un Memorandum tra l’Italia e Axiom Space che approfondisce la cooperazione tra il governo italiano e l’azienda statunitense per lo sviluppo e l’attuazione di progetti aerospaziali. Il ruolo dell’addestramento di Villadei

 

L’Italia sceglie “americano” per lo spazio.

Il 19 maggio il ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao ha firmato a Palazzo Chigi un Memorandum d’Intesa tra il Governo italiano e l’azienda americana Axiom Space rappresentata dal suo Presidente e ceo Michael Suffredini.

“Axiom Space sta infatti costruendo, avvalendosi di importanti collaborazioni con l’Aeronautica Militare e l’industria italiana, in collaborazione con la Nasa, una nuova stazione spaziale commerciale” sottolinea la nota ministeriale.

Axiom Space è una compagnia aerospaziale americana co-fondata nel 2016 da Suffredini, ex program manager della Iss (Stazione spaziale internazionale). La società texana punta a creare una stazione spaziale e non solo. Innanzitutto la società intende collegare il proprio modulo abitabile alla Iss già nel 2024, dopo aver vinto un contratto con la Nasa da 140 milioni di dollari. L’agenzia spaziale statunitense sta promuovendo infatti la commercializzazione dell’orbita bassa terrestre per lanciare la space economy a stelle e strisce.

L’accordo tra Axiom Space con l’Italia ha l’obiettivo di “approfondire la cooperazione per lo sviluppo e l’attuazione di progetti in ambito aerospaziale”.

E in realtà la collaborazione tra Axiom Space e l’Italia è iniziata già da tempo.

Lo scorso luglio la società americana ha selezionato Thales Alenia Space per la costruzione dei primi due moduli della sua stazione spaziale privata, il cui lancio è previsto per il 2024 e 2025. E a gennaio Axiom ha annunciato di aver iniziato l’addestramento del Colonnello Walter Villadei dell’Aeronautica Militare Italiana come astronauta.

“L’accordo con Axiom consentirà finalmente all’italiano Villadei di volare”, spiega a Startmag un addetto ai lavori.

Tutti i dettagli sulla società texana.

L’ACCORDO TRA IL GOVERNO DRAGHI E AXIOM SPACE

In particolare, l’intesa siglata da Colao prevede che il Governo e Axiom Space collaborino per raggiungere i seguenti obiettivi: la promozione del mercato nell’orbita bassa terrestre e lo sviluppo di un modello di collaborazione pubblico privata per un’infrastruttura spaziale efficiente ed economica moderna integrata alla futura stazione spaziale di Axiom. Così che possa consentire la ricerca in microgravità e dare continuità agli sviluppi tecnologici e alle operazioni in orbita dopo la disattivazione della Stazione Spaziale Internazionale.

PROMOZIONE DI PROGETTI DI RICERCA

Inoltre, l’accordo punta a promuovere “progetti di ricerca collaborativi nel campo dei materiali avanzati, prodotti farmaceutici; produzione in orbita di tecnologie innovative per applicazioni suborbitali; sicurezza e protezione dello spazio; modellazione e simulazione; medicina aerospaziale; intelligenza artificiale e robotica”.

SI RAFFORZANO LE RELAZIONI USA-ITALIA

Infine, con l’intesa si rafforzano “le eccellenti e storiche relazioni bilaterali tra gli Stati Uniti e l’Italia, con una cooperazione anche nel campo del volo spaziale commerciale visto come opportunità per sviluppare un nuovo capitolo della presenza umana attorno alla Terra e sulla Luna a beneficio di tutta l’umanità”.

COS’È AXIOM SPACE

La società Axiom Space LLC, è stata costituita a gennaio 2016 nel Delaware ma ha sede a Houston.

È fondata e guidata Michael T. Suffredini, ex program manager per la Iss presso il Johnson Space Center della Nasa dal 2005 al 2015. Come sottolinea Techcrunch, “l’azienda vanta molti ex talenti della Nasa nel suo piccolo team. Nel 2018, Axiom ha collaborato con il designer Philippe Starck (lo stesso che notoriamente ha progettato uno yacht di lusso per il fondatore di Apple Steve Jobs) per capire come potrebbero essere i moduli della loro futura stazione spaziale, compresi gli alloggi dell’equipaggio con display interattivi e una cupola che offre una vista mozzafiato della Terra e dello spazio circostante”.

I VERTICI

Come già detto, il co-fondatore Michael Suffredini è anche presidente e ceo di Axiom. Il co-fondatore e presidente esecutivo, Kam Ghaffarian, ha fondato Stinger Ghaffarian Technologies, Inc., diventata il secondo appaltatore di servizi di ingegneria della Nasa che ha formato gli astronauti della Nasa e gestito la Iss. Stinger Ghaffarian Technologies, Inc. è stata acquisita da KBR, Inc. nel 2018.

GLI INVESTITORI

La compagnia con sede a Houston è sostenuta da venture capital. La società ha anche raccolto 16 milioni di dollari da vari investitori individuali e istituzionali tra cui Balfour Capital e Starbridge Venture Capital e la Washington University in St. Luis, secondo le informazioni di Crunchbase.

CREARE UNA NUOVA STAZIONE SPAZIALE

Nel 2020 la Nasa ha selezionato Axiom Space per costruire il primo modulo habitat commerciale per la Stazione Spaziale Internazionale che dovrebbe agganciarsi alla Iss nel 2024.

Quel modulo fungerebbe da precursore per una struttura privata una volta che la Iss sarà ritirata. Perché l’obiettivo della società è quello infatti di avviare infatti una stazione spaziale privata.

LA PRIMA MISSIONE PRIVATA SULLA ISS

Nel frattempo, lo scorso 29 aprile si è conclusa con successo Ax-1, la prima missione interamente privata di Axiom a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Il lancio ha portato l’equipaggio composto da quattro astronauti a trascorrere 17 giorno a bordo della Iss per realizzare una serie di esperimenti scientifici e raccogliere esperienza in vista della messa in orbita del primo modulo di quella che sarà poi la prima base spaziale privata. SpaceX ha fornito la navetta Crew Dragon per il trasporto fino alla Iss.

In base all’accordo del 2021 con la Nasa, Axiom ha acquistato dalla Nasa i servizi per la missione, come i rifornimenti per l’equipaggio, il trasporto del cargo nello spazio e altre risorse di uso quotidiano in orbita. La la Nasa, invece, ha acquistato da Axiom la possibilità di riportare a Terra alcuni campioni scientifici che devono essere mantenuti a basse temperature.

COSA FA THALES ALENIA SPACE PER AXIOM

E il nostro paese gioco un ruolo nel progetto attraverso i contributi da parte dell’Aeronautica militare e il comparto industriale italiano.

L’estate scorsa Axiom Space ha assegnato un contratto dal valore di 110 milioni di euro a Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), e Axiom Space per lo sviluppo di due elementi pressurizzati chiave della Stazione Spaziale di Axiom, la prima commerciale al mondo.

Previsti per essere lanciati rispettivamente nel 2024 e nel 2025, i due elementi saranno inizialmente attraccati all’attuale Stazione Spaziale Internazionale (Iss), dando vita al nuovo segmento orbitale della Stazione Axiom.

L’ADDESTRAMENTO DEL COLONNELLO DELL’AERONAUTICA MILITARE WALTER VILLADEI

Infine, a gennaio Axiom Space ha annunciato di aver accolto il colonnello dell’Aeronautica militare Walter Villadei nel suo quartier generale di Houston, in Texas (Usa) per iniziare la formazione come astronauta professionista presso il Johnson Space Center (JSC) della Nasa.

Il 1 novembre 2021, l’azienda ha firmato un accordo con l’AM con l’obbiettivo di preparare il cosmonauta italiano per partecipare alle prossime missioni di Axiom. Axiom Space infatti gestisce l’addestramento dei futuri astronauti commerciali che raggiungeranno la Iss con le missioni Ax.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore