Innovazione

SpaceX sorpassa Boeing per trasportare gli astronauti nello spazio

di

Oggi la Nasa comunicherà chi sarà la prima compagnia tra Boeing e SpaceX a traghettare gli astronauti americani verso la Stazione spaziale internazionale

SpaxeX è la favorita. Secondo Bloomberg pare che la società di Elon Musk sia destinata a battere Boeing nella gara per essere la prima compagnia a traghettare gli astronauti americani verso la Stazione Spaziale Internazionale. Tra qualche ora infatti la Nasa annuncerà i primi astronauti che voleranno sulle navicelle a marchio SpaceX e Boeing inaugurando una nuova era dei voli americani.

Nel 2014 la Nasa ha sottoscritto un contratto da 6,8 miliardi di dollari con entrambe le società per la realizzazione delle navicelle spaziali adibite al trasporto di astronauti da e verso la ISS, in modo da non dover più dipendere dalla Russia nel trasporto degli astronauti acquistando posti su capsule Soyuz, dopo l’uscita di scena dello Shuttle.

TOGLIERE IL PRIVILEGIO ALLA RUSSIA

Dal ritiro dello Space Shuttle americano nel 2011, infatti, tutti gli astronauti sono stati trasportati sulla Stazione Spaziale Internazionale sulla navicella russa. Tuttavia, la Nasa ha prenotato posti sulle capsule Soyuz fino a novembre 2019.

Il progetto dell’agenzia spaziale americana è di tornare a contare sulle navicelle a stelle e strisce, affidandosi a società private e risparmiare così gli 80 milioni di dollari per ogni ormeggio su una Soyuz.

SPACEX IN VANTAGGIO

La società fondata dal visionario Elon Musk prevede di effettuare Demo-2, il primo volo di prova con equipaggio, nell’aprile 2019, mentre il Crew Test Flight della Boeing è previsto per la seconda metà del 2019, secondo un nuovo programma pubblicato dalla Nasa la settimana scorsa.

LE DUE FORMAZIONI

SpaceX, con un contratto da 2,6 miliardi di dollari, sta modificando la sua navicella cargo Dragon per mettere a punto missioni di rifornimento non pilotate e per trasportare astronauti. Il Crew Dragon targato SpaceX partirà dal Launch Complex 39A del Kennedy Space Center di Cape Canavarel con il Falcon 9, razzo progettato dalla compagnia stessa.

Boeing sta costruendo una capsula in stile Apollo più tradizionale con un contratto da 4,2 miliardi di dollari, la Starliner (CST-100) che volerà in cima al razzo Atlas V della United Launch Alliance dallo Space Launch Complex 41.

SOYUZ HA LE ORE CONTATE

In entrambi i casi, i voli operativi per traghettare gli astronauti da e verso la Stazione spaziale inizieranno dopo il completamento dei voli di prova, ponendo fine alla totale dipendenza della Nasa dalla sonda russa Soyuz.

L’ultimo posto attualmente in carica per un astronauta della Nasa a bordo di una Soyuz è su un volo programmato per il decollo dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan nel luglio 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati