Innovazione

Samsung e Microsoft a lavoro su dispositivi pieghevoli

di

brevetti

Le grandi aziende tech hanno depositato presso i rispettivi uffici brevetti documentazione su dispositivi pieghevoli

 

Nuovi modelli, nuove  possibilità e nuove  funzioni. Il mondo dei  device cambia velocemente. Importanti novità dovrebbero arrivare sul  mercato nei prossimi mesi. Almeno, questo è quanto si evince dai rumors su Samsung e Microsoft, che  hanno rispettivamente depositato brevetti per un nuovo smartphone e un nuovo modello di notebook con display doppio e pieghevole.

Come sempre quando si tratta di brevetti e di grandi aziende, non è detto che le compagnie decidano di produrre e mettere in commercio i device, ma qualcuno ci spera seriamente.

Samsung

brevetti

Scovato da LetsGoDigital un brevetto per un nuovo modello Galaxy elaborato sulla forma di un libro: sarebbe costituito su due schermi separati ma in relazione. Il dispositivo, compatibile anche con il pennino Samsung, è elaborato anche per sfruttare al meglio le sue potenzialità per i videogame: uno schermo sarà dedicato alla parte diplay e l’altra fingerà da controller, configurabile poi in base al gioco che si decide di iniziare. Si tratta di un progetto a cui Samsung starebbe lavorando da tempo e che prevede la creazione di uno smartphone avveniristico, capace di essere piegato a metà grazie ad un display flessibile e dunque in grado di dare questo effetto.

Il display “doppio” è stato presentato allo United States Patent and Trademark Office nel 2016 ma qualche notizia in più è stata rivelata solo negli ultimi giorni. Nella descrizione viene definito come un “dispositivo di visualizzazione” dove il lungo display dovrebbe servire a interagire con più applicazioni. Difficile se non impossibile capire se possa trattarsi di un futuro dispositivo della linea Galaxy o qualcosa di totalmente diverso.

 

Microsoft

 

brevetti

Il brevetto prodotto è per un notebook Surface: ci sono immagini che mostrano chiaramente due schermi collegati tra loro da una cerniera molto compatta, che quindi lascia totalmente spazio ai display, in piena filosofia infinity a cui ormai siamo abituati ma sugli smartphone. Qualcosa che ricorda l’apprezzato il tipico Yoga Book, ma più piccolo ed evoluto. Con il laptop aperto a 90 gradi, uno dei due display può sostituire una tastiera qwerty virtuale, mentre se il dispositivo è interamente aperto diventa un tablet, con i due schermi che ne formano uno,  che si chiudono come un portafogli.

Già in passato si era parlato di un presunto notebook Surface Mini, progetto che sarebbe stato cancellato a poche settimane dalla sua presentazione. Purtroppo con i dati di questo brevetto non è possibile dire se vedremo un taccuino smart nel 2018 di Microsoft. Di certo però a Redmond c’è interesse per questo tipo di tecnologia che tutto sommato sembra piuttosto plausibile, anche alla luce del fatto che Windows 10 girerà anche su chip per smartphone.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati